Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Saggio sulla lucidità

By José Saramago

(520)

| Paperback | 9788807722738

Like Saggio sulla lucidità ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Cosa succede a un paese se alle elezioni i cittadini decidono in massa di votare scheda bianca? Quali meccanismi vengono sollecitati fino alla rottura, quali contromisure andranno messe in atto? Se lo chiede José Saramago con questo straordinario rom Continue

Cosa succede a un paese se alle elezioni i cittadini decidono in massa di votare scheda bianca? Quali meccanismi vengono sollecitati fino alla rottura, quali contromisure andranno messe in atto? Se lo chiede José Saramago con questo straordinario romanzo, avvincente come un giallo e penetrante come un'analisi (fanta)politica. L'ipotesi più accreditata è che ci sia un legame fra questa "rivolta bianca" e l'epidemia di cecità che, solo quattro anni prima, si era sparsa come la peste. Gli indimenticabili protagonisti di Cecità fanno ritorno, per condurci in un viaggio di scoperta delle radici oscure del potere. Un viaggio che ci fa gettare uno sguardo nuovo e spietato sui meccanismi del mondo nel quale esercitiamo (o crediamo di esercitare) ogni giorno la nostra libertà.

299 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Un nuovo male affligge la Capitale del Paese che, quattro anni prima, era stato colpito da una strana forma di Cecità. Non si tratta di un male "fisico", questa volta, ma "istituzionale". Nelle ultime consultazioni elettorali, infatti, i cittadini ha ...(continue)

    Un nuovo male affligge la Capitale del Paese che, quattro anni prima, era stato colpito da una strana forma di Cecità. Non si tratta di un male "fisico", questa volta, ma "istituzionale". Nelle ultime consultazioni elettorali, infatti, i cittadini hanno deciso di astenersi dall'esprimere una preferenza e votare, in massa, scheda bianca.
    Contrariamente a quanto suggerisca il titolo, non si tratta di un saggio ma di un romanzo distopico. Una lettura altrettanto faticosa, a mio avviso. Dopo 170 pagine in cui non succede quasi nulla la narrazione sembra prendere un minimo di avvio ma è stato difficile, per me, arrivare a metà libro...
    Lo stile di Saramago è sempre interessante, per l'assenza della punteggiatura e l'abbondanza delle riflessioni che ispira (sulla cecità delle istituzioni, sul potere, sul senso del dovere e sul senso di giustizia...) ma la mia perseveranza, questa volta, è stata mal ripagata.

    (Due stelline e mezzo)

    Is this helpful?

    M said on Jul 20, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Quattro anni dopo l’epidemia di cecità che colpì la città, accade che, il giorno delle elezioni, l’83% degli votanti compie un atto sovversivo scegliendo scheda bianca. Cecità? No, ci hanno visto benissimo.
    Ma anche il Potere ci vede benissimo, e non ...(continue)

    Quattro anni dopo l’epidemia di cecità che colpì la città, accade che, il giorno delle elezioni, l’83% degli votanti compie un atto sovversivo scegliendo scheda bianca. Cecità? No, ci hanno visto benissimo.
    Ma anche il Potere ci vede benissimo, e non vuole certo che venga messo in pericolo il sistema democratico e la stabilità del governo.
    Bisogna arrivare alla testa della maledetta tenia che ha cospirato contro il governo, trascinarla alla luce e infliggerle il castigo che merita. Occorre ristabilire l’ordine e riportare alla ragione.
    C’è sempre qualcuno da accusare. Un colpevole ci deve essere. Ci sarà. Perché sarebbe davvero un fallimento dire che un accusato è innocente se tutto è concertato per fare di un innocente un colpevole.
    Un’analisi lucida e feroce su quanto il Potere, privo di scrupoli e morale, possa fare pur di annientare chi osa dissentire, chi osa ribellarsi, chi osa disobbedire o dire “No”.
    Risuonano le parole del commissario: “Ho imparato in questo mestiere che chi comanda non solo non si ferma davanti a ciò che noi definiamo assurdità, ma se ne serve per intorpidire le coscienze e annullare la ragione”.
    Fogli scendono volteggiando nell’aria, preludio all’amarezza che verrà.

