Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Saga di Ragnarr

Di

Editore: Iperborea

4.1
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 139 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8870910393 | Isbn-13: 9788870910391 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Marcello Meli ; Curatore: Marcello Meli ; Prefazione: Marcello Meli

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Saga di Ragnarr?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il racconto è ambientato in uno storico IX secolo, in cui il re danese Ragnarr, i suoi indomiti figli e le sue due bellissime mogli, Thora Occhio-di-cervo e Áslaug, figlia di quel Sigurdr a noi più noto con il nome tedesco di Sigfrido, sono protagonisti, fra indovinelli e profezie, di avventure d’armi e d’amore, di fondazione e distruzione di regni e città, di audaci spedizioni che spaziano dai gelidi regni del Nord, all’Inghilterra anglosassone e alla nostra Toscana. Un incontro affascinante con il lontano mondo della Scandinavia medievale, in cui riconosciamo tuttavia la familiare vicinanza del mondo delle leggende e dei miti.
Ordina per
  • 5

    Paradigma del vichingo.

    Questa bellissima saga è come un punto di partenza, per chi si voglia avvicinare al loro mondo, un'iniziazione alla parte più fantastica e rutilante...
    Saga esemplare di quelle leggendarie (dette “dei tempi antichi”), ma, in qualche modo, ancorata a un sostrato storico, seppur labile: frutt ...continua

    Questa bellissima saga è come un punto di partenza, per chi si voglia avvicinare al loro mondo, un'iniziazione alla parte più fantastica e rutilante...
    Saga esemplare di quelle leggendarie (dette “dei tempi antichi”), ma, in qualche modo, ancorata a un sostrato storico, seppur labile: frutto letterario maturo della fantasia nordica, è fiaba eroica, truce talvolta, sempre vibrante: una bella boccata nell'aria frizzante della sera...
    Ricca di spunti e stilemi, nei suoi molteplici episodi, narrati sempre in modo asciutto, vi è un'incredibile concentrato d'eventi e d'idee... ed è così, per esempio, che da questa saga, mentre si lega il mito e i Volsunghi alla storia e ai re danesi, può nascere anche il paradigma del vichingo: un uomo che vive delle proprie imprese e da esse trae la propria fama, né accetta che essa possa essere superata da alcuno, nemmeno dai propri figli!

    ha scritto il 

  • 0

    Il racconto è ambientato in uno storico IX secolo, in cui il re danese Ragnarr, i suoi indomiti figli e le sue due bellissime mogli, Thora Occhio-di-cervo e Áslaug, figlia di quel Sigurdr a noi più noto con il nome tedesco di Sigfrido, sono protagonisti, fra indovinelli e profezie, di avventure d ...continua

    Il racconto è ambientato in uno storico IX secolo, in cui il re danese Ragnarr, i suoi indomiti figli e le sue due bellissime mogli, Thora Occhio-di-cervo e Áslaug, figlia di quel Sigurdr a noi più noto con il nome tedesco di Sigfrido, sono protagonisti, fra indovinelli e profezie, di avventure d’armi e d’amore, di fondazione e distruzione di regni e città, di audaci spedizioni che spaziano dai gelidi regni del Nord, all’Inghilterra anglosassone e alla nostra Toscana. Un incontro affascinante con il lontano mondo della Scandinavia medievale, in cui riconosciamo tuttavia la familiare vicinanza del mondo delle leggende e dei mitii miti.

    ha scritto il 

  • 4

    Bellissima Saga, in uno storico IX sec. Ragnarr, le sue due bellissime mogli e i suoi indomiti figli sono i protagonisti di un racconto d'armi e d'amore, di fondazione e distruzione di regni e città, di vendette e saccheggi e di audaci spedizioni che li portano a percorrere per mare e per terra l ...continua

    Bellissima Saga, in uno storico IX sec. Ragnarr, le sue due bellissime mogli e i suoi indomiti figli sono i protagonisti di un racconto d'armi e d'amore, di fondazione e distruzione di regni e città, di vendette e saccheggi e di audaci spedizioni che li portano a percorrere per mare e per terra la vasta Europa.

    ha scritto il