SABATES ITALIANES

Per

Editor: Tusquets Editores

3.5
(781)

Language: Català | Number of Pàgines: 369 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) Italian , Spanish

Isbn-10: 8483830329 | Isbn-13: 9788483830321 | Data publicació:  | Edition 1

Translator: Carolina Moreno Tena

Category: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Mystery & Thrillers

Do you like SABATES ITALIANES ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
L'hivern nòrdic, impacable, i un inhòspit paratge d'una immensitat glacial, són l'escenari d'aquesta novel·la existencialista on Fredrik Welin haurà de saldar els comptes amb el passat per recuperar la capacitat de viure en companyia sense amagar-se de la realitat.
Sorting by
  • 4

    Un Mankell d'allegerimento tra un tomo impegnativo e l'altro lo leggo sempre molto volentieri, questo poi non è neppure un giallo, è "solo" una vicenda intricata attorno ad una storia d'amore, raccont ...continua

    Un Mankell d'allegerimento tra un tomo impegnativo e l'altro lo leggo sempre molto volentieri, questo poi non è neppure un giallo, è "solo" una vicenda intricata attorno ad una storia d'amore, raccontata come Mankell sa fare. Il tema di fondo dell'autoreormai lo conosco e lo condivido: la complessità della vita inevitabilmente coinvolge anche tematiche importanti, quelle esistenziali o i grandi temi attorno a cui ragionano le più belle menti del mondo, qualunque sia il punto di partenza dei protagonisti. Allora è meglio essere preparati o almeno a conoscenza delle possibilità. Mankell ama mischiare vicende semplici con i grandi temi , creando trame che ad essere attenti qualche domanda riescono a porla. Resto del parere espresso nella recensione che ho steso per la prima opera di Mankell che ho letto. Alcune notazioni sono, dal mio punto di vista, decisamente nordiche, lontane dal modo di fare e di pensare dell'area mediterranea. Ma questo è il fascino dell'autore che mi piace e me lo fa apprezzare.

    dit a 

  • 0

    Bello questo romanzo senza Wallander. il protagonista in grave crisi esistenziale incontrerà tre donne che hanno avuto e avranno un ruolo importante nella sua vita. Bellisime descrizioni dell'isola do ...continua

    Bello questo romanzo senza Wallander. il protagonista in grave crisi esistenziale incontrerà tre donne che hanno avuto e avranno un ruolo importante nella sua vita. Bellisime descrizioni dell'isola dove il romanzo è ambientato e della Svezia nascosta nell'alternarsi delle stagioni dell'anno del racconto. Interessante anche il ritratto reso del popolo svedese. Frequenti e interessanti rimandi alla cultura italiana, specialmente le pagine dedicate a Caravaggio.
    Mankell si conferma un grande narratore.

    dit a 

  • 3

    Interessante scorcio del paesaggio svedese e allo stesso tempo di tre vite che si intrecciano con le loro emozioni ed imperfezioni e problemi e scoprono come scorrere accanto con dolcezza e fragilità ...continua

    Interessante scorcio del paesaggio svedese e allo stesso tempo di tre vite che si intrecciano con le loro emozioni ed imperfezioni e problemi e scoprono come scorrere accanto con dolcezza e fragilità

    dit a 

  • *** Aquest comentari conté spoilers! ***

    3

    Fredrik è un uomo molto solo, che ha paura di tutto e di tutti, ma soprattutto spaventato da se stesso. Proprio la paura del fallimento dopo la “catastrofe medica” lo ha spinto a nascondersi dal mondo ...continua

    Fredrik è un uomo molto solo, che ha paura di tutto e di tutti, ma soprattutto spaventato da se stesso. Proprio la paura del fallimento dopo la “catastrofe medica” lo ha spinto a nascondersi dal mondo e rifugiarsi nella solitudine della sua isola, così come anni prima la paura di una relazione stabile con Harriet, l’amore reciproco che provavano e la sensazione di poter creare una famiglia con lei lo induce ad abbandonarla. Insomma, una paura nei confronti delle delusioni e dei dolori che la vita riserva a chiunque e che colpiscono ognuno di noi all’improvviso.

    Solo grazie al ritorno di Harriet e all’incontro con la figlia mai conosciuta, Louise, Fredrik riuscirà a fare i conti con se stesso e troverà il coraggio di affrontare qualunque cosa il futuro abbia in serbo per lui. In effetti, l’ex chirurgo arriva perfino a incontrare la donna a cui aveva amputato il braccio sbagliato, la “catastrofe” che lo ha reso chi era prima che tre donne forti e piene di vita (Harriet, Louise e Agnes – la ragazza senza un braccio) entrassero nella sua vita per stravolgerla.

    dit a 

  • 5

    Libro a mio avviso bellissimo, che dimostra come Mankell sia un grande scrittore non solo di gialli: riesce a penetrare il fragile animo umano fatto di abbandoni, addii e ritrovi. Un libro triste ma c ...continua

    Libro a mio avviso bellissimo, che dimostra come Mankell sia un grande scrittore non solo di gialli: riesce a penetrare il fragile animo umano fatto di abbandoni, addii e ritrovi. Un libro triste ma che rappresenta la verità: il vero amore va al di là del tempo, del dolore e della morte, e di come a volte preferiamo vivere nella nostra isola piuttosto che affrontare gli altri.

    dit a 

  • 3

    L'ambientazione nordica è davvero suggestiva, ma il libro immerge il lettore in una voragine di tristezza e solitudine. Hermann Mankell travalica il genere per raccontare tanto, forse troppo. Drammi s ...continua

    L'ambientazione nordica è davvero suggestiva, ma il libro immerge il lettore in una voragine di tristezza e solitudine. Hermann Mankell travalica il genere per raccontare tanto, forse troppo. Drammi si aggiungono a drammi, ogni nuovo personaggio che entra in scena è portatore di un'esistenza tormentata e a chi legge non viene quasi lasciato il tempo per riprendersi. La visione del mondo di Mankell è tanto cupa da risultare opprimente.

    dit a 

  • 3

    Interessante ma....

    Un Menkell diverso dal solito scrittore dell'intrigante commissario che svolge le indagini in Scandinavia, bello, ben scritto ma SOTTO il normale livello di Menkell. si può leggere e forse si deve, ma ...continua

    Un Menkell diverso dal solito scrittore dell'intrigante commissario che svolge le indagini in Scandinavia, bello, ben scritto ma SOTTO il normale livello di Menkell. si può leggere e forse si deve, ma non aspettatevi il solito coinvolgimento "menkelliano"....

    dit a 

Sorting by
Sorting by