Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sanshiro

By

Publisher: Impedimenta

3.8
(253)

Language:Español | Number of Pages: 340 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Japanese , Italian , English , Chi simplified

Isbn-10: 8493711004 | Isbn-13: 9788493711009 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Yoshino Ogata

Category: Fiction & Literature

Do you like Sanshiro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Adorada por Haruki Murakami y considerada la novela puente entre las dos obras maestras de Natsume Soseki, Kokoro y Botchan (Premi Llibreter 2008), Sanshiro es una deliciosa sátira que derrocha ternura y humor a la japonesa. Sanshiro es un muchacho de pueblo que se muda a la cosmopolita Universidad de Tokio para estudiar Literatura. Durante el año que permanece en la ciudad se verá obligado a confraternizar con los esnobs tokiotas, además de con temibles muchachas occidentalizadas, afamados escritores, abnegados científicos y, sobre todo, con su mejor amigo, Yojiro, un adorable granuja, una auténtica comadreja que constantemente meterá a su tímido colega en líos. Por si fuera poco, Sanshiro acabará enamorándose locamente de una muchacha con ínfulas artísticas, y esa será su perdición.

Con Sanshiro, Soseki vuelve a sorprendernos con una novela que trasciende épocas y continentes, y nos dibuja un irónico retrato de esa sociedad fronteriza que fue el Japón de la Era Meiji.
Sorting by
  • 4

    Sanshiro es un libro sobre la ingenuidad. Con la incorporación de Japón a la economía global y la apertura de los puertos, el país experimentó un cambio radical en todos los ámbitos. Muchos, como Nats ...continue

    Sanshiro es un libro sobre la ingenuidad. Con la incorporación de Japón a la economía global y la apertura de los puertos, el país experimentó un cambio radical en todos los ámbitos. Muchos, como Natsume Soseki, no estuvieron de acuerdo con esta mezcla cultural y racial, defiendiendo la pureza de los valores tradicionales (que sin duda tienen mucho mérito pues constituyen la base sobre la que se fundó el país), por lo que Sanshiro es, como la mayoría de los libros del autor, una crítica social a las nuevas costumbres.

    Es una crítica sutil y que no cae en el sermón, sobre la adopción de ciertos hábitos, puntos de vista y modas que se hace sin procesarse, sin reflexionarse y lleva a todo tipo de consecuencias. Así, Natsume Soseki nos sitúa en el punto de vista de alguien , no contaminado por el afán progresista y modernista del Japón de mediados de la era Meiji y a través de éste, de Sanshiro, observamos todo tipo de conductas estrafalarias, todo tipo de personajes que van adecuándose o no, a los cambios que suceden en el país.

    Así, cada quién juzga la naturaleza de las acciones de los personajes y también reflexiona sobre las ventajas y desventajas de esta ingenuidad, pues todos son ingenuos: aquellos que adoptan las modas sin reflexionar, así como aquellos que ni siquiera las conocen. Es un libro un poco lento, por lo que recomiendo empezarlo sólo si les gustó el estilo del autor en otras obras.

    said on 

  • 4

    La formazione di un ragazzo di campagna...

    Dopo aver letto, diversi mesi fa, un romanzo di Sōseki che mi era piaciuto parecchio (Kokoro), ho deciso che, nella mia esplorazione della letteratura giapponese, fosse giunto il turno di un'altra sua ...continue

    Dopo aver letto, diversi mesi fa, un romanzo di Sōseki che mi era piaciuto parecchio (Kokoro), ho deciso che, nella mia esplorazione della letteratura giapponese, fosse giunto il turno di un'altra sua opera e ho scelto Sanshirō... come previsto, mi è piaciuta pure questa! :)

    Sanshirō è un giovane ragazzo di campagna che si trasferisce a Tokyo per frequentare l'università e scoprire la vita: sullo sfondo il Giappone dell'epoca Meiji, un'epoca di grandi cambiamenti, vissuta in bilico tra la voglia di apertura a Occidente (con relativi problemi) e la voglia di mantenere le proprie ferme tradizioni (con relativi problemi)...
    In questo contesto storico e sociale, Sanshirō inizia gli studi, si fa degli amici, "scopre" la figura femminile e conosce il professor Hirota che, più di ogni altro, lo farà riflettere sulla vita e su quanto valga veramente...

    Anche se, a mio parere, inferiore per bellezza stilistica al già citato Kokoro, questo romanzo è veramente ben scritto e piacevole da leggere: tutte le sensazioni di Sanshirō, dal disorientamento per l'arrivo a Tokyo alla gioia per i nuovi amici, sono ben in evidenza e Sōseki, grazie al suo stile pulito e preciso, le fa vivere appieno durante la lettura.
    Come sempre con Sōseki, a essere importante non è l'azione vera e propria ma la riflessione e il pensare a quanto stia accadendo o possa accadere: pur non essendo ai livello di "non-azione" di Kokoro, neanche in questo romanzo accade poi molto di eclatante dal punto di vista pratico...

    Un romanzo "molto giapponese" e molto bello! :)

    said on 

  • 4

    Il Giappone di passaggio

    Primo romanzo di formazione di una trilogia che conta anche "Sore kara" e "Mon". Il protagonista di questo romanzo è un ragazzo di campagna che si trasferisce nella Tokyo dei primi anni del XX secolo, ...continue

    Primo romanzo di formazione di una trilogia che conta anche "Sore kara" e "Mon". Il protagonista di questo romanzo è un ragazzo di campagna che si trasferisce nella Tokyo dei primi anni del XX secolo, una città in fermento e in continua evoluzione. Sanshiro, il protagonista, si ritrova dunque a doversi adattare a questo ambiente che muta velocemente, abituato alla calma e lenta vita delle campagne. Così il suo viaggio in treno verso Tokyo simboleggia il cambiamento che sta avvenendo in Giappone e ciò con cui devono confrontarsi le nuove generazioni, che si trovano disorientate e ubriache di fronte a così tanta frenesia. Le esperineze del ragazzo all'università, con le donne, con i ragazzi già "cittadinizzati", lo porteranno, anche se molto lentamente e poco visibilmente, ad elaborare la capacità di giudizio personale. Così gli saranno d'aiuto i personaggi che incontra nel suo percorso, con soluzioni che a volte possono risultare artificiose ma che l'autore gestisce con cura per formulare un quadro ben preciso.
    La scrittura di Soseki qui è scorrevole e non annoia mai.

    said on 

  • 5

    Per Sanshiro, il protagonista dell'omonimo romanzo di Natsume Soseki, esistono tre mondi. Il primo e' lontano. Ha il profumo del tempo passato. E' un mondo tranquillo. Sonnolento. Un rifugio. Ma anche ...continue

    Per Sanshiro, il protagonista dell'omonimo romanzo di Natsume Soseki, esistono tre mondi. Il primo e' lontano. Ha il profumo del tempo passato. E' un mondo tranquillo. Sonnolento. Un rifugio. Ma anche un luogo dove erano contenute le cose di cui voleva liberarsi.
    Nel secondo c'era un'enorme sala di lettura e scaffali pieni di libri. Ma c'era anche polvere. C'era lo strato di polvere che si accumula sui libri. Le persone che frequentavano questo mondo erano trascurate, la loro vita era mesta. Ma loro erano sereni. Il terzo mondo "era splendente e luminoso come la primavera, un mondo dinluce elettrica, posate d'argento, grida di gioia e risate, coppe spumanti di champagne, e al di sopra di tutto, come un diadema, ragazze bellissime." Ma questo mondo, apparentemente a due passi è difficile da raggiungere.
    Era un mondo che al tempo stesso lo attraeva e lo respingeva. Un mondo difficile da comprendere.
    Sanshiro è uno studente, guarda al futuro, alla sua vita e al futuro del suo paese, incapace di mantenere le tradizioni, e assalito dalle tensioni conseguenti alle difficoltà di adeguassi a una realtà che cambiava troppo in fretta e radicalmente.

    said on 

  • 4

    有時代、國族隔閡。

    簡之就是鄉下人到東京讀書,
    以純樸之眼窺見都市的偽善。

    還有純純的思慕之情,
    以及無法結合的惆悵。

    said on 

  • 4

    Nonostante venga definito uno dei romanzi classici giapponesi mi ci sono avvicinata con delle riserve a causa di altre letture che mi avevano deluso. Sanshiro è invece un romanzo piacevole e sorprende ...continue

    Nonostante venga definito uno dei romanzi classici giapponesi mi ci sono avvicinata con delle riserve a causa di altre letture che mi avevano deluso. Sanshiro è invece un romanzo piacevole e sorprendente, molto moderno per le sue tematiche e la sua analisi delle cose dal punto di vista del protagonista. Una storia quasi banale, quella di un provinciale che arriva nella grande città per gli studi universitari, si rivela essere una storia ricca di spunti emotivi e filosofici, affatto pesante o noiosa, molto commovente e spesso divertente. Leggetelo.

    said on