Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Romanzi

Sulla strada - I sotterranei - I vagabondi del Dharma - Big Sur - Angeli della desolazione - Scritti vari

Di

Editore: Mondadori (I Meridiani)

4.0
(95)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 1762 | Formato: Cofanetto

Isbn-10: 8804555246 | Isbn-13: 9788804555247 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Nicoletta Villorani , Igor Legati , Marisa Caramella , Mario Corona

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Romanzi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Note: a cura e con un saggio introduttivo di Mario Corona

Caratteristiche: rilegato, in cofanetto, con sovraccoperta
Ordina per
  • 3

    Questo volumone che contiene i romanzi ritenuti dalla critica i più rappresentativi vuole essere un omaggio al sogno di Jack di veder confluire tutti i suoi lavori in un unica grande opera "La leggenda di Duluoz". Se Sulla Strada scorre via leggero, tra mille coast-to-coast in autostop con gente ...continua

    Questo volumone che contiene i romanzi ritenuti dalla critica i più rappresentativi vuole essere un omaggio al sogno di Jack di veder confluire tutti i suoi lavori in un unica grande opera "La leggenda di Duluoz". Se Sulla Strada scorre via leggero, tra mille coast-to-coast in autostop con gente che guida vecchi catorci a 140 km/h, bevute colossali, droga, e tutto il resto, abbiamo I Sotteranei dove la scrittura spontanea di Jack è illegibile e per di più la storia è anche noiosa, I Vagabondi del Dharma è una bella cavolata e strappa qualche sorriso il protagonista (che poi è sempre lui, Jack) che gioca a fare il monaco buddista e lo scalatore di montagne, Big Sur è il più interessante del gruppo, un libro cupo, triste, assurdo. L'ultimo, angeli della desolazione, non ho avuto nemmeno il coraggio di leggerlo perchè va bene che c'ho una pazienza non indifferente ma dai Sotterranei in poi è tutto un susseguirsi di bottiglie scolate, di strambe visioni, tutto sempre con un certo misticismo folle: ed è bravo chi ci capisce qualcosa.

    ha scritto il 

  • 4

    Io ho letto prima i Vagabondi del Dharma e successivamente Sulla strada. Si parla di autostop degli anni Cinquanta ma a me è servito come ispirazione anche negli anni Settanta ed Ottanta. Su distanze molto più nostrane e avventure ai minimi termini (un quasi incidente, una sbronza per di più non ...continua

    Io ho letto prima i Vagabondi del Dharma e successivamente Sulla strada. Si parla di autostop degli anni Cinquanta ma a me è servito come ispirazione anche negli anni Settanta ed Ottanta. Su distanze molto più nostrane e avventure ai minimi termini (un quasi incidente, una sbronza per di più non desiderata, ragazze niente se non fuggevoli fantasmi, un falò sulla spiaggia). In quegli anni c'è anche chi è partito e non è tornato più (o magari ha perso la testa, il corpo o l'anima o tutto quanto insieme). Su certe strade sembrava che non ti caricassero mai (ore e ore) utili per pensare. Bah, non è un commento ma io l'ho già detto scrivo per me, è un archivio personale (comodo perché già fatto e sempre consultabile). Comunque è un bel libro e lascia l'anima piena di aspettative (dico sulla strada)

    ha scritto il