Riscatto

Di

Editore: Bompiani (Tascabili, 118)

3.1
(94)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 234 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8845243680 | Isbn-13: 9788845243684 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Mario Biondi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Riscatto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Rileggere "riscatto" é stata un'emozione

    Solo a chi non ha praticato un'arte marziale é lecito ridere di Bruce Lee, cosi come può anche trattare con sufficienza le mille luci di Jay McInerney chi non ha potuto immergersi nella travol ...continua

    Solo a chi non ha praticato un'arte marziale é lecito ridere di Bruce Lee, cosi come può anche trattare con sufficienza le mille luci di Jay McInerney chi non ha potuto immergersi nella travolgente follia di NYC degli anni '80. Rileggere "riscatto" é stata un'emozione. Eric Van Lustbade avrebbe descritto con maggior professionalità i combattimenti, senza però nulla aggiungere alla trama di quella inutile quanto inevitabile affascinante tragedia così mirabilmente creata negli eighties dal "giovane romanziere americano di successo", come al tempo lo definivano. Martedì 2.29 a. m. :)
    sent by BlackBerry

    ha scritto il 

  • 0

    Il libro si è di nuovo perso tra gli altri , come prima della rilettura. Peccato! Avrei voluto poter citare le parole del giovane cantante giapponese che rinuncia ad andare negli USA perchè non vuole ...continua

    Il libro si è di nuovo perso tra gli altri , come prima della rilettura. Peccato! Avrei voluto poter citare le parole del giovane cantante giapponese che rinuncia ad andare negli USA perchè non vuole che la realtà distrugga la sua immagine fantastica dei bleusman del delta. Erano i tempi di "generation X", allora, con le spalle sempre coperte, era facile buttare a mare ogni sicurezza...

    ha scritto il 

  • 3

    Qui McInnerney non è certamente ai livelli di "Mille luci di New York", ma la minuziosa descrizione del vortice di autodistruzione di Ransom vale sicuramente le tre stellete.

    ha scritto il 

  • 3

    voto 7+

    Tre stellette son poche, ma quattro son troppe perché purtroppo le parti in cui descrive i combattimenti di arti marziali mi hanno annoiato parecchio. Mi è successa la stessa cosa già accaduta con Cit ...continua

    Tre stellette son poche, ma quattro son troppe perché purtroppo le parti in cui descrive i combattimenti di arti marziali mi hanno annoiato parecchio. Mi è successa la stessa cosa già accaduta con City di Baricco: là erano le telecronache di pugilato. Anche il finale non mi è piaciuto, ma ciò è questione mia, è un genere di finale che detesto.
    Il resto invece è interessante, e particolarmente mi è piaciuto quella visione attenta e profonda del mondo, fatta di pause, di osservazione dell'animo umano. Cosa che mi è mancata molto nella lettura precedente di Grisham.
    Va tenuto presente che il libro è del 1985: il mondo e la scrittura nel frattempo sono andati avanti. Ma non è male.

    ha scritto il 

  • 3

    Requiem per un finale

    Può succedere che il finale di un libro deluda le aspettative dopo un buon inizio, ma la fine di questo romanzo è davvero agghiacciante. Si impara ad apprezzare il protagonista, la sua personalità sch ...continua

    Può succedere che il finale di un libro deluda le aspettative dopo un buon inizio, ma la fine di questo romanzo è davvero agghiacciante. Si impara ad apprezzare il protagonista, la sua personalità schiva ma intelligente, e la sua coerenza. Forse pecca per eccessi di moralità, ma è costretto visto che la via del riscatto, sopratutto dopo un evento spiacevole che lo ha segnato, passa dalla ricerca di qualcuno da aiutare; anche solo con le parole. Il karate è solo un'espediente o una scusa. Peccato che Christopher (il protagonista) non riesce ad aiutare molto chi gli sta vicino e ancora meno se stesso. Il lettore aspetta invano il riscatto di Chris che non arriverà....

    ha scritto il