Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rumori fuori scena

Di

Editore: Costa & Nolan

4.3
(26)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 142 | Formato: Altri

Isbn-10: 8874370466 | Isbn-13: 9788874370467 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: F. Ottoni

Ti piace Rumori fuori scena?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Brillante prova di teatro nel teatro, la commedia mette in scena le impresegoffe di una compagnia di teatranti inesperti, impegnati in un tour che portain giro per l'Inghilterra la tormentata rappresentazione di una farsa erotica.A dirigerli, un regista che si preoccupa molto più di collocare nelpalcoscenico un piatto di sardine che di contenere i suoi attori allo sbando.Si ripete tre volte il primo atto in un crescendo di equivoci, intrighi estorie parallele che si ingarbugliano dietro la scena. La comicità che nederiva, tenuta alta da un intelligente british humour, ha un effettodissacrante ma benefico. Lo sguardo acuto che gioca su una tempisticaimpeccabile, dal teatro si estende al mondo, scoprendone le manie e i capriccie rendendoli amabili con la forza dell'ironia.
Ordina per
  • 5

    Assolutamente da leggere. Teatro contemporaneo scoppiettante, mordente, sagace, ironico, graffiante e irriverente.
    Teatro nel teatro, teatro al quadrato.
    I personaggi sono molti e l'azione è serrata e un tantino complessa. Ha il ritmo del migliore vaudeville di Feydeau.
    Le prove ...continua

    Assolutamente da leggere. Teatro contemporaneo scoppiettante, mordente, sagace, ironico, graffiante e irriverente.
    Teatro nel teatro, teatro al quadrato.
    I personaggi sono molti e l'azione è serrata e un tantino complessa. Ha il ritmo del migliore vaudeville di Feydeau.
    Le prove generali di uno spettacolo viste dalla parte della platea, una replica dello stesso spettacolo vista dal dietro le quinte ed una ultima replica di nuovo vista dalla platea.
    Dopo aver letto il testo (o prima se preferite, tanto è lo stesso) guardatevi il film di Peter Bogdanovich ( http://www.imdb.it/title/tt0105017/ )

    ha scritto il 

  • 5

    Il teatro nel teatro

    Esempio più unico che raro di perfezione sia della commedia scritta che del film (con Michael Caine!). Una compagnia teatrale mette in scena una piece, e lo spettatore vi assiste da dietro le quinte. È il dramma della vita: amori, gelosie, sardine, purea di banane e valium. «È di questo che si tr ...continua

    Esempio più unico che raro di perfezione sia della commedia scritta che del film (con Michael Caine!). Una compagnia teatrale mette in scena una piece, e lo spettatore vi assiste da dietro le quinte. È il dramma della vita: amori, gelosie, sardine, purea di banane e valium. «È di questo che si tratta: porte e sardine. Entrare e uscire. Far entrare le sardine, far uscire le sardine. La farsa è così. Il teatro è così. La vita è così». Fantastico, davvero. Da leggere e da vedere - e non necessariamente in quest'ordine! (e grazie a Robirob che me l'ha fatto scoprire!)

    ha scritto il 

  • 4

    E' stato difficile godere fino in fondo di questo divertentissimo testo metateatrale. Il motivo?
    Ho dovuto fingere di non sapere le battute a memoria.

    Visto a Teatro due volte, ma almeno 50 in dvd, Rumori fuori scena è uno di quei rari casi in cui uno spettacolo teatrale porta ...continua

    E' stato difficile godere fino in fondo di questo divertentissimo testo metateatrale. Il motivo?
    Ho dovuto fingere di non sapere le battute a memoria.

    Visto a Teatro due volte, ma almeno 50 in dvd, Rumori fuori scena è uno di quei rari casi in cui uno spettacolo teatrale portato sul grande schermo (nel '92 per la regia di Peter Bogdanovich) non perde un grammo di energia e divertimento.

    Il merito primo va ovviamente a Frayn, alle battute dal ritmo semplicemente perfetto e ad una serie di situazioni degne del migliore Neil Simon. Il trucco di mostrare lo stesso spettacolo, lo stesso primo atto, in un loop via via sempre più degenere non può lasciare indifferenti. Se non ridete, o siete morti... o siete morti. Punto.

    Piccola nota:
    con toni ben diversi, la medesima staffetta miracolosa avvenne l'anno successivo con Sei gradi di separazione, testo meraviglioso (l'autore è John Guare), per la regia di un Fred Schepisi in stato di grazia.

    Pare un secolo fa.

    ha scritto il