Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rose Madder

By

Publisher: Beta - Dobrovský

3.6
(2363)

Language:Čech | Number of Pages: 413 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , German , Italian , Spanish , Russian , Dutch , French , Greek , Portuguese , Polish , Danish , Swedish , Indonesian

Isbn-10: 8086029409 | Isbn-13: 9788086029405 | Publish date: 

Translator: Buška Bryndová ; Cover Design: Petr Bauer

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Rose Madder ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Mladá žena Rose je provdána za sadistického policistu-detektiva, který s ní nesmírně brutálně zachází. Jednoho dne se rozhodne od svého muže utéct a začít nový život daleko od něj. V zastavárně, kde se pokouší zpeněžit svůj zásnubní prsten, spatří podivný obraz starověké kněžky v purpurovém rouchu na pozadí pohanského chrámu. Při pohledu na obraz pocítí zvláštní, silné pohnutí, rozhodne se ho koupit. Později zjistí, že obraz je podobně jako pověstné Alenčino zrcadlo branou do tajemného světa. V něm se setká i s „Rose Madder" - ženou v purpurovém rouchu. Protože prokáže této nebezpečně vyhlížející bytosti službu, může od ní očekávat pomoc. A zdá se, že ji bude potřebovat...
Sorting by
  • 4

    Per le donne? No, anche per gli uomini.

    Affascinata dalla copertina con la Medusa del Caravaggio l'ho acquistato in un mercatino molti anni fa ed ora che l'ho recuperato in ebook lo aggiungo nella mia libreria in aNobii.
    E' un horror che t ...continue

    Affascinata dalla copertina con la Medusa del Caravaggio l'ho acquistato in un mercatino molti anni fa ed ora che l'ho recuperato in ebook lo aggiungo nella mia libreria in aNobii.
    E' un horror che tocca un tema importante qual'è la violenza sulle donne e, ancora peggio, la protagonista ha per marito un insospettabile e stimato poliziotto. Nessuno mai crederà che la sua vita è un inferno dentro le mure domestiche e solo dopo anni di maltrattamenti e grazie a una piccola goccia di sangue sul cuscino che con grande coraggio fugge. Sarà fortunata perché troverà ospitalità in una comune per donne maltrattate, ma per quanto si nasconda bene ad un marito poliziotto come si può sfuggire per sempre? E dove? In un dipinto....
    Un Stephen King dalla parte delle donne, un libro bello e indimenticabile.

    said on 

  • 3

    Mescolando suggestioni tipiche del thriller con la più cupa declinazione possibile di una certa forma d’onirismo, e fondendo il tutto grazie a quel potente collante che è l’indistruttibile universalit ...continue

    Mescolando suggestioni tipiche del thriller con la più cupa declinazione possibile di una certa forma d’onirismo, e fondendo il tutto grazie a quel potente collante che è l’indistruttibile universalità dei miti greci (in questo caso il Minotauro), Stephen King porta a compimento uno dei suoi romanzi migliori, probabilmente meritevole di una maggiore attenzione da parte di quel grande pubblico affezionato più ai suoi successi conclamati (ad esempio “It”) che alla totalità della sua opera. Una storia che, nutrendosi di antiche ispirazioni, finisce col restituire alla contemporaneità il vivifico potere della mitologia. Rinnovandolo, adattandolo, filtrandolo attraverso una figura di donna «vera» qual è Rose Madder, «forza della natura» devota alle sue leggi a metà fra mente e istinto; dove l’ultimo prevale quasi sempre sulla prima, ma solo per premiare con l’autonomia e la sicurezza, proprie di una madre esperta, quella ragazza che ha saputo rischiare la sua vita pur di ricominciare a viverla, che ha messo in gioco se stessa pur di riconquistarsi.

    said on 

  • 1

    Meh...?

    Il Re Idiota malgrado tutto è un dio nello scrivere i dialoghi e nell'impostare le storie.
    C'è il solo piccolo problema che ormai credo abbia esaurito tutto le idee che gli sono uscite dalla testa (e ...continue

    Il Re Idiota malgrado tutto è un dio nello scrivere i dialoghi e nell'impostare le storie.
    C'è il solo piccolo problema che ormai credo abbia esaurito tutto le idee che gli sono uscite dalla testa (e sto leggendo in ordine, per ora sono al 1995 circa).
    Il romanzo è pesantissimo 500 pagine circa in cui vengono mescolati 4 fatti:
    a) il solito marito psicopatico (questa volta in variante poliziotto) che picchia la moglie e la perseguita;
    b) la solita povera moglie in fuga dal marito psicopatico;
    c) il terzo incomodo; Bill. Il cui scopo non mi è del tutto chiaro ai fini della narrazione - assumeremo che Bill è inutile;
    d) l'elemento sovrannaturale che funge da Deus Ex Machina.

    said on 

  • 4

    Io ricambio!!

