Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Samarkand

By

Publisher: Little, Brown Book Group

4.1
(171)

Language:English | Number of Pages: 320 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , Spanish , German , Italian , Portuguese

Isbn-10: 0349106169 | Isbn-13: 9780349106168 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , History

Do you like Samarkand ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Accused of mocking the inviolate codes of Islam, the Persian poet and sage Omar Khayyam fortuitously finds sympathy with the very man who is to judge his alleged crimes. Recognising genuis, the judge decides to spare him and gives him instead a small, blank book, encouraging him to confine his thoughts to it alone. Thus beginds the seamless blend of fact and fiction that is Samarkand. Vividly re-creating the history of the manuscript of the Rubaiyaat of Omar Khayyam, Amin Maalouf spans continents and centuries with breathtaking vision: the dusky exoticism of 11th-century Persia, with its poetesses and assassins; the same country's struggles nine hundred years later, seen through the eyes of an American academic obsessed with finding the original manuscript; and the fated maiden voyage of the Titanic, whose tragedy led to the Rubaiyaat's final resting place - all are brought to life with keen assurance by this gifted and award-winning writer.
Sorting by
  • 4

    "Listen, my young friend. Tha Almighty has granted you the most valuable things that a son of Adam can have – intelligence, eloquence, health, beauty, the desire for knowledge and lust for life, ...continue

    "Listen, my young friend. Tha Almighty has granted you the most valuable things that a son of Adam can have – intelligence, eloquence, health, beauty, the desire for knowledge and lust for life, the admiration of men and, I suspect, the sighs of women. I hope that He has not deprived you of the wisdom of silence, without which all of the foregoing can neither be appreciated nor preserved."

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Il Malouf che non delude, che conosce l'oriente e l'occidente come vasi comunicanti, come parti di un solo essere che per comprendersi ha bisogno delle sue membra. E poi la storia che fluisce ...continue

    Il Malouf che non delude, che conosce l'oriente e l'occidente come vasi comunicanti, come parti di un solo essere che per comprendersi ha bisogno delle sue membra. E poi la storia che fluisce ininterrotta e che in progresso costante porta all'inevitabile. Questo libro forse non è per tutti ma è per molti: filosofi, orientalisti, appassionati di viaggi, storici, matematici scienziati. Soprattutto è per coloro che serbano la curiosità del conoscenza

    said on 

  • 3

    un viaggio affascinante nel medioriente passato, più o meno recente, inseguendo la storia di un libro di poesie che è inanzitutto un simbolo, un simbolo di indipendenza per Khayyam, Lesage e tutti ...continue

    un viaggio affascinante nel medioriente passato, più o meno recente, inseguendo la storia di un libro di poesie che è inanzitutto un simbolo, un simbolo di indipendenza per Khayyam, Lesage e tutti i protagonisti di questa storia. Affascina fin dall'inizio e separarsi dal libro ti fa sentire la nostalgia dell'ambientazione persiana così ben costruita e narrata.

    said on 

  • 4

    La fantasia vola seguendo il fascino di un manoscritto che fa da ponte tra la mitica Samarcanda medievale ed il mondo moderno. Bellissima la sezione sugli "Assassini".

    said on 

  • 3

    Ideale per chi approcciarsi alla cultura persiana (evidentemente l'interlocutore di Maalouf è l'occidentale), un po' risaputo per gli iniziati. Il romanzo (in stile saggistico/cronachistico) ...continue

    Ideale per chi approcciarsi alla cultura persiana (evidentemente l'interlocutore di Maalouf è l'occidentale), un po' risaputo per gli iniziati. Il romanzo (in stile saggistico/cronachistico) comunque sprizza cultura, e la struttura in due parti al contempo temporalmente distinte e straordinariamente omogenee funziona.

    said on 

  • 5

    È la storia del manoscritto dei versi di Omar Khayyam, poeta persiano. Prima la storia del poeta, invischiato nei problemi politici dell'epoca dell'invasione turca, gli Assassini, poi quella di un ...continue

    È la storia del manoscritto dei versi di Omar Khayyam, poeta persiano. Prima la storia del poeta, invischiato nei problemi politici dell'epoca dell'invasione turca, gli Assassini, poi quella di un giovane che decide di trovarlo.

    said on 

  • 4

    Khayyam un'altra vittima del naufragio del Titanic, escamotage narrativo abusato da chi non sa proprio come finire un romanzo.

    Chiedo venia a chi mi accusera' di avergli rovinato il finale, ma le ...continue

    Khayyam un'altra vittima del naufragio del Titanic, escamotage narrativo abusato da chi non sa proprio come finire un romanzo.

    Chiedo venia a chi mi accusera' di avergli rovinato il finale, ma le ultime pagine non sono la ragione per cui si legge questo libro affascinante, eroico, evocativo. Chapeau a Maalouf per questa ricostruzione romanzata della vita del poeta, erudita persiano, dalla giovinezza a Samarcanda alla morte nella natia Nishapur. Gli intrighi a corte, le campagne militari, la dedizione alla costruzione dell'impero di Nizam-al-Mulk, il fanatismo religioso di Hassan Sabbah e la sua setta di Assassini, l'ambizione e la sete di potere di due donne escluse, a rigore, dai circoli del potere, sono questi gli elementi che riportano in vita, con una vivacita' straordinaria, un oriente fantastico e lontano ormai mille anni.

    said on 

Sorting by