Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ritorno sul Don

Di

Editore: Einaudi

4.2
(122)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 172 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000064428 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace Ritorno sul Don?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Distese di frumento e di girasoli che aspettavano di essere raccolte.....
Ordina per
  • 4

    Anche allora, nel 1943, quando noi pochi rimasti prendemmo il treno per ritornare, avevo portato via una immagine che per anni mi aiutò a vivere: dopo un villaggio distrutto, su una collina nera contro l'orizzonte del cielo rosso un contadino arava solitario, un cavallo bianco e magro tirava l ...continua

    Anche allora, nel 1943, quando noi pochi rimasti prendemmo il treno per ritornare, avevo portato via una immagine che per anni mi aiutò a vivere: dopo un villaggio distrutto, su una collina nera contro l'orizzonte del cielo rosso un contadino arava solitario, un cavallo bianco e magro tirava l'aratro e la lunga frusta che il contadino teneva diritta pareva sostenere il cielo.

    ha scritto il 

  • 5

    Ogni libro di Mario Rigoni Stern lascia il segno. In ciascuno di essi è possibile trovare tracce dell'armonia della natura e sono uno più bello dell'altro, che si tratti di memorie di guerra, di esercizi di fantasia o di racconti di caccia ha poca importanza: ogni parola è al suo posto, come i ge ...continua

    Ogni libro di Mario Rigoni Stern lascia il segno. In ciascuno di essi è possibile trovare tracce dell'armonia della natura e sono uno più bello dell'altro, che si tratti di memorie di guerra, di esercizi di fantasia o di racconti di caccia ha poca importanza: ogni parola è al suo posto, come i gesti di chi vive la vita senza temerla. Con lievità.

    ha scritto il 

  • 5

    La prima parte contiene tanti piccoli frammenti di ricordi positivi di guerra: commoventi, pazzeschi, pieni di speranza nell'umanità e nel futuro.
    La seconda è il vero e proprio "ritorno sul Don" da parte dell'autore. Questa seconda parte è a tratti puramente descrittiva in altri, i più belli, u ...continua

    La prima parte contiene tanti piccoli frammenti di ricordi positivi di guerra: commoventi, pazzeschi, pieni di speranza nell'umanità e nel futuro. La seconda è il vero e proprio "ritorno sul Don" da parte dell'autore. Questa seconda parte è a tratti puramente descrittiva in altri, i più belli, un perdersi nei ricordi della triste esperienza vissuta. Perché quella terra tutta è un cimitero a cielo aperto di alpini, è lo scenario di un delle più tristi ed assurde azioni dell'umanità.

    ha scritto il 

  • 5

    Grazie papà per avermi consigliato di rileggere i libri di Mario Rigoni Stern!
    Mario Rigoni Stern, scrittore quasi per caso e grandissimo uomo, è stato emozionante incontrarti e sentirti raccontare la tua storia quando sei venuto nella mia scuola!

    ha scritto il 

  • 3

    bellissimo libro, valgono le stesse cose dette nella precedente recensione sul "sergente". è un documento da leggere, racconti commoventi di un momento della storia che non possiamo e non dobbiamo dimenticare.

    ha scritto il 

  • 5

    "Il sole è basso all'orizzonte,non si vede un isba,un uomo.Solo cielo e terra.Scendo.Una nuvola di corvi si alza da un arato senza confini.Ma laggiù, tra pochi alberi coi colori dell'autunno,in un grande silenzio,due villaggi sembrano confondersi e impastarsi con l'aria e la terra:Nikitova e Arn ...continua

    "Il sole è basso all'orizzonte,non si vede un isba,un uomo.Solo cielo e terra.Scendo.Una nuvola di corvi si alza da un arato senza confini.Ma laggiù, tra pochi alberi coi colori dell'autunno,in un grande silenzio,due villaggi sembrano confondersi e impastarsi con l'aria e la terra:Nikitova e Arnautovo.Non mi posso sbagliare.Non mi sono sbagliato.Cammino fuori dalla pista.Capitano Grandi del Tirano,dormi in questa pace.Ti porto i saluti dei superstiti del tuo battaglione,di Nuto Revelli e di tutti gli alpini della Tridentina.Dormite in pace amici valtellinesi,in questo silenzio,in questa terra nera,in questo autunno dolcissimo.Chino la testa e poi un cenno con la mano:Ci ritroveremo un giorno.Arrivederci."

    ha scritto il