Sacred

By

Publisher: HarperTorch

3.7
(385)

Language: English | Number of Pages: 400 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) German , Italian , French , Portuguese , Spanish , Dutch

Isbn-10: 0380726297 | Isbn-13: 9780380726295 | Publish date: 

Also available as: Audio Cassette , Hardcover , Paperback , eBook , Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Sacred ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

The master of the new noir, Dennis Lehane brilliantly interweaves beauty and violence, integrity and evil in this thrilling, powerfully resonant novel.

A beautiful, grief-stricken woman has vanished without a trace. So has the detective hired to find her. And a lot of money. Enter saavy, tough-nosed private investigators Patrick Kenzie and Angela Gennaro. Rooted in the no-nonsense streets of Boston's blue-collar Dorchester, they've seen it all -- and survived. But this case leads them into unexpected territory where nothing is sacred -- a land of lies and corruption where trusting anyone could get them killed ... where taking any step could be their last.

Sorting by
  • 3

    Dov'è finita Desiree........?

    Thriller piacevole e molto ma molto scorrevole. Le vicende di Pat&Angie sono uno sballo, condite da una sottile e pungente comicità che spesso accompagna la lettura, oltre alla curiosità di sapere com ...continue

    Thriller piacevole e molto ma molto scorrevole. Le vicende di Pat&Angie sono uno sballo, condite da una sottile e pungente comicità che spesso accompagna la lettura, oltre alla curiosità di sapere come andrà a finire la storia. Non un capolavoro ma molto piacevole. Si legge in poco tempo.

    said on 

  • 4

    Uno dei migliori gialli che io abbia letto negli ultimi anni. Mi ha tenuto incollata fino all'ultima pagina. Non sapevo che fosse il terzo incontro con la coppia di detective Patrick e Angie. Urge dun ...continue

    Uno dei migliori gialli che io abbia letto negli ultimi anni. Mi ha tenuto incollata fino all'ultima pagina. Non sapevo che fosse il terzo incontro con la coppia di detective Patrick e Angie. Urge dunque approfondimento in proposito (anche perché solitamente, si sa, il primo o i primi episodi sono i migliori).

    said on 

  • 4

    Palpitant de bout en bout

    Un bon roman policier, qu'on ne lâche pas une fois commencé. Denis Lehane a beaucoup de savoir-faire. Ses enquêteurs, Patrick Kenzie et Angela Gennaro, sont terriblement efficaces et sympathiques. Et ...continue

    Un bon roman policier, qu'on ne lâche pas une fois commencé. Denis Lehane a beaucoup de savoir-faire. Ses enquêteurs, Patrick Kenzie et Angela Gennaro, sont terriblement efficaces et sympathiques. Et leurs aventures chez les méchants et les pervers palpitantes de bout en bout.

    said on 

  • 4

    Fuga dalla follia

    Ancora una volta un bellissimo giallo orchestrato a meraviglia. All'inizio l'indagine sembra riguardare solo la sparizione della figlia di un magnate ma poi le cose si complicano...
    Datemi un Lehane a ...continue

    Ancora una volta un bellissimo giallo orchestrato a meraviglia. All'inizio l'indagine sembra riguardare solo la sparizione della figlia di un magnate ma poi le cose si complicano...
    Datemi un Lehane alla settimana e io sono in pace col mondo :)

    said on 

  • 4

    7/10

    Potrei fare il copia incolla dei miei commenti sui suoi predeccessori in realtà Lehane scrive benissimo secondo me e questo porta molti punti a suo favore. I suoi personaggi sono interessanti; nè trop ...continue

    Potrei fare il copia incolla dei miei commenti sui suoi predeccessori in realtà Lehane scrive benissimo secondo me e questo porta molti punti a suo favore. I suoi personaggi sono interessanti; nè troppo stereotipati nè troppo noiosi; nè troppo perfetti, nè troppo sbagliati. Come giallo non è particolare, la trama è ben congegnata e ci sono anche i necessari colpi di scena ma non dà l' effetto del thriller mozzafiato. Il motivo secondo me è proprio la semplicità dei personaggi, l' immedesimarsi con loro e il fatto che bene o male non te ne frega niente di chi è il cattivo vuoi solo sapere quale battutina farà nella prossima pagina uno dei due protagonisti. È molto simpatico ed è scritto bene. Lo consiglio non ai cultori del genere ma a chi ha l' interesse di provarlo ma vuole essere sicuro di non incappare in una schifezza dal punto di vista stilistico e di credibilità.
    Il migliore continua a sembrarmi il primo "Un drink prima di uccidere" ma forse è anche perchè non me l'aspettavo e mi ha fatto una buona impressione.

    said on 

  • 4

    Bello scoppiettante, una scrittura anche più brillante del solito, e adoro Patrick e Angie più che mai.
    Oddio, diciamo che adoro lui, perché Angie, se la incontrassi nella vita, forse mi starebbe un p ...continue

    Bello scoppiettante, una scrittura anche più brillante del solito, e adoro Patrick e Angie più che mai.
    Oddio, diciamo che adoro lui, perché Angie, se la incontrassi nella vita, forse mi starebbe un pochetto sulle scatole.

    Traduzione qua e là zoppicante - vabbé che se avessi un euro, ma cosa dico, 50 cent, per ogni traduzione schifosa letta ultimamente, sarei già alle Barbados - e un gran peccato: va perso tutto il riverbero polisemantico del titolo originale, Sacred, che era molto più significativo di quanto si potrebbe sospettare a priori.

    said on 

  • 3

    Capitolo tre per la nostra coppia di investigatori privati. Con annesso salto in avanti in freschezza rispetto ai due romanzi precedenti. L'azione esce dai cupi confini del Massachussets per arrivare ...continue

    Capitolo tre per la nostra coppia di investigatori privati. Con annesso salto in avanti in freschezza rispetto ai due romanzi precedenti. L'azione esce dai cupi confini del Massachussets per arrivare ai ben più luminosi scenari della Florida, e ciò giova non poco alla fluidità della narrazione. Così come è apprezzabile che i cattivi stavolta non siano i soliti mafiosi locali.
    Trama complessa ma non tanto da rovinare la leggibilità, finale da thriller psicologico più che da action-movie, e "Fuga dalla follia" si stacca nettamente dalla produzione precedente di Lehane. Se esiste "C.S.I. Miami", perché non avere un "Kenzie & Gennaro Florida"?

    said on