Il comunismo è ormai al tramonto e nella fangosa campagna ungherese quel che resta di una comunità di individui abbrutiti vive una vita senza speranza in una cooperativa agricola ormai in sfacelo. Tutti vogliono andarsene e sperano in un futuro migli ...Continua
...
Ha scritto il 10/08/18
"Come in un porcile, pensò con la testa che ancora gli ronzava, nasciamo dentro un mondo recintato, e come i maiali che si rotolano nel proprio sozzume, neanche noi sappiamo a cosa serva tutta questa mischia intorno alle mammelle che ci nutrono, che...Continua
andrea d'agostino
Ha scritto il 10/06/18

Avrei dato la massima valutazione, una delle più alte di sempre, a un romanzo brevissimo composto del solo ultimo capitolo di questo romanzo.
Il personaggio del dottore... quanti giorni ho passato impersonandolo...

Lilicka
Ha scritto il 18/03/18
“Cullati dai suoni vellutati della fisarmonica, i ragni della kocsma si lanciarono al loro ultimo attacco. Fecero calare leggere reti sopra le bottiglie, i bicchieri, le tazze, i posacenere, circondarono le gambe dei tavoli e delle sedie, dopo di che...Continua
subliminalpop
Ha scritto il 18/02/18

★★★★ per le atmosfere e per la scrittura (anche se non sempre procede "a ritmo")
★★ per la storia vera e propria


Cit. https://twitter.com/subliminalpop/status/965889284321488897

Marcodo'
Ha scritto il 06/02/18
Mi è risultato difficle, all'inizio, "entrare" in questo libro, con le sue atmosfere alla Tarkovskij e i suoi personaggi degni di Kusturica. La decadenza dei vari Futaki, Schmidt, Kraner, Halics può inizialmente quasi infastidire (abitanti ed ex lav...Continua

Davide Scafidi
Ha scritto il Mar 07, 2017, 08:05
Ah ah. Sembra una barzelletta del cazzo. Ficcati in zucca che le barzellette sono come la vita. Cominciano male e finiscono male. In mezzo si ride.
Davide Scafidi
Ha scritto il Dec 23, 2016, 15:57
...e vide se stesso, sulla croce della culla e della bara, mentre con fatica si contraeva ancora un'ultima volta, per poi ritrovarsi, in virtù di un ordine perentorio e ineluttabile, completamente nudo - senza alcun segno di distinzione o d'identific...Continua
Davide Scafidi
Ha scritto il Dec 23, 2016, 15:57
Guardò tristemente il cielo funesto, i residui riarsi dell' estate segnata dall' invasione di cavallette, e d'improvviso su un unico ramoscello d'acacia vide passare la primavera, l'estate, l'autunno e l'inverno, e gli sembrò di percepire la totalità...Continua
Kobayashi
Ha scritto il Dec 18, 2016, 17:07
Guardò tristemente il cielo funesto, i residui riarsi dell'estate segnata dall'invasione di cavallette, e d'improvviso su un unico ramoscello d'acacia vide passare la primavera, l'estate, l'autunno e l'inverno, e gli sembrò di percepire la totalità d...Continua
Pag. 10

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Lorenzo il Russo
Ha scritto il Jan 22, 2017, 22:32
Fin da bambino e poi da giocanotto era stato capace di calcolare con precisione quasi centesimale il profitto ricavabile dalla quantità di odio e di disgusto che gli si agitavano intorno.
Pag. 108

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi