Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ristorante al termine dell'universo

Di

Editore: Mondadori

4.1
(4959)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Francese , Olandese , Giapponese , Lettone , Chi tradizionale , Ceco , Polacco , Greco , Sloveno , Ungherese

Isbn-10: 8852022570 | Isbn-13: 9788852022579 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Serra

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Ristorante al termine dell'universo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una gigantesca autostrada cosmica sta per essere costruita nei pressi del sistema solare. Un'uscita secondaria è prevista vicino a un piccolo pianeta azzurro-verde, abitato da primitive forme di vita intelligente, discendenti dalle scimmie. Un pianeta vecchio e inutile, insomma, che va rimosso. Viene a saperlo Ford Perfect, un alieno in incognito sulla Terra. Che fare? Abbandonare al più presto il pianeta in demolizione alla ricerca di lidi più sicuri. E così, in compagnia dell'amico umano Arthur Dent, dell'ex presidente della galassia Zaphod Beeblebrox, del lunatico androide Marvin e della sensuale profuga Trillian, Ford inizia le sue peregrinazioni attraverso l'universo. Alla ricerca di un ultimo angolo caldo dove poter gustare una buona cena, e dove il cibo "letteralmente" parla. L'irresistibile seguito di Guida galattica per autostoppisti , un capolavoro della science fiction del ventesimo secolo.
Ordina per
  • 5

    Secondo capitolo della saga, è pienamente all'altezza del precedente.
    Un libro imperdibile che con tanto humor e tante assurdità riesce a farti riflettere su importanti questioni della nostra vita quotidiana.

    ha scritto il 

  • 5

    Come sempre assurdo e attuale

    Douglas Adams inventa un mondo incredibile e assurdo riuscendo a renderlo attuale e assolutamente plausibile.
    E' sempre bello leggerlo. Questo ennesimo romanzo è una conferma.

    ha scritto il 

  • 3

    Adams ripeto è un bravissimo scrittore. Ci vuole del talento per mettere così tanta carne a cuocere e non esasperare il lettore. Nella mia recensione del primo libro della saga, avevo scritto che è un grande, ma non me la sentivo di dire che è un genio come spesso viene dipinto. Dopo aver letto a ...continua

    Adams ripeto è un bravissimo scrittore. Ci vuole del talento per mettere così tanta carne a cuocere e non esasperare il lettore. Nella mia recensione del primo libro della saga, avevo scritto che è un grande, ma non me la sentivo di dire che è un genio come spesso viene dipinto. Dopo aver letto anche questo rimango della mia opinione.

    ha scritto il 

  • 3

    El único libro que me he leído del la saga del "autoestopista galáctico" y aparte del bizarrismo que acompaña toda la obra (y parece ser una característica de la saga) consigue sacarte unas risas en algunos momentos. En general, el carácter extraño del libro es lo que te logra enganchar y hacer q ...continua

    El único libro que me he leído del la saga del "autoestopista galáctico" y aparte del bizarrismo que acompaña toda la obra (y parece ser una característica de la saga) consigue sacarte unas risas en algunos momentos. En general, el carácter extraño del libro es lo que te logra enganchar y hacer que no dejes de leer hasta el final. Estoy deseando leerme el resto de los libros de la saga.

    ha scritto il 

  • 3

    Ripensando al primo la trama mi sembra meno brillante, il finale poi é decisamente deludente.. l'autore, con l'intenzione di scriverne un altro, ti lascia con l'amaro in bocca.
    Quello che non cambia é l'umorismo, geniale!

    ha scritto il 

  • 2

    Facciamo 2 e mezzo

    Mi aspettavo di più da seguito di "Guida galattica per autostoppisti". Invece mi sono persa nella trama, secondo me un po' troppo contorta, e soprattutto priva di fatti particolarmente significativi. Sembra più che altro un gran preludio ai libri successivi, ma se davvero è così allora mi verrebb ...continua

    Mi aspettavo di più da seguito di "Guida galattica per autostoppisti". Invece mi sono persa nella trama, secondo me un po' troppo contorta, e soprattutto priva di fatti particolarmente significativi. Sembra più che altro un gran preludio ai libri successivi, ma se davvero è così allora mi verrebbe da togliere anche la seconda stella.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Schema della trama: eroi teletrasportati in un luogo x, si trovano in pericolo, trovano un modo per teletrasportarsi in un altro luogo x, si trovano in pericolo, etc.
    Nonostante le ovvie lacune nella trama, che risulta molto frammentaria e a tratti irritante, la forza del libro sta nelle si ...continua

    Schema della trama: eroi teletrasportati in un luogo x, si trovano in pericolo, trovano un modo per teletrasportarsi in un altro luogo x, si trovano in pericolo, etc.
    Nonostante le ovvie lacune nella trama, che risulta molto frammentaria e a tratti irritante, la forza del libro sta nelle singole situazioni. Se nel precedente romanzo (sicuramente scritto meglio) il tutto era caratterizzato da un divertente cinismo, qui Adams passa a un tono grottesco a tratti inquietante (i passeggeri di un aereonave mantenuti in sonno criogenico per 900 anni nell' attesa vana del rifornimento di salviette umide; l' alto-borghesia dello spazio che guarda la fine dell' universo come fosse al cinema; la macchina di prospettiva totale).
    Quel 42 che in 'Guida galattica per autostoppisti' mi era sembrata solo una divertentissima presa in giro, nel secondo libro si carica di un' aura mistica che lo porta al livello del monolito di Kurbrik. Ma la verità sulla risposta alla domanda fondamentale sarà un vero schock o Adams si sta tirando la zappa sui piedi?

    ha scritto il 

Ordina per