Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rock

500 dischi fondamentali

Di

Editore: Giunti

3.9
(99)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Altri

Isbn-10: 8809058143 | Isbn-13: 9788809058149 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: E. Cilia , F. Guglielmi

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Musica , Non-fiction

Ti piace Rock?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un elenco di album assolutamente fondamentali per conoscere il pianeta rock e i satelliti che gli ruotano attorno, che consiglia quali dischi possedere, di quali artisti e segnala gli esempi più significativi dei vari sottogeneri. Una guida che consente di delineare una raccolta ideale composta da 500 titoli nella versione completa e da 250 o 100 nelle versioni più essenziali. Una chiave di lettura dell'evoluzione del rock, in una visione a 360° dove c'è spazio anche per i suoni terzo quartomondisti, per le contaminazioni elettroniche e per l'hip hop, oltre che naturalmente per blues, soul, funk e reggae. Uno strumento utilissimo a scoprire (o riscoprire) una serie di lavori belli e rilevanti, senza limitarsi ai soliti classici.
Ordina per
  • 1

    Semplicemente ridicolo

    Una discutibilissima "antologia" di dischi frutto di ignoranza spaventosa, pregiudizi inaccettabili ed uno snobismo costante, a tratti persino ridicolo. Nel tentativo di risultare forzatamente originali e fuori dagli schemi ad ogni costo si è finito con l'ignorare band ed artisti di fondamentale ...continua

    Una discutibilissima "antologia" di dischi frutto di ignoranza spaventosa, pregiudizi inaccettabili ed uno snobismo costante, a tratti persino ridicolo. Nel tentativo di risultare forzatamente originali e fuori dagli schemi ad ogni costo si è finito con l'ignorare band ed artisti di fondamentale importanza ed impatto nella storia della musica popolare contemporanea, probabilmente per la sola "colpa" di aver riscosso un significativo successo commerciale. Sotto i colpi di questa penosa crociata pseudopunk cadono monumenti del rock come Queen e Genesis, minimizzati e liquidati in due parole con tono infastidito, o come gli elegantissimi Dire Straits, addirittura vergognosamente passati sotto silenzio, ed interi generi, come il progressive, trascurati e ignorati. Se ne avvantaggiano sconosciute band della nicchia punk/new wave, alla quale è stata palesemente data eccessiva importanza, o illustri sconosciuti provenienti dai margini della scena (terzo e quarto mondo), degni del dovuto rispetto, ma certo non paragonabili in alcun modo agli importanti nomi lasciati fuori. E' la peggior antologia di dischi mai fatta, distorta, disinformativa, saccente e priva di qualunque forma di obiettività e competenza storica.

    ha scritto il 

  • 0

    Il libro commenta i 500 dischi fondamentali per la conoscenza del genere rock. E' diviso in sei settori: > Alle origini del rock > 1961-1970 > 1971-1980 > 1981-1990 > 1991-2000 > Live

    ha scritto il 

  • 2

    Sarei tentato di dare una stella, ma voglio premiare lo sforzo e il valore simbolico dell'opera. Per il resto, scritto in maniera spocchiosa, trascurante intere frange del settore che si prefigge di rappresentare (il rock progressivo viene deriso, il pop brasiliano del tutto ignorato, la selezion ...continua

    Sarei tentato di dare una stella, ma voglio premiare lo sforzo e il valore simbolico dell'opera. Per il resto, scritto in maniera spocchiosa, trascurante intere frange del settore che si prefigge di rappresentare (il rock progressivo viene deriso, il pop brasiliano del tutto ignorato, la selezione rap è di una banalità sconcertante), con in aggiunta l'imperdonabile vezzo di arrivare a mettere una decina di dischi dei propri autori preferiti (Dylan, Reed, Springsteen) e ignorarne in toto altri assolutamente fondamentali (dove sono i New Order? Dove i Depeche Mode?). Questo non è "percorso articolato lungo cinquanta anni", checché ne dicano le note sul retro. Sono semplicemente i dischi preferiti dai redattori de "Il Mucchio", rivista che dalla fine degli anni Ottanta in poi non è più riuscita a stare al passo coi tempi, basando le proprie certezze su una serie di pregiudizi sconcertanti, che tutto hanno a che vedere tranne che col giornalismo serio.

    ha scritto il 

  • 5

    dischi fondamentali

    chi ama il Rock non puo' prescindere da questa guida,sritta dai giornalisti del muchhio selvaggio,ancora oggi dopo 30 anni il miglior magazine musicale italiano,percio' assolutamente consigliato

    ha scritto il 

  • 4

    Una guida indispensabile per gli appassionati di rock, un percorso articolato: da Elvis ai Beatles, dal progressive al punk, dai Nirvana alle musiche del nuovo millennio. Sto cercando di incrementare la mia cultura in materia, visto che è uno dei generi musicali che preferisco e c'è davvero tanto ...continua

    Una guida indispensabile per gli appassionati di rock, un percorso articolato: da Elvis ai Beatles, dal progressive al punk, dai Nirvana alle musiche del nuovo millennio. Sto cercando di incrementare la mia cultura in materia, visto che è uno dei generi musicali che preferisco e c'è davvero tanto da sapere e da ascoltare.

    ha scritto il