Barbagia, fine Ottocento. Un ragazzo, accusato d'omicidio, si toglie la vita in carcere. Ma si è veramente ucciso Filippo Tanchis? Oppure qualcuno ha ritenuto più utile farlo tacere per sempre? Di questi e di tanti altri misteri si deve occupare ... Continua
Ha scritto il 08/01/17
In questo inizio d'anno ho avuto il mio primo incontro con Fois che non avevo mai letto, con questo libro. Come primo contatto non posso dire che sia andato male, ma mi aspettavo qualcosa più. La lettura è stata comunque gradevole.L'aspetto che ho ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 06/08/14
E cosa lo commento a fare? Ormai si sa, ho un debole per gli scrittori sardi. Fois è uno dei miei preferiti. Mi piace questa ambientazione di fine Ottocento, a cavallo tra due secoli, e questo stretto legame tra il territorio e la sua gente, ..." Continua...
  • 19 mi piace
  • 6 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 28/01/14
Mi piace...mi piace terribilmente questo autore. Per come scrive, per quello che srive, per la dimensione tutta particolare del mondo in cui ti fa entrare.
Peccato per alcune parole in sardo che proprio non sono riuscita a capire...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 03/11/13
Fois scrive da Dio
Un piccolo estratto: "Non sorprenda che da queste parti la parola conti ancora qualcosa. Quella che si dà. Quella che si toglie. Da queste parti dire qualcosa significa anche farla. La scrittura è solo un atto formale e vale meno di due mani ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 26/09/13
Uno dei più grandi scrittori sardi in un giallo quasi atipico molto apprezzato anche da Andrea Camilleri.
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Sep 28, 2010, 21:41
Perchè la scrittura poggia sulla carta, la parola sullo sguardo. La scrittura necessita di sacerdoti e archivi e apparati; la parola conta sulla memoria. E magari il rischio vero, su dolore, è proprio quello di perdere la memoria.
Pag. 113
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 28, 2010, 21:37
Non sorprenda che da queste parti la parola conti ancora qualcosa. Quella che si dà. Quella che si toglie. Da queste parti dire qualcosa significa farla. La scrittura è solo un atto formale e vale meno di due mani callose che si stringono per un ... Continua...
Pag. 112
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi