Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Saperla lunga

Di

Editore: Bompiani

4.0
(636)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 126 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000005759 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Humor , Philosophy

Ti piace Saperla lunga?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    "Perché la carne di maiale sia proibita dalla legge ebraica è tuttora poco chiaro e alcuni studiosi ritengono che la Torah suggerisca semplicemente di non mangiarla in certi ristoranti".

    ha scritto il 

  • 3

    Alleniano mi sembra la definizione più banale ma anche la più idonea, perchè qui c'è Woody Allen all'ennesima potenza, dunque chi lo ama lo amerà tanto e chi lo odia lo odierà all'ennesima potenza.
    Alcune parti sono più deboli, ma nel complesso è davvero piacevole e divertente. Non da poco ...continua

    Alleniano mi sembra la definizione più banale ma anche la più idonea, perchè qui c'è Woody Allen all'ennesima potenza, dunque chi lo ama lo amerà tanto e chi lo odia lo odierà all'ennesima potenza.
    Alcune parti sono più deboli, ma nel complesso è davvero piacevole e divertente. Non da poco essersi guadagnato, nel 1973, all'epoca della sua uscita, una prefazione di Umberto Eco!

    ha scritto il 

  • 4

    Ironico e surreale

    Ironico, sarcastico, a tratti surreale. Questa raccolta di brevi racconti incarna alla perfezione tutto cio' che Woody Allen vuole essere. Divertente e fantasioso, il susseguirsi di diversi racconti fa si' che la lettura non perda vigore, ma acquisti originalita' man mano che si sfogliano le pagi ...continua

    Ironico, sarcastico, a tratti surreale. Questa raccolta di brevi racconti incarna alla perfezione tutto cio' che Woody Allen vuole essere. Divertente e fantasioso, il susseguirsi di diversi racconti fa si' che la lettura non perda vigore, ma acquisti originalita' man mano che si sfogliano le pagine.
    Consigliato a tutti i fan del regista.

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni tanto quando leggo il giornale o vedo il Tg mi viene in mente questo:

    VIVA VARGAS
    Brani tratti dal diario di un rivoluzionario
    15 agosto: Abbiamo preso la capitale!
    Abbiamo celebrato la vittoria per tutta la notte e ci siamo ubriacati tutti. In seguito ho parla
    ...continua

    Ogni tanto quando leggo il giornale o vedo il Tg mi viene in mente questo:

    VIVA VARGAS
    Brani tratti dal diario di un rivoluzionario
    15 agosto: Abbiamo preso la capitale!
    Abbiamo celebrato la vittoria per tutta la notte e ci siamo ubriacati tutti. In seguito ho parlato a Vargas del serio problema di guidare una nazione. Sebbene egli sia dell'opinione che le elezioni libere siano essenziali in qualsiasi democrazia, preferisce attendere fino a quando il popolo non diventi un po' più maturo prima di indire qualsiasi plebiscito.
    Fin da quel momento, egli ha improvvisato un tipo di governo fondato sulla monarchia di diritto divino, e ha ricompensato la mia lealtà concedendomi d'assaggiare i suoi cibi prima dei pasti.
    In più, sono stato anche nominato revisore generale alla pulizia delle latrine.

    ha scritto il 

  • 0

    L’amore credo sia come una vecchia barzelletta, quella dove uno va da uno psichiatra e dice: “Dottore, mio fratello è pazzo, crede di essere una gallina”. E il dottore gli fa “e perché non lo rinchiude?” E poi lui risponde ”e così a me le uova chi me le fa?” Beh, credo corrisponda ai rapporti uom ...continua

    L’amore credo sia come una vecchia barzelletta, quella dove uno va da uno psichiatra e dice: “Dottore, mio fratello è pazzo, crede di essere una gallina”. E il dottore gli fa “e perché non lo rinchiude?” E poi lui risponde ”e così a me le uova chi me le fa?” Beh, credo corrisponda ai rapporti uomo-donna, e cioè che sono assolutamente irrazionali, pazzi e assurdi! Ma credo che continuino, e che la maggior parte di noi ha bisogno di uova.”

    (Woody Allen, Io e Annie)

    ha scritto il