Rinascimento privato

Voto medio di 1284
| 179 contributi totali di cui 160 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Romanzo. Questa, che sarebbe stata la sua ultima opera compiuta, questa "autobiografia" di Isabella d'Este, marchesa di Mantoa, Maria Bellonci colle definirla romanzo. E tale libro è davvero, sebbene la profondità, la ricchezza della ...Continua
Ha scritto il 08/11/17
Semplicemente incantevole; elegante biografia all'interno di un romanzo di ambientazione storica delicato e puntuale, narrato con i toni ovattati propri della pianura mantovana.
Ha scritto il 30/10/17
Donne che tirano le fila del mondo
Bello....anzi bellissimo. Già letto al liceo....ma a questa seconda rilettura, forse perchè non imposta, mi è sembrato ancora più bello.Le descrizioni di personaggi, cultura, vesti ed affreschi accuratissime e l'uso di una lingua non solo ...Continua
Ha scritto il 20/04/17
SPOILER ALERT
Capolavoro
Maria Bellonci (1902-1986) non la conoscevo. E' stata una personalità importante dei circoli culturali italiani, fondatrice del premio Strega da lei vinto nel 1986 proprio con questo titolo, "Rinascimento privato". Era specializzata in romanzi ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 11/04/17
Noioso
L'argomento era anche interessante, ma la scrittura di quest'autrice davvero pesante. Non sono d'accordo con chi pensa di scrivere un romanzo storico, o di qualunque altro genere, e deve per forza usare termini arcaici e di difficile comprensione. ...Continua
Ha scritto il 28/01/17
Isabella d'Este
Il romanzo della vita d'Isabella d'Este, sposa di Francesco Gonzaga. Una prosa ricca e sontuosa. Il libro più bello della Bellonci.

Ha scritto il May 18, 2011, 23:04
Mai più per tutta la vita ritroveremo quello che abbiamo avuto. Mai, risalendo le scale del Vaticano sentiremo quell’intensità ondosa di silenzio che scendeva dalle stanze, dove Raffaello dipingeva la Scuola d’Atene, fino alla Cappella Sistina ...Continua
Pag. 488
Ha scritto il May 18, 2011, 23:03
Roma sfoggiava se stessa, superba sotto di noi, tutta di tegole rosse, ammantata di un riflesso splendente: era maggio e i raggi solari rinfrangendosi attraverso una lievissima bruma riversavano sui muri e sui tetti fiumi d’oro.
Pag. 442
Ha scritto il May 18, 2011, 23:03
Avevo una sorte che è concessa a pochi: intravedere un istante di immortalità.
Pag. 108
Ha scritto il Jan 03, 2011, 14:38
biblioteca
Ha scritto il Mar 08, 2010, 23:32
Sembrano lontani di secoli i tempi nostri, e della nostra Roma. Mai più per tutta la vita ritroveremo quello che abbiamo avuto. Mai, risalendo le scale del Vaticano sentiremo quell'intensità ondosa di silenzio che scendeva dalle stanze, dove ...Continua
Pag. 426

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi