Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Scautismo per ragazzi

Di

Editore: Nuova Fiordaliso

4.3
(135)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 372 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8880547143 | Isbn-13: 9788880547143 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Education & Teaching , Sports, Outdoors & Adventure , Teens

Ti piace Scautismo per ragazzi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Non ricordo se lo lessi tutto oppure no. Ricordo come molte pagine, le cosiddette "chiacchierate", comunichino molto che può essere rapportato alla vita in genere, non solo alla realtà degli scout. Baden Powell fu un vero maestro dell'educazione.

    ha scritto il 

  • 5

    Semel Scout, Semper Scout

    Pur non avendo vissuto il Reparto, cuore avventuroso dello Scoutismo, ho riconosciuto, pagina dopo pagina, emozioni, colori, gesti a me più che familiari: il mio mondo, con la camicia ed il fazzolettone al collo o senza di essi.
    Tutto quello che si può voler sapere sulla Teoria dell'Avventura è i ...continua

    Pur non avendo vissuto il Reparto, cuore avventuroso dello Scoutismo, ho riconosciuto, pagina dopo pagina, emozioni, colori, gesti a me più che familiari: il mio mondo, con la camicia ed il fazzolettone al collo o senza di essi. Tutto quello che si può voler sapere sulla Teoria dell'Avventura è in questo libro ma viverla è l'essenziale, è quel che conta, è quello che è a malapena descrivibile. Perché l'aria che si respira è l'aria che si respira e non parole. Non rimane che buttarsi a capofitto, giocare il gioco ed essere Sempre Pronti.

    unica pecca: le unghie dei piedi vanno tagliate tonde e non quadrate, le quadrate incarniscono più facilmente. In questo solo posso correggere B.-P.

    ha scritto il 

  • 5

    Il metodo educativo ideato da Lord Baden-Powell durante l'assedio di Mafeking (Sudafrica, guerra anglo-boera), al netto di qualche parte comprensibilmente datata, è ancora validissimo. Prova ne sia la fiorente diffusione dello scoutismo nel mondo intero. ESTOTE PARATI, forever.

    ha scritto il 

  • 0

    Il giorno della mia partenza fu una notte d’Agosto sul monte Subasio. Ovviamente ricordo tutto, il momento in cui alla mia Capo Fuoco chiesi di partire, lì, ad Assisi, la decisione del Capo Clan di partire in serata per camminare al buio, il profumo della notte, quel rifugio con la porta sbarrata ...continua

    Il giorno della mia partenza fu una notte d’Agosto sul monte Subasio. Ovviamente ricordo tutto, il momento in cui alla mia Capo Fuoco chiesi di partire, lì, ad Assisi, la decisione del Capo Clan di partire in serata per camminare al buio, il profumo della notte, quel rifugio con la porta sbarrata e la camminata in cordata fino le due. Il vento che ci faceva lacrimare gli occhi, lo zaino sempre più pesante, il dolore e la fatica sincera che avevo imparato in quel campo mobile, quel momento in cui pensavo di non farcela più e poi un mezzo passo e l’annullarsi del dolore. Poi tutto va veloce. . La partenza rappresenta una scelta, il simbolo è la forcola. Decidi di continuare a servire l’associazione o di giocare il grande gioco fuori dall’associazione? Fuori, io partivo, me ne andavo, via! Ma, era vero, anche fuori io ho continuato a giocare il grande gioco. Quello che imparai allora fa parte di me senza che io ci pensi. “Lo scout considera suo onore il meritare fiducia”, il primo punto della legge, io non so quante volte me lo sono potuto dire in testa. Quando scegliere diventava difficile, o anche quando no, come quando ci si lascia con qualcuno, dopo anni, ed in testa il suo nome suona ancora, per vecchia usanza. Ma non era abitudine. Quando qualcuno mi dice, si vede che sei scout, io sono fiera d’essere scout. Anche se poi di nuovo ho fatto parte d’un’associazione, per alcuni gloriosi anni da Capo, e poi di nuovo l’ho abbandonata, e sono sufficientemente incoerente e ‘ncazzusa da non potere del tutto escludere che non accadrà ancora, insomma, io questa sono, una che si ripete “lo scout è leale”, che “sorride e canta anche nelle difficoltà”, che non si sa stare zitta, che prova piacere nel saper fare, e che si dice noo non lo farei mai più, ma poi certi momenti si sente sul viso il calore e il colore del fuoco di bivacco, l’umido negli scarponi, le magliette ad asciugare sullo zaino mentre si fa strada. Le barrette di funzione dei Capi che si mettono sulle spalle, perché è/ha un peso essere Capi. Il deserto. Il valore del silenzio. Il bisogno dello stare soli, per potere ritornare agli altri. Si ricorda degli uomini/donne-dei-boschi che ha incontrato e cercato d’emulare, prende tra le mani uno spago un cordino o quello che c’è e si mette a fare nodi. Non è sempre un bene ricordare tutto. Nelle stanze gli oggetti cambiano solo di posto, so pur sempre dove cercare quando voglio trovare. . Poi a volte, come prima, arriva una mail d’una persona che ho vissuto pochissimo (per chi misura con il tempo fatti come questo), che non sentivo da tanto e pure sentivo lo stesso, e leggo di lui, del suo essere Capo da anni e del come e del dove. In copertina è citato “scoutismo per ragazzi”. Nel libro questo non c’è scritto, ma è tutto lì dentro, tra le tecniche, la spiritualità, la vita all’aria aperta.. è tutto là dentro.. Manca poco e fuori sarà silenzio, certe costellazioni le so riconoscere ancora, è un valore e un privilegio alzare gli occhi al cielo.

    ha scritto il 

  • 5

    Scouting For Boys

    Lettura che assolutamente non può mancare tra gli scaffali di uno/a scout, e che potrebbe giovare anche a chi con gli scout ha nulla o poco a che fare. Incredibile l'attualità di certi pensieri e il valore educativo di certe idee, nonostante il libro sia stato scritto più di 100 anni fa.
    Reg ...continua

    Lettura che assolutamente non può mancare tra gli scaffali di uno/a scout, e che potrebbe giovare anche a chi con gli scout ha nulla o poco a che fare. Incredibile l'attualità di certi pensieri e il valore educativo di certe idee, nonostante il libro sia stato scritto più di 100 anni fa.
    Regalatelo ai vostri figli!

    ha scritto il 

  • 5

    Utile anche per chi non è Scout.
    Quando ero un ragazzo misteriosamente non c'erano più in giro edizioni del libro, tanto che dovevamo quasi inventarci i colori di squadriglia. Il mio, preso nell'82 o giù di lì, è stato prestato e non più reso per la nota catena del valore. Per fortuna mi è s ...continua

    Utile anche per chi non è Scout.
    Quando ero un ragazzo misteriosamente non c'erano più in giro edizioni del libro, tanto che dovevamo quasi inventarci i colori di squadriglia. Il mio, preso nell'82 o giù di lì, è stato prestato e non più reso per la nota catena del valore. Per fortuna mi è stato regalato questo in un periodo in cui dovevo consultarlo quotidianamente.

    ha scritto il