Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rosso corallo

Edizione illustrata

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.4
(331)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8820042150 | Isbn-13: 9788820042158 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace Rosso corallo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Rosso corallo: un colore che parla di passione. Come quella che percorre questa storia, dominata da una protagonista decisa a realizzare i propri sogni senza tradire se stessa. Liliana Corti cresce, insieme ai tre fratelli, in una famiglia operaia nella Milano del dopoguerra. Dai genitori ha imparato a preservare la sua dignità e a rivendicare i propri diritti in una società in cui i più deboli subiscono spesso soprusi e ingiustizie. Intanto, i tempi cambiano velocemente: arrivano gli anni del boom economico, la contestazione, i giorni cupi del terrorismo, la "Milano da bere", l'intreccio tra politica e affari... Edizione illustrata
Ordina per
  • 5

    Giuseppe, Palmiro, (“i cui nomi sono stati scelti dai genitori in onore di Di Vittorio e Togliatti”), Liliana e Rosellina sono quattro fratelli di una famiglia operaia nella Milano del dopoguerra. I genitori, Ernestina e Renato, vivono e trasmettono i valori della giustizia sociale e del riconosc ...continua

    Giuseppe, Palmiro, (“i cui nomi sono stati scelti dai genitori in onore di Di Vittorio e Togliatti”), Liliana e Rosellina sono quattro fratelli di una famiglia operaia nella Milano del dopoguerra. I genitori, Ernestina e Renato, vivono e trasmettono i valori della giustizia sociale e del riconoscimento dei diritti dei lavoratori, anche a costo di pagare a caro prezzo e di persona la dedizione alla causa. E quando i figli crescono e riescono ad affermarsi nella società – Liliana in particolare, che è la vera protagonista del racconto, riesce ad avere una carriera sfolgorante – continuano a portare avanti con coerenza gli insegnamenti ricevuti. Nel frattempo, però, la società sta cambiando e, dopo gli anni del boom economico, arriva anche il periodo difficile della contestazione, del terrorismo, della faticosa mediazione tra estremisti e riformisti all'interno delle fabbriche, di Tangentopoli, del complicato e perverso intreccio tra affari e politica, per cui diventa sempre più arduo muoversi in un mondo prima estremista e poi corrotto. Non uno dei migliori romanzi dell'Autrice, alla quale tuttavia va riconosciuto il merito di aver saputo raccontare con sapienza, in una accorta miscela di avvenimenti pubblici e vicende private della famiglia Corti, un complesso periodo storico della nostra Repubblica, tra aspettative per un futuro migliore e frustrazioni per non essere riusciti a realizzarlo così come nelle aspirazioni di quella generazione.

    ha scritto il 

  • 2

    .... buoni sentimenti ma banale....

    I Corti, una bellissima famiglio proletaria dove regna l'amore e l'onestà. I figli, tutti bellissimi e fedeli alla rettitudine morale paterna, avranno tutti carriere di successo e saranno tutti molto amati dai loro rispettivi compagni ... così come si amarono i loro genitori. Una favola in chiave ...continua

    I Corti, una bellissima famiglio proletaria dove regna l'amore e l'onestà. I figli, tutti bellissimi e fedeli alla rettitudine morale paterna, avranno tutti carriere di successo e saranno tutti molto amati dai loro rispettivi compagni ... così come si amarono i loro genitori. Una favola in chiave moderna .....
    Una scrittura piuttosto banale che spesso annoia. E' il primo libro che leggo di questa autrice e sicuramente anche l'ultimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Rosso Corallo, lettura piacevole

    La lettura del romanzo è stata molto piacevole. Lo stile è semplice e pacato. L'autrice ha la capacità di non far trapelare ansia, in quanto anche le situazioni che potrebbero generare nel lettore suscettibile (quale io sono) stati d'ansia e d'angoscia, vengono descritte in maniera molto delicata ...continua

    La lettura del romanzo è stata molto piacevole. Lo stile è semplice e pacato. L'autrice ha la capacità di non far trapelare ansia, in quanto anche le situazioni che potrebbero generare nel lettore suscettibile (quale io sono) stati d'ansia e d'angoscia, vengono descritte in maniera molto delicata ma non per questo distaccata. La trama non è per nulla scontata e sono descritti molto bene, sempre in modo delicato, i sentimenti e gli stati d'animo dei personaggi.
    “Cercare il dialogo e non lo scontro” è secondo me il filo conduttore del libro, ed è una bella lezione di vita. Il personaggio di Renato (il padre di Liliana) mi è rimasto nel cuore, per la sua pacatezza, la sua bontà e i suoi ideali.
    Una bella storia e una bella lettura!

