Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Riportando tutto a casa

By Nicola Lagioia

(155)

| Paperback | 9788806207854

Like Riportando tutto a casa ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

La città è Bari. Il momento, gli anni Ottanta. Il denaro corre veloce per le vene del Paese. I tre adolescenti che si aggirano per le strade di questo libro hanno in corpo una sana rabbia, avvelenata dal benessere e dalla nuova smania dei padri. Si a Continue

La città è Bari. Il momento, gli anni Ottanta. Il denaro corre veloce per le vene del Paese. I tre adolescenti che si aggirano per le strade di questo libro hanno in corpo una sana rabbia, avvelenata dal benessere e dalla nuova smania dei padri. Si azzuffano e si attraggono come gatti selvatici, facendo di ogni cosa - la musica, le ragazze, le giornate - un contorto esercizio di combattimento. Ma negli angoli dei quartieri periferici li aspetta il lato in ombra di quel tempo che luccica: qualcosa che li costringerà a mettere in discussione le loro famiglie, i loro sentimenti, e perfino se stessi. Ci metteranno vent'anni per venirne a capo.

153 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Che cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero". (Cit.)

    Is this helpful?

    Zordan said on Aug 4, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    "[...] la ricostruzione materiale di una vecchia storia è sempre insufficiente arrogante incompleta, e non è niente... niente rispetto al gesto di stendere - su ciò che non si sa, su quello che si crede di sapere - il velo di un'indulgenza che ha sup ...(continue)

    "[...] la ricostruzione materiale di una vecchia storia è sempre insufficiente arrogante incompleta, e non è niente... niente rispetto al gesto di stendere - su ciò che non si sa, su quello che si crede di sapere - il velo di un'indulgenza che ha superato persino l'attrito necessario a perdonare".

    "Non si perde quello che non si è mai avuto, non si ha quello che non si è mai perso".

    La Bari degli anni '80, il boom economico e il marmo travertino dei bagni delle ville, l'eroina, i pranzi del Sud, le macchine bruciate e i primi giorni di scuola. Acquistato per curiosità dopo l'incontro con Nicola Lagioia nella Libreria Italiana a Parigi. Uno dei migliori libri che abbia letto quest'anno.

    Is this helpful?

    Valeria said on Jun 12, 2014 | 1 feedback

  • 10 people find this helpful

    Ho conosciuto Nicola Lagioia nel 2010, teneva un corso di editing per minimum fax. L'ho subito trovato molto bravo e una bella persona. Li ricordo come giorni particolarmente difficili a livello personale per me e quell'esperienza, quei giorni, quell ...(continue)

    Ho conosciuto Nicola Lagioia nel 2010, teneva un corso di editing per minimum fax. L'ho subito trovato molto bravo e una bella persona. Li ricordo come giorni particolarmente difficili a livello personale per me e quell'esperienza, quei giorni, quelle ore di lezione erano stati un momento di respiro e al tempo stesso di apnea assoluta. Fino ad allora però non lo conoscevo nemmeno di nome come autore e volevo assolutamente leggerlo, ma sapevo che doveva passare del tempo, dovevo filtrare e allontanare la persona per cercare di dare un giudizio obiettivo di quanto leggevo. Il tempo è passato e mi sono trovata di fronte Riportando tutto a casa...che è un viaggio nel tempo. Si torna nel lontano 1985, del quale ho un mio vago ricordo, adolescenti che crescono a Bari. Ora, di solito questo è proprio il genere di storia che mi prende e mi avvolge, ma qui, qualcosa è mancato. I linguaggio freddo, le non emozioni? Per paradosso ho trovato più "vere" le descrizioni di grandi eventi di quegli anni (l'Heysel, lo scoppio dello Shuttle, Chernobyl), che compaiono solo di striscio, piuttosto che i personaggi, il protagonista e i suoi pensieri. Perfino le descrizioni del Drive In le ho trovate più sincere...e non so dire quanto mi dispiaccia.
    Una cosa che mi colpì del corso che Lagioia tenne, fu che disse da principio che la cosa peggiore che possa succedere ad un lettore è di conoscere un autore, perché perde quella dimensione "mitica" e diventa un comune mortale come tutti noi.
    E come dargli torto? Ormai se ne potrebbe quasi fare una fede.
    Le tre stelle sono per lui e non per il libro e chiudo con l'enigma finale: Non si perde quello che non si è mai avuto, non si ha quello che non si è mai perso. E mi sembrò impossibile - semplicemente - riuscire a ragionare su qualche cosa di diverso.
    Confuso.

    Is this helpful?

    Chiara White said on Apr 24, 2014 | 7 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    tuo padre è un impreditore, rozzo, ma un onesto e instancabile lavoratore. a casa si sta sempre meglio e ora sono iniziati i lavori della villa. anche i tuoi amici hanno dei padri con affari più rampanti e più dubbiosi. alcuni sono professionisti e l ...(continue)

    tuo padre è un impreditore, rozzo, ma un onesto e instancabile lavoratore. a casa si sta sempre meglio e ora sono iniziati i lavori della villa. anche i tuoi amici hanno dei padri con affari più rampanti e più dubbiosi. alcuni sono professionisti e li sanno fare, altri non lo sono e non li sanno fare.
    tu sei adolescente, e ti sembra che qualcosa non vada. come tutti gli adolescenti non sai ancora qual è il tuo posto. che fai allora? eroina, fino al redde rationem. e poi la fuga.
    dopo vent'anni pian piano, torni, ricerchi, telefoni e qualcosa capisci. e scrivi.

    Is this helpful?

    Pirex said on Feb 26, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (155)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 330 Pages
  • ISBN-10: 8806207857
  • ISBN-13: 9788806207854
  • Publisher: Einaudi
  • Publish date: 2011-05-01
  • Also available as: Hardcover , Others
Improve_data of this book