Sabotaggio d'amore

Voto medio di 1571
| 380 contributi totali di cui 251 recensioni , 129 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Sabotaggio d'amore" è la storia della guerra surreale che impegna e allieta ifigli dei diplomatici stranieri a Pechino nel ghetto di San Li Tun, all'iniziodegli anni Settanta. Su questo sfondo si muove lo sguardo pungente dellaprotagonista, una ... Continua
Ha scritto il 17/07/17
"... mi disgustava che si portasse alle stelle una storia dove i buoni sentimenti valevano come sostituto dell'immaginazione."Stando ai pochi libri che ho letto della Nothomb, direi che in questa frase sta la chiave del fascino sulfureo dell'autrice. ..." Continua...
  • 11 mi piace
  • 6 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 02/04/17
A tratti esilarante, a tratti fastidioso e irritante. Tanto che ci ho messo due settimane a decidermi di finirlo.È il secondo libro autobiografico che leggo della Nothomb, ma di gran lunga amo di più le sue storie inventate, a certi personaggi ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 09/03/17
Ah, la tanto decantata Nothomb, descritta addirittura come "prodigio della letteratura contemporanea francese". E' il primo libro che leggo di lei, preso proprio per curiosità, ma non mi è sembrata chissà cosa. Lettura accattivante e incalzante, ..." Continua...
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 23/11/16
La storia si svolge in Cina ma "appena appena " tra il 1972 e il 1975. E' un ritratto di Pechino visto con gli occhi di una bambina di 7 anni, Amelie.L'autrice ci racconta dei giochi alla guerra dei bambini figli di diplomatici e del suo amore per ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 05/10/16
Un racconto piacevole, simpatico e divertente, una storia vista attraverso gli occhi di Amélie bambina, l'autrice parla della sua infanzia, attinge ai suoi ricordi con sguardo ironico e smaliziato.La storia è ambientata in Cina, tra il 1972 e il ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Aug 09, 2015, 09:34
"Tanti si credono avidi di guerra mentre é un duello che sognano. E l'Iliade dà a volte l'illusione di essere la giustapposizione di più rivalità elette: ogni eroe trova nel campo avverso il suo nemico designato, mitico, quello che lo tallonerá ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 25, 2015, 20:24
La nobilta' è anche riconoscere quello che è evidente. Non bisognava ignorare che il mondo si era preparato alla mia esistenza per miliardi di anni.
Pag. 31
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 25, 2015, 20:22
"L'universo esiste affinché io esista".
Pag. 31
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 12, 2011, 20:59
Gli errori sono come l'alcol: ci si rende conto subito di aver ecceduto, ma piuttosto che avere l'accortezza di smettere per limitare i danni, una sorta di rabbia la cui origine è estranea all'ubriachezza obbliga a continuare. Questo furore, per ... Continua...
Pag. 119
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 16, 2011, 14:32
"La misi al corrente con la massima semplicità. Era ovvio che la dovessi informare: "Mi devi amare". Si degnò di guardarmi, ma era uno sguardo di cui avrei fatto a meno. Ebbe un risolino sprezzante. Era evidente che avevo detto un'idiozia. Le ... Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi