Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Robinson Crusoe

di Daniel Defoe

By Tullio Pericoli

(4)

| Softcover

Like Robinson Crusoe ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

309 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Scrisse Poe: « Nemmeno una persona su dieci – anzi, nemmeno una persona su cinquecento, ha, durante l'esame di Robinson Crusoe, il minimo sentore che alcun briciolo di genio, o finanche di comune talento, sia stato impiegato nella sua creazione! I le ...(continue)

    Scrisse Poe: « Nemmeno una persona su dieci – anzi, nemmeno una persona su cinquecento, ha, durante l'esame di Robinson Crusoe, il minimo sentore che alcun briciolo di genio, o finanche di comune talento, sia stato impiegato nella sua creazione! I lettori non lo guardano nell'ottica di un prodotto letterario. Defoe non occupa nessuno dei loro pensieri – Robinson tutti. I poteri che hanno plasmato la meraviglia sono stati messi in ombra dallo stesso splendore della meraviglia che hanno plasmato! Leggiamo, e ci astraiamo perfettamente nell'intensità del nostro interesse – chiudiamo il libro, e siamo assolutamente convinti che avremmo potuto scriverlo noi stessi! Tutto questo è prodotto dalla persuasiva magia della verosimiglianza. Infatti l'autore di Crusoe deve aver posseduto, sopra tutte le altre facoltà, quella che è stata definita la facoltà di identificazione – quel controllo esercitato dalla volontà sull'immaginazione che permette alla mente di perdere, in ciò che è fittizio, la sua individualità. Ciò comprende, in larga misura, il potere di astrazione; e con queste chiavi si può in parte accedere al mistero di quell'incantesimo che ha così a lungo avvolto il libro prima di noi. Ma un'analisi completa del nostro interesse per esso non può essere data [solo] così. Defoe è largamente in debito con la sua materia. L' idea di uomo in uno stato di perfetto isolamento, sebbene spesso presa in considerazione, mai fu così esaustivamente attuata prima. Infatti la frequenza della sua presenza trai pensieri degli uomini ha denotato la portata della sua influenza sulla loro empatia, mentre il fatto che nessun tentativo di dar corpo al concetto fosse stato esperito serve a dimostrare la difficoltà di assumersi un tale impegno. Ma la vera storia di Selkirk nel 1771, con la formidabile impressione che allora fece all'opinione pubblica, bastò a infondere in Defoe sia il coraggio necessario per la sua opera, sia la totale fiducia nel suo successo. Quanto meraviglioso è stato il risultato! »

    Is this helpful?

    emmelle said on Aug 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Un classico così così

    Essendo amante dei romanzi d'avventura, mi sono tuffato con piacere nelle tanto decantate peripezie di Robinson Crusoe: soddisfatto? Solo in parte!

    Alcuni brani sono davvero ben descritti, in primis le tante descrizioni dell'isola, mentre altri accu ...(continue)

    Essendo amante dei romanzi d'avventura, mi sono tuffato con piacere nelle tanto decantate peripezie di Robinson Crusoe: soddisfatto? Solo in parte!

    Alcuni brani sono davvero ben descritti, in primis le tante descrizioni dell'isola, mentre altri accusano gli effetti del tempo: tutta l'attenzione data all'educazione cristiana di Venerdì, risulta a tratti pesante. E come al solito il finale con il protagonista che trionfa, riuscendo a guadagnare anche un bel po' di quattrini, è immancabile!

    Il secondo libro invece l'ho trovato abbastanza inutile, non vale nemmeno parlarne.

    Is this helpful?

    Jetrho said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Anch'io alla deriva...non ce l'ho fatta a superare lo scoglio delle 100 pagine. La scrittura piatta ci può anche stare ma è la mancanza di emozioni e di colpi di scena che appesantiscono molto la lettura. Ci riproverò con un po' di pazienza in più.

    Is this helpful?

    Seby Flavio Gulisano said on Jun 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Edizione (quasi) straordinaria

    È vero che per questo particolare libro vale di più la forma che il contenuto: carta pregiata, illustrazioni firmate da Pericoli, stampa nitidissima, rilegatura non preziosa ma accurata. Però è un vero peccato che questo libro contenga soltanto dei b ...(continue)

    È vero che per questo particolare libro vale di più la forma che il contenuto: carta pregiata, illustrazioni firmate da Pericoli, stampa nitidissima, rilegatura non preziosa ma accurata. Però è un vero peccato che questo libro contenga soltanto dei brani del Robinson Crusoe di Defoe e non il romanzo in versione integrale. Le illustrazioni sono STRAORDINARIE, peccato non poter leggere il romanzo completo facendo viaggiare la fantasia su quelle bellissime immagini. Cinque stelline a Pericoli e solo due all'Adelphi per le scelte editoriali.

    Is this helpful?

    ferrigno said on Apr 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Come si fa a recensire un grande classico come Robinson Crusoe? Mi sembra una cosa tra l'inutile e l'irriverente :) Lo farò per quelle poche persone che non l'hanno ancora letto, così come ho tardato anche io a farlo. La vicenda si svolge tra il 1651 ...(continue)

    Come si fa a recensire un grande classico come Robinson Crusoe? Mi sembra una cosa tra l'inutile e l'irriverente :) Lo farò per quelle poche persone che non l'hanno ancora letto, così come ho tardato anche io a farlo. La vicenda si svolge tra il 1651 e il 1694. E' la storia di un ragazzo, narrata in prima persona sotto forma di diario, che nonostante il parere contrario dei genitori, decide di imbarcarsi e andare alla scoperta dei mondi, magari diventando anche ricco. Ma tra una tempesta e l'altra, una nave e l'altra, si ritrova naufrago su un'isola disabitata, unico sopravvissuto. E' lì che per sopravvivere imparerà ad affrontare il lavoro, l'ingegno, la paura, la solitudine. E scoprirà anche la fede, e anche le crisi di fede. Questo è il cuore di tuto il romanzo, quello che ho preferito e che ritengo migliore, anche se potrebbe sembrare monotono visto che c'è solo un protagonista, ma in questo caso mi è piaciuto lo stesso. Poi arriverà Venerdì, un indigeno salvato da Robinson che lo terrà con se' come fedele e affezionato servitore, e con lui la trama ha una svolta più avventurosa e movimentata, fino a sfociare nel finale. E' un classico da non perdere e da consigliare anche ai più giovani, che ricchi di montagne di nuovi libri tra cui scegliere trascurano quelli impolverati sulle librerie dei genitori e dei nonni. E' un peccato, qualcuno tra di loro potrebbe scoprire che i romanzi "di una volta" non sono poi così male.

    Is this helpful?

    Saby1971 said on Apr 2, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Forse è un libro da leggere nella beata infanzia, ma comunque la parte pseudo religiosa è davvero invasiva, invadente e pedante.

    5--/10

    Is this helpful?

    Marta said on Mar 18, 2014 | 2 feedbacks

Improve_data of this book

Groups with this in collection