Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Roma capoccia

Cronache di una metropoli in 23 scrittori

Di

Editore: DeriveApprodi

3.3
(16)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 188 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 888873872X | Isbn-13: 9788888738727 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Lanfranco Caminiti

Ti piace Roma capoccia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ventitre scrittori si interrogano sulla cronaca, la vita vissuta, gli attiestremi di una città, Roma, che è metafora, mèta e percorso dello sguardo, delcervello e dell'anima. Ma pure quotidianità. Dove si lavora, si fa l'amore, sicanta, si cucina, si muore, si uccide. I racconti, di Giosuè Calaciura, RoccoCarbone, Antonio Cipriani, Eleonora Danco, Tommaso Giagni, Tommaso Giartosio,Nicola Lagioia, Francesco Longo, Francesco Màndica, Aldo Nove, TommasoOttonieri, Lorenzo Pavolini, Francesco Pacifico, Valeria Parrella, FrancescoPiccolo, Lorenza Pieri, Laura Pugno, Christian Raimo, Bia Saracini, ElenaStancanelli, Domenico Starnone, Carola Susani ed Emanuele Trevi, sono statiraccolti da Lanfranco Caminiti, direttore della rivista "Accattone".
Ordina per
  • 2

    Ennesima raccolta di racconti brevi (gli acquisti di Natale hanno visto questa svolta nella mia libreria) che questa volta non mi convince. Tanti buoni elementi, ma nessun soggetto compiuto pienamente. Dove ci sono interessanti esperimenti di composizione, manca quasi del tutto la storia, oppure ...continua

    Ennesima raccolta di racconti brevi (gli acquisti di Natale hanno visto questa svolta nella mia libreria) che questa volta non mi convince. Tanti buoni elementi, ma nessun soggetto compiuto pienamente. Dove ci sono interessanti esperimenti di composizione, manca quasi del tutto la storia, oppure si perde quasi del tutto il lato narrativo, rendendo il racconto un pesante (da leggere) virtuosismo tecnico. La maggior parte degli altri racconti mancano assolutamente di un qualsiasi interesse narrativo (in particolare - ma non ce l'ho con lei, giuro! - quello della Stancanelli) e l'uno e due che si salvano per trama e scrittura, peccano nel finale o restano piccole storielle senza troppa profondità.
    Da una raccolta "metropolitana" ci si può aspettare di più.

    p.s.: incidenti delle offerte promozionali: le ultime 60 pagine del libro circa sono un errore di stampa, per cui sono ripetuti tre/quattro racconti. Rischi per chi acquista dai magazzini delle case editrici (comunque è costato 1 euro, quindi...).

    ha scritto il 

  • 3

    Dei trenta "pezzi" di questa antologia, ho trovato eccellente (anzi, strepitoso) "Domani sarà peggio" di Tommaso Giagni e Christian Raimo (delirante monologo di un "bullo" di periferia) e ottimo "Qua so' cazzi" di Antonio Cipriani (storia di Mario Cipriani, detto "Stracci", muratore nonché talent ...continua

    Dei trenta "pezzi" di questa antologia, ho trovato eccellente (anzi, strepitoso) "Domani sarà peggio" di Tommaso Giagni e Christian Raimo (delirante monologo di un "bullo" di periferia) e ottimo "Qua so' cazzi" di Antonio Cipriani (storia di Mario Cipriani, detto "Stracci", muratore nonché talentuoso attore pasoliniano). E' ben godibile e pieno di amaro sense of humor "Grace" di Tommaso Giartosio. Il resto è mediocre nel migliore dei casi, con punte di atrocità ("Al club per scopare" di Nicola Lagioia).

    ha scritto il