Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Route des Indes

By E.M. Forster,Charles Mauron

(3)

| Others | 9782267004106

Like Route des Indes ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

116 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    mi accingo a commentare uno dei grandi capolavori della letteratura (o almeno considerato tale..difatti è inserito nella lista dei 100 non a caso).
    Le mie impressioni? A costo di scandalizzare qualcuno…ha deluso le mie aspettative.
    Ho avuto la sensa ...(continue)

    mi accingo a commentare uno dei grandi capolavori della letteratura (o almeno considerato tale..difatti è inserito nella lista dei 100 non a caso).
    Le mie impressioni? A costo di scandalizzare qualcuno…ha deluso le mie aspettative.
    Ho avuto la sensazione che l'autore abbia voluto con questo romanzo fare un tentativo di entrare in contatto con una civiltà e un mondo che poco ha a che vedere con la sua Inghilterra. Siamo in India, siamo nell'India colonizzata dagli inglesi, un'India occupata e Forster è un maestro nel fotografare quella che doveva essere la situazione in quel momento storico. Questo più che la vicenda e l'intreccio mi ha colpito; l'ambientazione. Gli inglesi e loro rapporto con gli indiani. Forster è un narratore e un cronista fedele pur essendo un romanziere di indubbio talento.
    Il suo è appunto un "passaggio", un passaggio non perfettamente riuscito a mio parere.

    Is this helpful?

    LauraDafne90 said on Jul 15, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Noi e gli altri

    Noi e voi vorremmo essere amici, lo sentiamo nel cuore, ma le nostre convenzioni sociali e le nostre differenti culture non ce lo permettono, almeno non ancora e non qui.
    Questo romanzo è un'ottima introduzione alla mentalità indiana.

    Is this helpful?

    Rossoprimo said on May 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Evidenziando le varie differenze culturali, sociali e di pensiero tra indiani e inglesi, l’autore non si preoccupa di mettere chiaramente in risalto se voglia denunciare l’atteggiamento dominante del mondo coloniale dell’impero Britannico o se voglia ...(continue)

    Evidenziando le varie differenze culturali, sociali e di pensiero tra indiani e inglesi, l’autore non si preoccupa di mettere chiaramente in risalto se voglia denunciare l’atteggiamento dominante del mondo coloniale dell’impero Britannico o se voglia solo rimarcare una privata considerazione nell’ambito delle proprie idee e convinzioni.
    A parte questo, nel libro c'è dietro anche una storia carina e accattivante in chiave moderna.

    Is this helpful?

    Gaia1998 said on May 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forster conecta les relacions personals amb la política del colonialisme britànic amb el moviment per la independència (anys 20) de fons. En aquests anys la major part del subcontinent es troba sota domini efectiu de l´imperi britànic des de fa molt ...(continue)

    Forster conecta les relacions personals amb la política del colonialisme britànic amb el moviment per la independència (anys 20) de fons. En aquests anys la major part del subcontinent es troba sota domini efectiu de l´imperi britànic des de fa molt de temps, desenvolupant un potent control econòmic de les seves riqueses naturals i creant un florent comerç beneficiant el poder indiscutible de la GB, un imperi que començaria a caure alhora en aquesta mateixa època amb d´adevniment de les Guerres Mundials. Durant tot aquest temps, la població ínida patia abusos ja que es tractava d´una colònia concebuda d´explotació.
    La trama gira al voltant del Dr Aziz, la srta Quested i la Sra Moore i altres membres de la comunitat de Chandrapore i un vergonyos procés judicial en què es posaran de relleu totes les diferències culturals, polítiques, socials i econòmiques existents entre britànics i indis.

    Is this helpful?

    Finisterre said on Mar 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Io ci ho provato, sul serio.

    TUTTE LE MIE RECENSIONI
    http://lemieletturecommentate.blogspot.it/

    Mi sono apprestata a leggere questo romanzo con le migliori intenzioni, ho retto la prima parte decentemente, ma poi mi sono dovuta arrendere all’evidenza che questo classico modern ...(continue)

    TUTTE LE MIE RECENSIONI
    http://lemieletturecommentate.blogspot.it/

    Mi sono apprestata a leggere questo romanzo con le migliori intenzioni, ho retto la prima parte decentemente, ma poi mi sono dovuta arrendere all’evidenza che questo classico moderno non fa per me.
    Non avevo letto nulla di Forster finora, avevo solo visto due film tratti dai suoi romanzi (Casa Howard e Camera con vista) e in base a quelli dovevo immaginarmi che la lettura non avrebbe incontrato troppo i miei gusti. A dire il vero un film su Passaggio in India lo guarderei volentieri, la durata sarebbe limitata, i numerosi personaggi avrebbero un volto per essere ricordati meglio, ci sarebbero sicuramente belle inquadrature, una bella fotografia. Ma il libro no, decisamente è in uno stile troppo “antico” e soprattutto si narra di vicende basate su certe convenzioni sociali e su certi modi di ragionare per me incomprensibili.
    Sicuramente la forma in cui il romanzo è scritto ha influenzato negativamente il mio apprezzamento, più che della storia in sé. Forster è lontano dallo stile di alcuni autori suoi coevi che mi sono piaciuti per la loro modernità, lui guarda al passato come modello stilistico, troppo “english old style” per destare in me un interesse vivo.
    Ho voluto comunque portare a termine la lettura, forse alla ricerca di una rivelazione finale che mi illuminasse, ma la rivelazione non è arrivata, e non mi vergogno a dire che ad un certo punto ho cominciato a saltellare tra le pagine per accelerare la fine di questa noiosa esperienza.
    Peccato, perchè alcuni spunti mi sono piaciuti, ad esempio alcune velate critiche alle convenzioni sociali, che però, invece di emergere con prepotenza, sono rimaste appena percepibili sotto la patina “politically correct” tipicamente inglese.

    Citazione:

    “ Ma se non ci si preoccupa come si fa a capire?”

    Is this helpful?

    Monica Spicciani (scambio cartacei-sottolineo a matita) said on Feb 28, 2014 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book