    Lo so, José, che non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere. Però… Ci sono rimasta male. Tanto.

    P.S. Preferibile leggerlo dopo “Cecità”, per i riferimenti alla vicenda e per i protagonisti che vengono qui riproposti.

    Is this helpful?

    Cat said on Jun 16, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    A differenza di altri romanzi di Saramago, questo parte sì da un paradosso, ma più verosimile: l'83% dell'elettorato, inspiegabilmente, vota scheda bianca. Non c'è complotto politico, non c'è cospirazione anarcoide. Cosa succede se smettessimo di ese ...(continue)

    A differenza di altri romanzi di Saramago, questo parte sì da un paradosso, ma più verosimile: l'83% dell'elettorato, inspiegabilmente, vota scheda bianca. Non c'è complotto politico, non c'è cospirazione anarcoide. Cosa succede se smettessimo di esercitare il nostro diritto di voto, anzi, se lo annullassimo? Siamo sicuri che sia un diritto? Il più graffiante tra i romanzi dell'autore, fatto salvo il Vangelo.

    Is this helpful?

    laLiz said on Mar 12, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Curiosamente, la scrittura di Saramago (fiumi di parole raramente interrotte, incredibile parsimonia della punteggiatura e quasi nessun punto e a capo) crea un ritmo incessante che, invece di tramortire e confondere, dà alla storia che sta raccontand ...(continue)

    Curiosamente, la scrittura di Saramago (fiumi di parole raramente interrotte, incredibile parsimonia della punteggiatura e quasi nessun punto e a capo) crea un ritmo incessante che, invece di tramortire e confondere, dà alla storia che sta raccontando un valore aggiunto, ipnotizza e dà "assuefazione". L'ironia sottile con la quale condisce il tutto, poi, è la ciliegina sulla torta di una scrittura forte, difficile, ma mai violenta nè noiosa.

    Is this helpful?

    Alice H. said on Mar 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Después de leer la magnífica Ensayo sobre la ceguera, pensé que aquí encontraría algo parecido. Pero no. No está mal, pero en absoluto llega al nivel del primero.

    Is this helpful?

    caro1 said on Feb 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    SAGGIO SULLA LUCIDITA', L'INTERMITTENZA DELLA MORTE e CECITA' raccontano fatti talmente anomali da essere impossibili oltre che incredibili. Al pari della goccia d'acqua buzzatiana che, violando la legge di gravità, sale le scale, suscitando inquietu ...(continue)

    SAGGIO SULLA LUCIDITA', L'INTERMITTENZA DELLA MORTE e CECITA' raccontano fatti talmente anomali da essere impossibili oltre che incredibili. Al pari della goccia d'acqua buzzatiana che, violando la legge di gravità, sale le scale, suscitando inquietudine in coloro che di notte ne avvertono il moto contra naturam.
    Ma in SAGGIO SULLA LUCIDITA' non c'é soltanto lo sviluppo di una suggestiva idea narrativa: come nei romanzi su citati, Saramago si balocca con l'assurdità di un fatto – l'83% degli elettori della capitale senza nome di uno stato senza nome vota scheda bianca – per scrivere che il potere è arrogante, che il potere disprezza ed inganna i governati, che stampa e televisione spesso non operano per suscitare nel cittadino opinioni informate e ponderate, che i sistemi democratici sono a rischio se fondati su regole meramente formali.
    Eppure nel corso delle movimentate sedute del governo nessuno – né il primo ministro, né il presidente della repubblica né i ministri – propone, in alternativa alla dichiarazione dello stato di assedio ed all'abbandono della capitale, di prendere atto del risultato elettorale e di continuare a governare con il residuo consenso del 17%. Perché? Perché i politici nostrani – di destra, di centro o di sinistra – prediligono meccanismi elettorali che non gli consentano di prendere coscienza del consenso popolare di cui godono effettivamente. “I politici nostrani”... sono caduto nell'attualità politica: purtroppo, misera cosa essa è!

    Is this helpful?

    Antonio6060 said on Jan 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection

Margin notes of this book