Ristorante al termine dell'universo

Di

Editore: Mondadori

4.0
(5166)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Francese , Olandese , Giapponese , Lettone , Chi tradizionale , Ceco , Polacco , Greco , Sloveno , Ungherese

Isbn-10: 8852022570 | Isbn-13: 9788852022579 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Serra

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Ristorante al termine dell'universo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una gigantesca autostrada cosmica sta per essere costruita nei pressi del sistema solare. Un'uscita secondaria è prevista vicino a un piccolo pianeta azzurro-verde, abitato da primitive forme di vita intelligente, discendenti dalle scimmie. Un pianeta vecchio e inutile, insomma, che va rimosso. Viene a saperlo Ford Perfect, un alieno in incognito sulla Terra. Che fare? Abbandonare al più presto il pianeta in demolizione alla ricerca di lidi più sicuri. E così, in compagnia dell'amico umano Arthur Dent, dell'ex presidente della galassia Zaphod Beeblebrox, del lunatico androide Marvin e della sensuale profuga Trillian, Ford inizia le sue peregrinazioni attraverso l'universo. Alla ricerca di un ultimo angolo caldo dove poter gustare una buona cena, e dove il cibo "letteralmente" parla. L'irresistibile seguito di Guida galattica per autostoppisti , un capolavoro della science fiction del ventesimo secolo.
Ordina per
  • 3

    Monty Python, Galaxy Song

    - Sei per nove... quarantadue.
    - Deve essere così. Non c'è nient'altro. [p. 241]

    Stiamo divertendoci da matti, qui. Pietanze squisite, vino, un po' di eccessi, e l'Universo che va in vacca. [p. 132] ...continua

    - Sei per nove... quarantadue.
    - Deve essere così. Non c'è nient'altro. [p. 241]

    Stiamo divertendoci da matti, qui. Pietanze squisite, vino, un po' di eccessi, e l'Universo che va in vacca. [p. 132]

    ha scritto il 

  • 2

    The Restaurant at the End of the Universe - Hitchhiker's Guide, #2

    A differenza della “Guida” non mi ha entusiasmato per niente, anzi.
    Mentre il primo era geniale e folle, questo secondo capitolo sembra solo un elenco di assurdità senza mordente e fine a se stesse.
    H ...continua

    A differenza della “Guida” non mi ha entusiasmato per niente, anzi.
    Mentre il primo era geniale e folle, questo secondo capitolo sembra solo un elenco di assurdità senza mordente e fine a se stesse.
    Ho trovato l’ultima parte leggermente migliore.
    L’unica cosa degna di nota è l’idea che l’unico problema dei viaggi nel tempo è la grammatica ^^

    ha scritto il 

  • 1

    SERIE GUIDA GALATTICA PER AUTOSTOPPISTI n. 2

    Lettura di gruppo E&L

    Noioso da morire. L'ho finito solo perchè non lascio libri a metà. E' stato uno sforzo enorme, me lo sono proprio trascinato. Divertente pari a zero. Assurdo e basta. Dov'è finit ...continua

    Lettura di gruppo E&L

    Noioso da morire. L'ho finito solo perchè non lascio libri a metà. E' stato uno sforzo enorme, me lo sono proprio trascinato. Divertente pari a zero. Assurdo e basta. Dov'è finita la geniale ironia del primo? Probabilmente in un buco nero. Pessimo davvero.

    ha scritto il 

  • 2

    Un inizio bello scoppiettante e poi un bel po' di noia mi hanno accompagnato nella lettura di questa nuova avventura galattica che ha lo scopo di trovare il Governatore dell'Universo. Decisamente molt ...continua

    Un inizio bello scoppiettante e poi un bel po' di noia mi hanno accompagnato nella lettura di questa nuova avventura galattica che ha lo scopo di trovare il Governatore dell'Universo. Decisamente molto sottotono rispetto alla satira e all'umorismo presenti nel primo libro, in alcuni punti mi è quasi venuto il mal di testa per le cose che non-vengono dette e per le parole buttate a casaccio.
    I protagonisti poi si separano e vagano per lo spazio-tempo e buona parte del libro è centrata su Zaphod che non amo particolarmente. Quando poi finalmente si ritrovano tutti si respira un'altra aria galattica,ma per poco.
    Speriamo nel terzo perchè questo mi ha un po' deluso.

    ha scritto il 

  • 2

    Le fonti biografiche concordano su un fatto: Adams la trama ce l’aveva in testa, ma gli è finita per sbaglio nel Barlafusator, un bel pezzo di tecnologia finalizzato ad obliterare progetti, speranze e ...continua

    Le fonti biografiche concordano su un fatto: Adams la trama ce l’aveva in testa, ma gli è finita per sbaglio nel Barlafusator, un bel pezzo di tecnologia finalizzato ad obliterare progetti, speranze e compiti delle vacanze. Proprio dopo questo evento, l’autore ha provveduto a distruggere l’unico modello ancora esistente, ma ormai la frittata era fatta e tanto valeva mandare tutto alle stampe, con la speranza che il romanzo almeno facesse ridere. E invece manco quello: le gag non funzionano come nella Guida galattica, lasciando a nudo tutti gli altri difetti: personaggi che vagolano per lo spazio-tempo senza un motivo, fili narrativi che si interrompono nel nulla, caratterizzazione monodimensionale, zero progressione narrativa dal capitolo precedente, una storia smolecolarizzata priva della congruenza che, nonostante tutto, la Guida Galattica aveva. Un libro senza capo né coda, un po’ come questa recensione.

    ha scritto il 

  • 4

    Un pochino meno bello rispetto a "guida intergallatica per autostoppisti" (sarà anche perché ho visto il film fino allo sfinimento) ma in ogni caso... come non apprezzare la genialità di questo libro? ...continua

    Un pochino meno bello rispetto a "guida intergallatica per autostoppisti" (sarà anche perché ho visto il film fino allo sfinimento) ma in ogni caso... come non apprezzare la genialità di questo libro?

    ha scritto il 

Ordina per