Ritratto di un ragazzo da buttare alle ortiche

Voto medio di 13
| 4 contributi totali di cui 4 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Mounir si sente un elettrone vagante, un extraterrestre, un selvaggio. Vorrebbe sfuggire alle continue lamentele dei suoi vicini e accontentare i suoi genitori, stacanovisti con un banco di ortofrutta al mercato, che ambiscono per lui a un futuro ... Continua
Ha scritto il 18/10/11
non è male ma, di fatto, non mi ha convinto del tutto. mi avvalgo della facoltà di rileggerlo in futuro.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 13/04/11
Il termine "Carino" mi lascia sempre incerta, in fondo è una "non-definizione".....ma quando ho finito la lettura ho pensato proprio questo. La scrittura è sicuramente giovane, ironica al punto giusto, capace di farti leggere con quel sorriso ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 01/04/11
Un libro hip hop
Se dovessi dare una collocazione stilistica a questo libro e al suo autore sarebbe: "letteratura hip hop", ammesso che esista. Nella lingua scritta di Rachid Djaïdani c'è musica di quartiere, c'è un parlato meticcio fatto di frasi brevissime e ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 17/03/11
Mounir ha ventun anni, è musulmano, è figlio di due fruttivendoli, vive nella banlieu parigina, lavora come garzone da un barbiere e ogni settimana va a far visita al suo psicanalista (e questo mi suona un pò bizzarro). Nel libro ci sono i suoi ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 2 commenti

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi