Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Scar Tissue

Di

Editore: Mondadori

3.8
(327)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 453 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Olandese , Finlandese

Isbn-10: 8804556129 | Isbn-13: 9788804556121 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Picco

Genere: Biography , Fiction & Literature , Musica

Ti piace Scar Tissue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nel 1983, il nuovo movimento punk-rock di Los Angeles diede alla luce una banddall'inconfondibile suono hard-core funk cosmico e caotico. Più di vent'annidopo, i Red Hot Chili Peppers sono una delle rockband di maggior successo almondo. Una band che è passata attraverso molti avvicendamenti (come è noto,anche "Jack Frusciante è uscito dal gruppo"), ma Anthony Kiedis - autore deitesti e voce della band - questo decennio passato tutto sulle montagne russe,l'ha vissuto fino in fondo. "Scar Tissue", l'autobiografia onesta eappassionata di Kiedis, è il racconto di una vita intensa. A volte, forse,persino troppo intensa.
Ordina per
  • 4

    Per tutti gli amanti del gruppo californiano, una biografia che va a fondo nella vita del frontman, che si racconta senza veli e senza vergogna, svelando anche le più profonde cicatrici.

    ha scritto il 

  • 4

    Biografia molto interessante. Si legge come un romanzo e se pure non si fa mancare un po' di retorica, specie verso la fine, rimane una narrazione dettagliata e piena di curiosità.

    ha scritto il 

  • 4

    La storia di Anthony Kiedis, dalla sua infanzia fino all'uscita dell'album BY THE WAY dei Red Hot Chili Peppers.
    Una lettura interessante, pur non essendo un fan del gruppo. Un'autobiografia in cui la componente musicale è quella meno approfondita; l'attenzione maggiore viene dedicata alla tossi ...continua

    La storia di Anthony Kiedis, dalla sua infanzia fino all'uscita dell'album BY THE WAY dei Red Hot Chili Peppers. Una lettura interessante, pur non essendo un fan del gruppo. Un'autobiografia in cui la componente musicale è quella meno approfondita; l'attenzione maggiore viene dedicata alla tossicodipendenza e le sue conseguenze, ai tentativi di uscirne e alle innumerevoli esperienze sessuali. Il libro si fa leggere piacevolmente, pur non essendo scritto in modo brillante, e alla lunga il riproporre ciclicamente le stesse tematiche possa risultare pesante.

    ha scritto il 

  • 3

    Looking for the Deep Kick

    Amo ed ascolto i RHCP da quasi 15 anni, nonostante le loro scivolate degli ultimi tempi. Non scherzo quando dico che mi hanno stravolto l'esistenza, perché grazie a loro ho conosciuto persone in giro per l'Italia che tuttora sento e frequento quanto posso, che mi hanno aiutato a crescere in ogni ...continua

    Amo ed ascolto i RHCP da quasi 15 anni, nonostante le loro scivolate degli ultimi tempi. Non scherzo quando dico che mi hanno stravolto l'esistenza, perché grazie a loro ho conosciuto persone in giro per l'Italia che tuttora sento e frequento quanto posso, che mi hanno aiutato a crescere in ogni senso. Perciò leggere questa biografia di Kiedis è stata più una cosa spirituale che altro; diciamoci la verità, non è di certo un libro da premiare o che può essere letto anche da non-fans, e per chi si è interessato alla sua/loro vita non è che ha trovato chissà quali notizie strabilianti... è un trovare amici / trovare donne / trovare droga e nel frattempo scrivere della musica. Ma non importa, perché i RHCP (tutti, anche chi ha suonato con loro per un mese) sono stati una parte importante della mia vita, lo sono tuttora e lo saranno sempre.

    ha scritto il 

  • 3

    Non un libro eccelso. Molto piu' concentrato nel raccontare - con un certo compiacimento almeno per quanto mi riguarda - il come, quando e le quantita' di eroina e cocaina consumate che la vita e la produzione dei RHCP.
    Mi dispiace molto ma manca qualcosa... Suggerirei di leggere anche "Life" di ...continua

    Non un libro eccelso. Molto piu' concentrato nel raccontare - con un certo compiacimento almeno per quanto mi riguarda - il come, quando e le quantita' di eroina e cocaina consumate che la vita e la produzione dei RHCP. Mi dispiace molto ma manca qualcosa... Suggerirei di leggere anche "Life" di Richards (rolling stones) molto più umano.

    ha scritto il 

  • 3

    Only for RHCP fans

    150 less pages and it would have been a great book. The funny thing is that the book goes as the band did: hectic in the first part, then a peak when John enters the band, a low when he leavs and then sweety and cosy and calm and hopeful when he rejoins the band.

    ha scritto il 

  • 4

    I Red Hot Chili Peppers sono stati il gruppo più importante della mia vita. Negli ultimi anni li ho un po' messi da parte, ma fino a non moltissimo tempo fa erano fondamentali per me. Grazie alla loro musica ho conosciuto molti amici, sono riuscita a superare periodi difficili, ho scritto, mi son ...continua

    I Red Hot Chili Peppers sono stati il gruppo più importante della mia vita. Negli ultimi anni li ho un po' messi da parte, ma fino a non moltissimo tempo fa erano fondamentali per me. Grazie alla loro musica ho conosciuto molti amici, sono riuscita a superare periodi difficili, ho scritto, mi sono divertita, sono stata ispirata. Questa è l'autobiografia di Anthony, un racconto onesto e appassionato che rivela gli aspetti più nascosti della sua personalità: il cantante si mette in piazza completamente, in modo molto umano, senza nascondere i propri errori e senza tentare di giustificarli. Consapevole di aver vissuto una vita sempre al limite, Anthony ci racconta della sua dipendenza dalle droghe, dell'origine delle canzoni che ha scritto, delle donne che ha amato, degli amici che ha trovato e di quelli che ha perso. Se siete fan dei Red Hot, leggetelo. Vi sentirete più vicini allo spirito e alle vite di questi ragazzi americani che sono cresciuti insieme, nel bene e nel male.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Cicatrice

    Dover dare il voto all'autobiografia di una rockstar è abbastanza inutile di per sè. Più la vita di chi racconta è stata dura, difficile, amara, "quella che non ti aspetti", e più il libro sarà bello e bollabile con un 5 stelle o un 10++...
    Per questo non mi piacciono i voti. Sono didascalie inut ...continua

    Dover dare il voto all'autobiografia di una rockstar è abbastanza inutile di per sè. Più la vita di chi racconta è stata dura, difficile, amara, "quella che non ti aspetti", e più il libro sarà bello e bollabile con un 5 stelle o un 10++... Per questo non mi piacciono i voti. Sono didascalie inutili alla complessità di un lavoro che nel caso dell'autobiografia corrisponde alla vita. Anthony Kiedis, il cantante dei Red Hot Chili Peppers, una delle mie icone adolescienziali si racconta in un libro che traccia una cicatrice, come dal titolo, che è anche il segno lasciato sulla sua anima dalle numerose vicende che hanno segnato i suoi percorsi di vita. Sarebbe scontato star qui a raccontare quante cosa ha fatto Tony a partire da quando aveva 11/12 anni e quante volte è stato fenice di se stesso e si è rimesso in piedi nonostante la forte dipendenza dalle droghe. E' molto facile, il libro lo racconta (bene). Quindi io mi soffermo sul linguaggio, molto aperto, sincero, forse anche troppo. Una persona che apre veramente il suo cuore e tira fuori dei particolari che per molti sarebbero degradanti e, diciamolo, in un paese perbenista come l'Italia non sarebbero nemmeno accettati. Per questo, la sua autobiografia merita di essere letta. Perchè è facile pensare alle rockstar e ai loro problemi come cose che li rendono quello che sono (per la massa: "dei fighi da paura"). Ma in realtà aprirsi agli altri è molto più difficile di quanto pensiamo. Anthony Kiedis, ci racconta la sua vita sempre in bilico con la sconfitta e la morte. E quello che lascia è un forte messaggio di amore per la vita di cui io farò sicuramente tesoro.

    ha scritto il 

  • 4

    "...But love and music can save us,and did..."

    Anthony Kiedis è un uomo singolare.
    Oltre a essere il leader di una famosissima rock band da record,capace di concentrare in un solo sound derivazioni rap,rock,funk,punk, hardcore e persino (udite udite) jazz,è un vegetariano convinto,da giovane,oltre che assumere qualsiasi sostanza stupefacente, ...continua

    Anthony Kiedis è un uomo singolare. Oltre a essere il leader di una famosissima rock band da record,capace di concentrare in un solo sound derivazioni rap,rock,funk,punk, hardcore e persino (udite udite) jazz,è un vegetariano convinto,da giovane,oltre che assumere qualsiasi sostanza stupefacente,aveva il particolarissimo vizio di gettarsi dai tetti dritto nelle piscine,ed era letteralmente tormentato da un costante desidero di sesso violento.La "sindrome del Macho",ecco. Un personificazione reale del mito ideale espresso,talvolta volgarmente,con lo slogan "SEX DRUGS AND ROCK AND ROLL". Ebbene,in questa autobiografia,sincera,coerente e spassionata,c'è anche questo.Ci sono racconti vissuti in prima persona che neanche la penna di Irvine Welsh (leggere "Colla" o "Trainspotting" per credere) riuscirebbe mai a ideare,tra sostanze psicotrope apparentemente inassumibili,donne provocanti e notti brave come quella a Las Vegas nel celebre film, cariche di paura e delirio. Ma il valore artistico e umano di questo ragazzo piu' californiano che mai,iniziatore (in parte) e emblema di una cultura fortissima fatta di surf,musica droga e torso nudo emerge specialmente nei momenti piu' bui e impegnativi che si è trovato a vivere:il migliore amico scomparso per overdose,la consapevolezza di aver potuto essere al suo posto,il tentativo (coronato dal successo) di mantenere vivi i RHCP nonostante la (continua) mancanza di un chitarrista e la storia di profonda amicizia sia con il fratello di vita Flea sia con il piu' giovane Frusciante. E ogni volta che ascolterete un brano dei Red Hot alla radio o comprerete un loro disco,ricordate il continuo e sincero intreccio presente tra la loro vita e la loro musica,grazie al quale hanno impresso in ogni canzone una magia che nessuno riuscirà mai piu' a riproporre. I love you,Anthony. D.

    ha scritto il 

  • 4

    parziale...

    Non sono la persona adatta a commentare la biografia di uno degli idoli della mia adolescenza... ma una cosa la posso dire,
    l'ho preso per leggere qualcosa in fila alle poste, pensando di metterlo nella libreria una volta a casa, invece ho dovuto finirlo! Non giudicherò altro...
    A presto Anthony! ...continua

    Non sono la persona adatta a commentare la biografia di uno degli idoli della mia adolescenza... ma una cosa la posso dire, l'ho preso per leggere qualcosa in fila alle poste, pensando di metterlo nella libreria una volta a casa, invece ho dovuto finirlo! Non giudicherò altro... A presto Anthony!

    ha scritto il 

Ordina per