Trasformare la tranquilla cittadina di Sanditon in una stazione balneare alla moda: è questo il sogno di Mr Parker, imprenditore entusiasta e determinato. Charlotte, figlia di un proprietario terriero della zona, è l'eroina di questo romanzo: è ...Continua
Ha scritto il 18/10/17
Mi piace Jane Austin perché i suoi eroi/eroine sono quelli che oggigiorno si considerano delle brutte persone, dedite alla satira più tagliente, che purtroppo devono tenere per sé. Questo breve romanzo tuttavia è rimasto spiacevolmente ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 06/06/17
Veramente un peccato!
E' veramente un peccato che sia un’opera incompleta. C'è tutto ciò che si ci aspetta da un romanzo della Austen, tanta ironia e una famiglia di personaggi bizzarri. Sono sicura che Sanditon sarebbe diventato un altro dei suoi ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 22/11/16
i malati immaginari (?)
Probabilmente sarebbe stato uno dei capolavori della Austen. La famiglia Parker sembra fantastica, sebbene qualcuno ci sia stato presentato solo tramite qualche altro familiare, tanto quanto l'ironia dell'autrice quando li fa parlare delle loro ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 21/11/16
Non mi piace leggere molto opere di cui non saprò mai la fine ed è un vero peccato che questo non sia finito. Ironico e godibile, attrae molto e si ferma proprio nel momento in cui compare Sidney che lascia tanto ben sperare.Come personaggi ...Continua
Ha scritto il 14/03/16
SPOILER ALERT
Per la mia recensione: http://antonellaiuliano.blogspot.it/2015/12/sanditon.html

Ha scritto il Feb 16, 2016, 22:07
[…], per dirla in modo appropriato, perché tutti devono «muoversi in un circolo»; e forse è proprio alla prevalenza del movimento rotatorio che si devono attribuire i giramenti di testa e i passi falsi di molte persone. XI.
Pag. 106
Ha scritto il Feb 16, 2016, 22:05
Non cerco giustificazioni alla vanità della mia eroina. Se vi sono al mondo signorine della sua età che hanno un’immaginazione meno fervida, e sono meno interessati a mostrarsi piacevoli, io non le conosco e non desidero conoscerle. ~VII.
Pag. 60
Ha scritto il Feb 16, 2016, 22:02
La biblioteca, naturalmente, offriva di tutto; tutte le cose inutili del mondo di cui non si poteva fare a meno, - VI.
Pag. 51
Ha scritto il Jan 17, 2016, 14:04
Nella maggior parte delle famiglie c’è qualcuno che gode del privilegio di dire di tutto, perché ha più ingegno o più spirito degli altri. ~ IV.
Pag. 39
Ha scritto il Oct 25, 2011, 16:33
Quel che, dapprima, aveva imposto la saggezza, ora l'abitudine lo rendeva piacevole.
Pag. 24

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi