Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rispondimi

Di

Editore: Rizzoli

3.4
(437)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 234 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8817867268 | Isbn-13: 9788817867269 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Rispondimi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Siamo un inno alla precarietà e un invito al male, a compierlovicendevolmente gli uni sugli altri... Ti uccido per vivere. Ti uccido perpossedere. Ti uccido per liberarmi di te..." Così riflette Rosa, laprotagonista del primo racconto, in una notte d'agosto, confusa davanti allapiù difficile decisione della sua vita. E anche le altre due storie checompongono questo trittico sembrano girare intorno agli stessi quesiti. Siamodannati o possiamo salvarci? Da chi dipende la nostra redenzione? Possiamofarcela da soli o abbiamo bisogno di Qualcuno che ci indichi la strada? Unlibro sulla responsabilità e sulla difficile presa di coscienza che ognuno dinoi deve raggiungere per scoprire il significato più profondo della vita.
Ordina per
  • 4

    quante domande cara susanna

    l'amore vince tutto, avevo spesso sentito ripetere
    l'amore è più forte della morte e invece non è vero, perché l'amore, anche se esiste, è fragile
    è così fragile da essere pressoché invisibile ed essere invisibile e non esistere è quasi la stessa cosa


    *molti la criticano con eccessiva dure ...continua

    l'amore vince tutto, avevo spesso sentito ripetere l'amore è più forte della morte e invece non è vero, perché l'amore, anche se esiste, è fragile è così fragile da essere pressoché invisibile ed essere invisibile e non esistere è quasi la stessa cosa

    *molti la criticano con eccessiva durezza e senza riguardo, al contrario io la trovo delicata e sensibile in ogni suo libro anche quando scrive della presa di coscienza che dobbiamo raggiungere, per scoprire il significato più profondo della vita. siamo veramente precari nelle relazioni con gli altri? possiamo salvarci?e chi può redimerci? possiamo e dobbiamo farcela da soli o c'è bisogno dell'altro?

    ha scritto il 

  • 1

    Tamaro e la Cronaca nera?

    Per farsi un'idea generale della dinamica di questi racconti (un'altra raccolta simile, sempre a opera della Tamaro, è "Fuori"), ritengo sia sufficiente leggerne solo uno.


    Difatti essi condividono caratteristiche e schemi narrativi comuni: un protagonista dalla vita particolarmente ...continua

    Per farsi un'idea generale della dinamica di questi racconti (un'altra raccolta simile, sempre a opera della Tamaro, è "Fuori"), ritengo sia sufficiente leggerne solo uno.

    Difatti essi condividono caratteristiche e schemi narrativi comuni: un protagonista dalla vita particolarmente difficile e disagiata, un evento shockante e la ricerca di un senso per quello che è accaduto, focalizzandosi sul quesito: "la fede, la religione sono la vera soluzione alle asprezze della vita?"

    Per quanto sia interessante la riflessione teologica da parte dell'autrice, trovo che i racconti del volumetto prendano una piega troppo da "talk show": le storie sembrano travasate dalle tante trasmissioni-trash di cronaca nera pomeridiane, in cui si fa perno su elementi macabri o fatti di vita personale per attirare la morbosa curiosità del telespettatore.

    In confronto il classico Va dove ti porta il cuore rimane qualitativamente migliore.

    ha scritto il 

  • 4

    Il volumetto è composto da tre racconti - “Rispondimi”, “L'inferno non esiste”, “Il bosco in fiamme” - nei quali si riflettono i difficili rapporti interpersonali e i mali della società nella quale viviamo: una bimba che per la morte dei genitori si ritrova sola, venendo a scoprire ben presto la ...continua

    Il volumetto è composto da tre racconti - “Rispondimi”, “L'inferno non esiste”, “Il bosco in fiamme” - nei quali si riflettono i difficili rapporti interpersonali e i mali della società nella quale viviamo: una bimba che per la morte dei genitori si ritrova sola, venendo a scoprire ben presto la tragica realtà dello stupro e dei soprusi, una donna che, pensando di sposare l'uomo dei sogni, scopre in realtà la perfidia di un marito prepotente e crudele, un bosco in fiamme che rappresenta la violenza che quotidianamente l'uomo perpetra ai danni della natura. Una narrazione che pur rattristando, tenta di farci interrogare sulle nostre inquietudini per combatterle e superarle. Un libro ben scritto, nel quale non mancano tuttavia gli squarci di ottimismo (“l'amore è darsi in pasto all'altro senza possibilità di difendersi”).

    ha scritto il 

  • 4

    Vite segnate

    Destini già noti dalla nascita, l'orrore che si consuma tra le mura dei collegi e le mura domestiche. Vite che non conosco amore e crescono con un'idea distorta di esso. Non c'è salvezza non c'è assoluzione.

    ha scritto il 

  • 2

    Uno di quei libri che ti capita tra le mani, lo leggi tanto per passatempo, ma che è destinato a essere dimenticato. Sinceramente non mi ha colpito per niente,l'ho trovato in alcuni tratti troppo banale...

    ha scritto il 

  • 5

    Susanna Tamaro non mi delude mai. Bellissimi questi tre racconti, forse un po' troppo drammatici, ma in compenso credo che insegnino molto. Inoltre la Tamaro ha un modo di esprimersi semplice e scorrevole ma al tempo stesso così profondo... come gli altri suoi libri, credo che anche questo mi abb ...continua

    Susanna Tamaro non mi delude mai. Bellissimi questi tre racconti, forse un po' troppo drammatici, ma in compenso credo che insegnino molto. Inoltre la Tamaro ha un modo di esprimersi semplice e scorrevole ma al tempo stesso così profondo... come gli altri suoi libri, credo che anche questo mi abbia lasciato qualcosa.

    ha scritto il 

  • 3

    “L’amore è darsi in pasto all’altro senza possibilità di difendersi”.
    Ben scritto, il libro si compone di tre racconti, tre storie disperate ed estremamente tristi.
    L'autrice sembra quasi voler indicare l’importanza dell'amore
    “spirituale”, quello verso Dio (come testimoniano le due lettere che c ...continua

    “L’amore è darsi in pasto all’altro senza possibilità di difendersi”. Ben scritto, il libro si compone di tre racconti, tre storie disperate ed estremamente tristi. L'autrice sembra quasi voler indicare l’importanza dell'amore “spirituale”, quello verso Dio (come testimoniano le due lettere che chiudono il secondo e il terzo racconto), rispetto all’amore terreno. Mah......

    ha scritto il