Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sandman Slim: La stanza delle tredici porte

Di

Editore: Fanucci

3.7
(47)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8834717554 | Isbn-13: 9788834717554 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Sandman Slim: La stanza delle tredici porte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo undici anni passati all’inferno a uccidere mostri per conto di Azazel, uno dei generali di Lucifero, James Stark fugge e torna sulla Terra, a Los Angeles, per vendicare l’uccisione dell’amata Alice da parte dei suoi ex compagni del circolo di magia, il cui capo è Mason Faim, un uomo dai poteri magici straordinari. Stark è deciso a trovare Mason e i compagni e a eliminarli tutti, e per fortuna ha degli amici ad aiutarlo: Allegra, una ragazza che lavora al videonoleggio di proprietà di Kasabia; Vidocq, un alchimista ultracentenario che veste i panni del saggio; e Kinski, un medico in grado di curare attraverso la magia. Grazie al possesso di una chiave che ha rubato ad Azazel e che porta nel petto, Stark ha accesso alla Stanza delle tredici porte, dalla quale è possibile andare in qualunque luogo dell’universo. Stark ha già aperto tutte le porte tranne la tredicesima. Alla fine, con l’aiuto del Golden Vigil – un antico ordine dedito a proteggere il mondo –, della Sicurezza nazionale e di Candy, l’infermiera vampira di Kinski, riesce a uccidere numerosi amici di Mason Faim, e infine trova anche lui e il suo braccio destro, riservando loro una vendetta lucida e spietata.
Ordina per
  • 3

    "Poco umano..."

    Premetto che il genere fantasy non mi ha mai affascinato; di conseguenza ho voluto leggere questo libro che oltre al fantasy ha anche dell'ironia, un po' di horror e una trama ben stilata. Si legge ...continua

    Premetto che il genere fantasy non mi ha mai affascinato; di conseguenza ho voluto leggere questo libro che oltre al fantasy ha anche dell'ironia, un po' di horror e una trama ben stilata. Si legge bene e, penso, per un appassionato del genere meriterebbe un alto consenso; ma a causa della mia premessa, lo valuto mediocre.

    ha scritto il 

  • 4

    E' come vedere un film di quelli maragli americani, con i suoi pro e i suoi contro. Pro sicuramente l'alto ritmo, l'azione e le battute da action movie dei personaggi (ovviamente sono pro per chi ...continua

    E' come vedere un film di quelli maragli americani, con i suoi pro e i suoi contro. Pro sicuramente l'alto ritmo, l'azione e le battute da action movie dei personaggi (ovviamente sono pro per chi apprezza queste cose ^_^); contro il gran mix di elementi ficcati nella storia e non accuratamente studiati e valutati (ad esempio la magia, sembra una cosa fortissima poi invece si dimenticano persino di usarla a volte) e la conclusione che non conclude, forse presagio di altri futuri episodi. Comunque mi ha preso come non succedeva da un po' con un romanzo.

    ha scritto il 

  • 5

    Originale, ironico, assurdo, onirico, dissacrante e violento. Un perfetto personaggio da film hollywoodiano horror sarcastico. Di quelli da successo di botteghino che quando esci ti chiedi che ...continua

    Originale, ironico, assurdo, onirico, dissacrante e violento. Un perfetto personaggio da film hollywoodiano horror sarcastico. Di quelli da successo di botteghino che quando esci ti chiedi che cavolata hai visto ma, cavoli, quanto ti sei divertito!

    ha scritto il 

  • 3

    Troppo zeppo?

    Fila come un pallettone e, mentre lo leggi, ti riaffiorano alla memoria cyberpunk, fantasy, film western e Tarantino. Però sembra volersi esibire in doppi e tripli salti mortali per stupire il ...continua

    Fila come un pallettone e, mentre lo leggi, ti riaffiorano alla memoria cyberpunk, fantasy, film western e Tarantino. Però sembra volersi esibire in doppi e tripli salti mortali per stupire il lettore e per far vedere quanta fantasia ha in corpo. Sembra originale e un po' 'figo' ma sa di già scritto. E poi (grr) mi si è sfaldato in mano (rilegatura del piffero!): sarà stato il calore contenuto nel libro ;-))???

    ha scritto il 

  • 5

    Apro la sacca. La testa di Kasabian mi guarda dall'interno. <<Ciao, testa di cazzo.>>

    Incalzante, travolgente e assurdo. Questo libro mi è piaciuto tantissimo. Probabilmente perchè una novità assoluta (per me almeno) ma mi mancava leggere un libro dove il protagonista è un uomo, ...continua

    Incalzante, travolgente e assurdo. Questo libro mi è piaciuto tantissimo. Probabilmente perchè una novità assoluta (per me almeno) ma mi mancava leggere un libro dove il protagonista è un uomo, sicario e assassino inflessibile, invece delle solite ragazzine emotive. Si ferisce e distrugge i propri vestiti talmente tante volte da perdere il conto. E nonostante abbia un passato sofferto alle spalle, questo è affrontato con insolita, ma in un certo senso giusta freddezza. Dopotutto trascorrere 11 anni all'inferno ti indurisce un po' no? Il rapporto Stark-Angeli e Stark-hellion è davvero interessante, soprattutto alla fine si vede che per lui hanno entrambi lo stesso valore... e ciò mi piace parecchio! Non vedo l'ora di leggere il continuo!

    ha scritto il 

  • 3

    Bellino all'inizio, cosi' cosi' nel mezzo meglio nel finale ,mischia un po' troppo e in maniera un po' confusa i caratteri dei personaggi ma come gia' detto il finale promette bene per il sicuro ...continua

    Bellino all'inizio, cosi' cosi' nel mezzo meglio nel finale ,mischia un po' troppo e in maniera un po' confusa i caratteri dei personaggi ma come gia' detto il finale promette bene per il sicuro seguito,forse a tratti imita un po' troppo lo stile di Lansdale.

    ha scritto il 

  • 3

    Tamarro, molto tamarro

    Stile di narrazione in prima persona, che però non coinvolge proprio il lettore. Il protagonista, sopravvissuto a 11 anni di combattimenti nell'arena e agli intrighi dei generali di Lucifero, se ne ...continua

    Stile di narrazione in prima persona, che però non coinvolge proprio il lettore. Il protagonista, sopravvissuto a 11 anni di combattimenti nell'arena e agli intrighi dei generali di Lucifero, se ne torna "tranquillamente" sulla terra per vendicarsi di chi l'ha tradito... con qualche souvenir. Insomma un duro, un superfigo che potrebbe ridurre in poltiglia chiunque... o piuttosto uno sfigato antipatico che le piglia da chiunque (o quantomeno rischia seriamente) che risulta molto antipatico al lettore. beh, dai, dopo un po il romanzo va migliorando e anche la trama si fa un po più complessa, solo alla fine però! Ovvero: c'è un seguito. Decisamente interessante però l'ironia pungente e il sarcasmo delle battute di cui è costellato questo libro. Una lettura piacevole e scorrevole, certo non un capolavoro (quello ce lo scrivono sulla copertina per questioni di marketing)

    ha scritto il 

  • 5

    Originale

    Finalmente qualcosa di nuovo, mi è veramente piaciuto sia lo stile di scrittura rude senza mezzi fronzoli che la storia di certo almeno per una volta originale e non le solite cose tritte e ...continua

    Finalmente qualcosa di nuovo, mi è veramente piaciuto sia lo stile di scrittura rude senza mezzi fronzoli che la storia di certo almeno per una volta originale e non le solite cose tritte e ri-tritte!

    ha scritto il