Rose Madder

Di

Editore: Club degli Editori su licenza Sperling & Kupfer

3.6
(2426)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 513 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Russo , Olandese , Francese , Greco , Portoghese , Ceco , Polacco , Danese , Svedese , Indonesiano

Isbn-10: A000030399 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Rose Madder?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Rose fugge. Fugge da quattordici anni di soprusi, da un marito violento e da una vita che non promette più nulla. Ricominciare da capo è l'unica via d'uscita. Una città sconosciuta, una nuova occupazione e un nuovo compagno: finalmente tutto sembra girare per il verso giusto. La donna si imbatte anche in uno strano dipinto. Una crosta senza valore, o molto, molto di più? Il legame tra il quadro e Rose si fa sempre più stretto, quasi morboso, e quando il suo sadico marito si farà rivedere non troverà più la debole e indifesa mogliettina di un tempo, ma qualcuno o qualcosa che stenterà a riconoscere.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Gli ultimi libri di King che ho letto non mi hanno per nulla convinto, tanto da etichettarlo (quasi) a: "non per me!".
    Poi mi capita per le mani Rose Madder e le mie idee si confondono sempre più.
    L'h ...continua

    Gli ultimi libri di King che ho letto non mi hanno per nulla convinto, tanto da etichettarlo (quasi) a: "non per me!".
    Poi mi capita per le mani Rose Madder e le mie idee si confondono sempre più.
    L'ho apprezzato non meno di Misery; una storia avvincente e un lato sovrannaturale in stile mitologia greca che mi ha affascinato.
    Consiglio a tutti questa lettura che mi è piaciuta molto, forse proprio perchè si discosta un po' dal solito King...

    "Questi miti sono intessuti di verità, Rosie.
    E' questo il loro potere.
    E' per questo che sopravvivono"

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    A letto con il nemico versione paranormale

    Appena ho letto la trama ho subito pensato,King ma che fai copi a pari passo A letto con il nemico?Poi però leggendo il libro ,lo stile di scrittura di King come al solito mi ha catturato e così anch ...continua

    Appena ho letto la trama ho subito pensato,King ma che fai copi a pari passo A letto con il nemico?Poi però leggendo il libro ,lo stile di scrittura di King come al solito mi ha catturato e così anche la trama.Mi ha intrigato non poco la ricerca di Norman della sua Rosie,libro scritto molto bene. Non mi è dispiaciuta la parte sovranaturale tanto che mi chiedo dove è finito realmente il corpo di Norman? Voto 4 stelle meritate, anche se sarebbero 3 stelle 1/2.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Ho letto quasi tutti i libri del Re...questo mi mancava e devo dire che è un buon libro, molto avvincente soprattutto quando Norman impazzisce andando alla ricerca della moglie.....mi ha tenuto verame ...continua

    Ho letto quasi tutti i libri del Re...questo mi mancava e devo dire che è un buon libro, molto avvincente soprattutto quando Norman impazzisce andando alla ricerca della moglie.....mi ha tenuto veramente incollato x vedere come andava a finire!

    ha scritto il 

  • 2

    Appendi il mostro ad un chiodo

    È stato il primo libro di King che ho letto, e ho apprezzato, anche se il mio entusiasmo ha iniziato a scemare poco dopo la metà. La storia di Rosie, vittima di anni e anni di violenze da parte del ma ...continua

    È stato il primo libro di King che ho letto, e ho apprezzato, anche se il mio entusiasmo ha iniziato a scemare poco dopo la metà. La storia di Rosie, vittima di anni e anni di violenze da parte del marito poliziotto (che culo), mi ha incuriosita sin dall'inizio; le pagine della fuga sono le mie preferite, perché la sua tensione è palpabile e raccontata con maestria.
    Se gli eventi si fossero mantenuti sul realistico (e dire che io amo il paranormal/horror), sarebbe stato un bellissimo libro.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Avrei preferito che la storia avesse un finale diverso, non ho apprezzato particolarmente il salto nel quadro e la svolta nel mondo soprannaturale.

    ha scritto il 

  • 3

    Storia femminista in un universo parallelo

    Rose è sposata con un poliziotto pazzo e sadico, che la picchia, la umilia, la fa vivere nel terrore. Una mattina decide di lasciarlo e si trasferisce in un’altra città, dove trova rifugio in un istit ...continua

    Rose è sposata con un poliziotto pazzo e sadico, che la picchia, la umilia, la fa vivere nel terrore. Una mattina decide di lasciarlo e si trasferisce in un’altra città, dove trova rifugio in un istituto x donne maltrattate. Riesce a trovare una casa, un lavoro, un nuovo delicato amore, ma il marito continua a cercarla e perseguitarla. Compra uno strano quadro, che è una porta per un universo parallelo, spietato ma non nemico. La storia sviluppa due temi: il thriller realistico sulla fuga di Rose dalla follia persecutoria dello psicopatico Norman e il fantasy onirico e horror del viaggio nel mondo neoclassico del quadro. E’ un argomento caro a King, quello della violenza sulle donne, trattato anche in altri romanzi, a volte fino a sconfinare nel femminismo, come ne “La storia di Gerald” e nel racconto “Maxicamionista”, ma che ha ispirato capolavori assoluti come “Dolores Claiborne”. Il tema del quadro come porta di una realtà in divenire è affascinante e inquietante, se immaginiamo di poterci proiettare nei quadri o foto poster appesi ai muri della nostra stanza, anche se realizzati da noi, ma in altri tempi e situazioni. L’universo parallelo in cui è possibile modificare la realtà è meno affascinante di quello de “La storia di Lisey” e contiene molte reminiscenze classiche, come il mito delle Erinni e del Minotauro, una tentazione alla quale forse pochi scrittori vogliono sottrarsi. L’ambientazione nella città sul lago è insolitamente vaga, ma la descrizione della follia omicida di un poliziotto è di difficile accettazione negli Stati Uniti. Romanzo insolitamente d’azione, ma anche fantasy e horror, non è tra i miei preferiti, ma lo stile del Maestro rimane sempre scorrevole e avvincente.

    ha scritto il 

  • 2

    Uno del libri del Re che ho meno apprezzato, molto attuale l'argomento delle violenze domestiche ma la svolta soprannaturale secondo me ha svilito la storia.
    Faccio veramente fatica a criticare negat ...continua

    Uno del libri del Re che ho meno apprezzato, molto attuale l'argomento delle violenze domestiche ma la svolta soprannaturale secondo me ha svilito la storia.
    Faccio veramente fatica a criticare negativamente il mio idolo letterario ma questa volta non posso farne a meno.

    ha scritto il 

  • 3

    Mescolando suggestioni tipiche del thriller con la più cupa declinazione possibile di una certa forma d’onirismo, e fondendo il tutto grazie a quel potente collante che è l’indistruttibile universalit ...continua

    Mescolando suggestioni tipiche del thriller con la più cupa declinazione possibile di una certa forma d’onirismo, e fondendo il tutto grazie a quel potente collante che è l’indistruttibile universalità dei miti greci (in questo caso il Minotauro), Stephen King porta a compimento uno dei suoi romanzi migliori, probabilmente meritevole di una maggiore attenzione da parte di quel grande pubblico affezionato più ai suoi successi conclamati (ad esempio “It”) che alla totalità della sua opera. Una storia che, nutrendosi di antiche ispirazioni, finisce col restituire alla contemporaneità il vivifico potere della mitologia. Rinnovandolo, adattandolo, filtrandolo attraverso una figura di donna «vera» qual è Rose Madder, «forza della natura» devota alle sue leggi a metà fra mente e istinto; dove l’ultimo prevale quasi sempre sulla prima, ma solo per premiare con l’autonomia e la sicurezza, proprie di una madre esperta, quella ragazza che ha saputo rischiare la sua vita pur di ricominciare a viverla, che ha messo in gioco se stessa pur di riconquistarsi.

    ha scritto il 

  • 1

    Meh...?

    Il Re Idiota malgrado tutto è un dio nello scrivere i dialoghi e nell'impostare le storie.
    C'è il solo piccolo problema che ormai credo abbia esaurito tutto le idee che gli sono uscite dalla testa (e ...continua

    Il Re Idiota malgrado tutto è un dio nello scrivere i dialoghi e nell'impostare le storie.
    C'è il solo piccolo problema che ormai credo abbia esaurito tutto le idee che gli sono uscite dalla testa (e sto leggendo in ordine, per ora sono al 1995 circa).
    Il romanzo è pesantissimo 500 pagine circa in cui vengono mescolati 4 fatti:
    a) il solito marito psicopatico (questa volta in variante poliziotto) che picchia la moglie e la perseguita;
    b) la solita povera moglie in fuga dal marito psicopatico;
    c) il terzo incomodo; Bill. Il cui scopo non mi è del tutto chiaro ai fini della narrazione - assumeremo che Bill è inutile;
    d) l'elemento sovrannaturale che funge da Deus Ex Machina.

    ha scritto il 

Ordina per