    Stephen King , grande maestro del brivido ci regala una storia emozionante che ci tiene in sospeso dall'inizio alla fine...
    Brividi di paura, salti sulla sedia....oddio non me l'aspettavo dopo tutti i ...continue

    Stephen King , grande maestro del brivido ci regala una storia emozionante che ci tiene in sospeso dall'inizio alla fine...
    Brividi di paura, salti sulla sedia....oddio non me l'aspettavo dopo tutti i libri che ho macinato che mi colpisse così..
    Rosie, una donna maltrattata decide dopo 14 anni di violenze inaudite, di fuggire dal suo torturatore, il marito poliziotto, folle e prepotente...
    In tal modo si riappropria della propria identità: "Io sono Rosie, sono Rosie vera...sono una forza della natura.."e con questa coraggiosa affermazione inizia una nuova vita..
    Un piccolo appartamento, un nuovo lavoro e poi anche l'incontro fortuito con un uomo gentile e mite,
    così come non aveva mai sperato, Rosie si reca in un banco di pegni dove scambia l'anello di fidanzamento (che poi risulta essere falso), con un quadro misterioso che pare che goda di una vita propria.
    Ma quando pare che tutto vada per il meglio, Normann torna all'attacco per riportare all'ovile la moglie fuggitiva, ribelle e recalcitrante...e portandosi dietro la sua odiosa violenza uccide....donne, poliziotti...
    seminando terrore, sangue e morte...
    Ma stavolta Rosie possiede il magico quadro, segno del suo riscatto femminile
    e la divinità alla quale ha riportato la figlia le ha promesso solennemente con voce sibillina"Io ricambio"!!
    Nel momento in cui Normann tornerà per riaffermare il suo odioso potere,
    Rosie lo attirerà nel quadro....e la Dea Serpente lo ridurrà alla stregua di un fiero pasto, liberando per sempre la povera Rosie dal suo incubo esistenziale.
    Un libro inquietante, avvincente che scava a fondo nei meandri della mente umana, rivelandone i più cupi delitti..
    Un libro per le donne e dalla parte delle donne, anche se scritto da un uomo.
    Una storia indimenticabile...un best seller...
    Consigliato e promosso a pieni voti.
    Saluti.
    Ginseng666

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Rosie Vera.

    Rispetto ad altri libri di King ho trovato questa lettura più semplice anche se ripetitiva.
    L'aspetto che più mi ha colpita è stato il prendere in considerazione sia il punto di vista di Rose che quel ...continue

    Rispetto ad altri libri di King ho trovato questa lettura più semplice anche se ripetitiva.
    L'aspetto che più mi ha colpita è stato il prendere in considerazione sia il punto di vista di Rose che quello di Norman, facendo capire lo stato psicologico in cui entrambi si trovavano e che li caratterizzava. Tuttavia, il particolare fantasy che si è inserito per quanto carino fosse, l'ho trovato forzato, troppo forzato. Speravo che poi si sarebbe incentrato su qualcosa di realistico per il finale e invece...
    comunque non è male, sopratutto per l'argomento delicato trattato.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    E', senza alcun dubbio, una storia attuale ed avvincente.
    Attuale per la situazione da cui prende spunto: le indicibili servizie alle quali Rose, donna dolce e remissiva, viene sottoposta, fra le pare ...continue

    E', senza alcun dubbio, una storia attuale ed avvincente.
    Attuale per la situazione da cui prende spunto: le indicibili servizie alle quali Rose, donna dolce e remissiva, viene sottoposta, fra le pareti domestiche, da suo marito Norman, poliziotto violento e feroce.
    Avvicente per il modo in cui King segue i due principali protagonisti: da un lato i progressi della nuova vita che Rose comincia a vivere dopo aver deciso di abbandonare il tetto coniugale; dall'altro i progressi delle indagini che Norman compie per ritrovare la moglie e l'inesorabile sprofondare della sua mente investigativa in una sanguinaria follia.
    Meno riuscito l'aggancio della storia alla dimensione soprannaturale innescata dal quadro che Rose acquista presso il Libety City – Prestiti & Pegni.
    La perfezione non è di questo mondo o, almeno, King non la raggiunge con questo pur notevole libro.

    said on 

  • 4

    Questo libro tocca un argomento delicato e King è riuscito a parlarne senza sfociare troppo nella violenza aggiungendo anche pagine di fantasia. Non mi è piaciuto l'aspetto "fantasy" della storia poic ...continue

    Questo libro tocca un argomento delicato e King è riuscito a parlarne senza sfociare troppo nella violenza aggiungendo anche pagine di fantasia. Non mi è piaciuto l'aspetto "fantasy" della storia poichè troppo irreale, però 4 stelle sono meritate.

    said on 

  • 4

    IL Libro che mi ha fatto conoscere il Stephen King

    Mi è piaciuto un sacco, a dispetto di Desperation. Non amando alla follia i thriller non ho letto altro, ho in lista Mucchio d'ossa ma non posso dire di conoscere il Re.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    La storia di Rose Madder è un classico di King: una storia oltre il conifine con il reale, ma appena tanto cosí, in modo da farti convincere che, quasi quasi, sarebbe una storia possibile.
    Come sempre ...continue

    La storia di Rose Madder è un classico di King: una storia oltre il conifine con il reale, ma appena tanto cosí, in modo da farti convincere che, quasi quasi, sarebbe una storia possibile.
    Come sempre i personaggi sono perfetti, ognuno al suo posto; cosí come i dialoghi sono convincenti: sempre la parola giusta al momento giusto (a parte Bill, che parla un po' da sfigato).
    Ma c'è un però.
    A un certo punto la storia dovrebbe finire. Il lettore è certo che finisca. È evidente che non ci sia altro da aggiungere. Tutto si è concluso. Chi doveva morire è morto, chi doveva sopravvivere è sopravvissuto.
    Invece no. Continua. Per pagine e pagine. Tant'è che, per la prima volta da quando leggo King, ho pensato "cazzo, falla finita, Stephen".
    Quindi è per questo che il libro passa dall'essere "bello", all'essere "cosí cosí".

    said on 

Sorting by