    ha scritto il 

  • 2

    Un libro che parte abbastanza bene, con dei personaggi interessanti...ma diventa sempre più piatto e noioso andando avanti...senza sorprese, senza emozioni, sicuramente uno dei più brutti di questa autrice.

    ha scritto il 

  • 2

    Buona ripulitura di un Harmony.
    Però, porc... non poteva limitarsi alla storia di una persona lasciando la storia italiana sullo sfondo? Oppure includendola, ma facendolo seriamente? Sgrunt.

    ha scritto il 

  • 2

    L'aspetto positivo di questo romanzo credo sia il fatto di proporre "buoni esempi": il rapporto di fiducia e sostegno reciproco tra i coniugi Corti, l'unità dei figli che pur crescendo continuano ad essere presenti l'uno per l'altro, i valori che porta avanti Liliana, donna onesta, genuina, affid ...continua

    L'aspetto positivo di questo romanzo credo sia il fatto di proporre "buoni esempi": il rapporto di fiducia e sostegno reciproco tra i coniugi Corti, l'unità dei figli che pur crescendo continuano ad essere presenti l'uno per l'altro, i valori che porta avanti Liliana, donna onesta, genuina, affidabile e tenace.
    Tuttavia in generale trovo la narrazione eccessivamente piatta e statica. Io avrei vivacizzato la seconda parte del libro permettendo alla protagonista di abbandonarsi almeno una volta alla passione e al desiderio, piuttosto che continuare a compiere scelte esclusivamente razionali.

    ha scritto il 

  • 3

    Quando sei sola al mare con tua nonna, hai 13 anni e hai finito il tuo libro (e soprattutto non ti viene in mente che puoi comprarne un altro), arrivi a leggere anche SCM.

    ha scritto il 

  • 5

    E' stato come vedere un film all'italiana...

    Anche se la vita della protagonista è un po' troppo utopistica nella sua perfezione, il romanzo è molto bello e si legge tutto d'un fiato. Dalla protagonista c'è molto da imparare: la determinazione, il coraggio e la voglia di vivere. Mi è sembrato di vedere un bel film distensivo in televisione ...continua

    Anche se la vita della protagonista è un po' troppo utopistica nella sua perfezione, il romanzo è molto bello e si legge tutto d'un fiato. Dalla protagonista c'è molto da imparare: la determinazione, il coraggio e la voglia di vivere. Mi è sembrato di vedere un bel film distensivo in televisione!E' il terzo libro che leggo di questa autrice e anche se questi romanzi sono da "romantiche casalinghe" sono irresistibili e penso di leggerne altri perchè non c'è cosa più bella di aiutare la fantasia a sognare!

    ha scritto il 

  • 2

    L'autrice è stata definita una "inventrice di sogni", ma io la definirei più una "inventrice di favole"...o almeno per questo romanzo sicuramente!
    La favola dei 4 fratelli Corti, che grazie alla loro eccellenti qualità (bellezza, intelligenza, carisma etc etc, come l'autrice non tarda a rim ...continua

    L'autrice è stata definita una "inventrice di sogni", ma io la definirei più una "inventrice di favole"...o almeno per questo romanzo sicuramente!
    La favola dei 4 fratelli Corti, che grazie alla loro eccellenti qualità (bellezza, intelligenza, carisma etc etc, come l'autrice non tarda a rimarcare!) e ad una serie (infinita) di circostanze favorevoli riescono tutti a raggiungere i propri obiettivi.
    Il libro complessivamente è molto scorrevole, ma troppi stereotipi! Dal fratello gay, che diventa uno stilista affermato, alla sorella maggiore (la vera protagonista), donna piuttosto cinica, arrivista e sicura di sè che riesce a far carriera in un'azienda dallo stampo molto maschilista, per finire con la sorella minore, ragazza superficiale e civettuola, che sfonda nel mondo dello spettacolo.
    Insomma....a mancare è proprio l'originalità dei contenuti!

    ha scritto il