Ristorante al termine dell'universo

I libri di Urania, 17

Di

Editore: Mondadori (I libri di Urania)

4.0
(5270)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Francese , Olandese , Giapponese , Lettone , Chi tradizionale , Ceco , Polacco , Greco , Sloveno , Ungherese

Isbn-10: 8804379340 | Isbn-13: 9788804379348 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Serra

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Ristorante al termine dell'universo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In principio fu la Guida: la Guida galattica per gli autostoppisti, naturalmente. Doveva essere l'ultimo grido in fatto di mappe dell'universo, il non plus ultra per i viaggiatori del cosmo. A ogni stella, a ogni sistema planetario, ma che dico, a ogni pianeta con un minimo di dignità cosmica, sarebbe stata dedicata un'esauriente scheda informativa. La Terra, uno dei mondi meno importanti, vide drasticamente ridursi la sua (1) per decisione del Comitato di redazione della Guida, e (2) perché una poco affidabile razza di ingegneri cosmici aveva deciso di polverizzare quel pianetucolo periferico e costruire al suo posto una superstrada galattica. Ma poi qualcosa non era andato per il verso giusto... Riprendono, con questo romanzo, le avventure deliranti e divertentissime della più fortunata serie fantasatirica di tutti i tempi. Non perdete questo e i prossimi appuntamenti: potrebbe sfuggirvi un dettaglio essenziale sulla natura della vita, l'universo & tutto quanto.
Ordina per
  • 3

    Lo humour è lo stesso di Guida Galattica per gli autostoppisti, e questo è sicuramente garanzia di divertimento. In quanto a contenuto, si mantiene un po' sullo stesso stile del precedente. Cambiano c ...continua

    Lo humour è lo stesso di Guida Galattica per gli autostoppisti, e questo è sicuramente garanzia di divertimento. In quanto a contenuto, si mantiene un po' sullo stesso stile del precedente. Cambiano contesti e personaggi ma l'impostazione è la medesima. L'ho trovato con meno mordente rispetto al primo, la trama è un po' carente, infatti non mi ha tenuto incollato per sapere come sarebbe finito.

    ha scritto il 

  • 2

    un viaggio surreale nel nostro passato FORSE.........

    Carino ma molto meno scorrevole del primo e con alcuni passaggi a mio modo di vedere un poco forzati, comunque si riprende nel finale.
    Lascia il desiderio di continuare con la lettura della "trilogia ...continua

    Carino ma molto meno scorrevole del primo e con alcuni passaggi a mio modo di vedere un poco forzati, comunque si riprende nel finale.
    Lascia il desiderio di continuare con la lettura della "trilogia in cinque parti" come l'ha definita l'autore, con la speranza che il terzo capitolo sia più avvincente e più vicino al primo capitolo della saga!!!
    Però vale a pena, e permette comunque di distaccarsi dalla realtà e immaginare un "passato" del nostro pianeta un pò particolare !!!! chi saranno stati i nostri antenati i gliforchiani o ........
    Mah al prossimo capitolo l'ardua sentenza forse!!!!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Continuazione de Guida Galattica per autostoppisti, dove l'autore riconferma la sua geniale ironia e riesce a costruire una nuova assurda ma spassosa avventura tra le stelle.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Proseguono le avventure di Arthur Dent, Ford Prefect, Tricia “Trillian” McMillan, Zaphod Beeblebrox e dell’androide Marvin, di nuovo alle prese col comandante Vogon Jeltz che si scopre vuole farli fuo ...continua

    Proseguono le avventure di Arthur Dent, Ford Prefect, Tricia “Trillian” McMillan, Zaphod Beeblebrox e dell’androide Marvin, di nuovo alle prese col comandante Vogon Jeltz che si scopre vuole farli fuori per conto della Società di Psicanalisi per eliminare gli ultimi due superstiti dell’”esperimento Terra” che dovrebbe dire qual è la “domanda fondamentale”. Per salvarsi dal nuovo attacco Beeblebrox rievoca dalla morte lo spirito di suo nonno che gli conferma che ha una missione da compiere e che il piano è, come sospettava, sigillato nella parte resa inaccessibile del suo cervello. Alla fine, dopo aver cenato nel Ristorante al termine dell’universo il gruppetto si divide, a causa di un teletrasporto senza coordinate di destinazione: Trillian e Bebblebrox riescono ad arrivare su un remoto pianeta, dove vive proprio l’uomo che cercavano, ovvero il vero governatore dell’Universo, che scoprono essere un ometto inoffensivo che vive tutto solo con il suo gatto in una casupola in riva al mare; Arthur e Ford invece vengono teletrasportati a bordo di un’astronave carica di persone esiliate, a loro insaputa, dal proprio pianeta perché ritenute inutili, che finisce per schiantarsi contro una nuova Terra, ancora alla preistoria, da cui cercano, per ora senza successo, un modo per andarsene.

    ha scritto il 

  • 3

    Molto ma molto meno geniale del primo, a mio modesto parere. Nel primo c'era una perla praticamente ad ogni pagina, in questo c'è la stessa atmosfera ma le parti geniali sono eredità del primo. Carino ...continua

    Molto ma molto meno geniale del primo, a mio modesto parere. Nel primo c'era una perla praticamente ad ogni pagina, in questo c'è la stessa atmosfera ma le parti geniali sono eredità del primo. Carino.

    ha scritto il 

  • 5

    Deliziosamente folle e paradossale.
    Sembra che succeda di tutto in un arco di tempo brevissimo e al tempo stesso non succede assolutamente nulla in un arco di tempo lunghissimo.
    Sembra che non sia alc ...continua

    Deliziosamente folle e paradossale.
    Sembra che succeda di tutto in un arco di tempo brevissimo e al tempo stesso non succede assolutamente nulla in un arco di tempo lunghissimo.
    Sembra che non sia alcun filo conduttore, con un'infinità di notizie sui diversi mondi dell'Universo e invece tutto scorre perfettamente liscio nel tempo e nello spazio.
    ... E in tutto questo? Qual è la Domanda alla Risposta Definitiva? Ce ne possono essere tante di valide. E una di queste è: cosa ottieni moltiplicando sei per sette? 42.

    ha scritto il 

  • 3

    Monty Python, Galaxy Song

    - Sei per nove... quarantadue.
    - Deve essere così. Non c'è nient'altro. [p. 241]

    Stiamo divertendoci da matti, qui. Pietanze squisite, vino, un po' di eccessi, e l'Universo che va in vacca. [p. 132] ...continua

    - Sei per nove... quarantadue.
    - Deve essere così. Non c'è nient'altro. [p. 241]

    Stiamo divertendoci da matti, qui. Pietanze squisite, vino, un po' di eccessi, e l'Universo che va in vacca. [p. 132]

    ha scritto il 

Ordina per