Samuele
Ha scritto il 13/04/18
Rituali è un romanzo profondamente novecentesco. Cioè, vorrei che però fosse chiaro che non lo sto dicendo con una qualche prospettiva comparativa, ma unicamente a livello tattile, di sensazioni. Dio mi liberi da dare un peso alle mie parole. Vabbè....Continua
rabbit
Ha scritto il 09/01/18

Traduzione dall’olandese di Fulvio Ferrari

In copertina:
E. Manet, _Ritratto di Emile Zola_, 1867-68 (particolare)

zumurruddu
Ha scritto il 24/09/17
Ben sola e ben nuda, senza miraggio, porta la sua anima Noteboom, ma il peso è indubbiamente notevole, e il risultato è un’insensatezza dura e crudele. I rituali del titolo - le religioni, la meditazione, le ricerche interiori, l’ascesi, qualunque fi...Continua
Héctor Genta...
Ha scritto il 03/10/15
Di rami e di foglie
Un Nooteboom in stato di grazia. Con una scrittura semplice e precisa e uno stile sobrio e attento agli eccessi, ci racconta la storia di Inni Wintrop, un dilettante della vita, uomo senza ambizioni che si definisce un'assenza, un buco. Un uomo che h...Continua
Asclepiade
Ha scritto il 28/12/12
Una vera delusione per me questo libro che piace a tutti: sonnacchiosi e antipatici fantasmi il protagonista Inni e i due Taads, padre e figlio; cicalate su Dio e sul cattolicesimo che sembrano discorsi da sedicenni o da avventori d'un'osteria; simbo...Continua

Jacques le...
Ha scritto il Feb 08, 2012, 17:45
«‘Non lo so. Forse non ci ho mai creduto’, gridò dinanzi a sé. Seguì il sarcastico riso di una gazza. E all’improvviso tutto il bosco fu affollato di padri della chiesa, inquisitori, martiri, fedeli, agnostici, pagani, filosofi, cinguettanti e sbrait...Continua
Pag. 67
Mita
Ha scritto il Sep 16, 2011, 17:53
In realtà sapeva con certezza che non solo non avrebbe mai voluto diventare qualcosa, ma anche che non lo sarebbe in effetti mai diventato. Il mondo era già strapieno di persone che erano qualcosa, e per lo più non ne erano evidentemente contente.
Pag. 57
Mita
Ha scritto il Sep 16, 2011, 17:51
In ogni momento importante della vita, pensò Inni in seguito, bisognerebbe avere accanto un Arnold Taads, qualcuno che ti chiede di descrivere con precisione che cosa senti, odori, assapori, pensi alla tua prima paura, alla tua prima umiliazione, all...Continua
Pag. 55

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi