Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Scegliere nel tempo di Facebook

Come i social network influenzano le nostre preferenze

Di ,

Editore: Carrocci (Studi economici e sociali Carocci, 66)

3.7
(3)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 275 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8843062069 | Isbn-13: 9788843062065 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Social Science

Ti piace Scegliere nel tempo di Facebook?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    "Il Linguaggio parla" (Heidegger) della nostra identità.

    Nel seguente link trovate un articolo scritto per La Civetta del Circolo degli Inquieti:
    http://www.scribd.com/doc/74595682/Scegliere-nel-tempo-…
    Raccoglie gli aspetti del testo che ho ritenuto più interessanti:
    - il superamento dell'inconscio a favore del concetto di ...continua

    Nel seguente link trovate un articolo scritto per La Civetta del Circolo degli Inquieti:
    http://www.scribd.com/doc/74595682/Scegliere-nel-tempo-di-facebook
    Raccoglie gli aspetti del testo che ho ritenuto più interessanti:
    - il superamento dell'inconscio a favore del concetto di identità
    - la "razionalità" processuale a cui ci stiamo abituando per le nostre scelte
    - il concetto di socialità utilizzato dagli Autori
    - lo spostamento del confine tra sfera pubblica e privata
    - una riflessione sull'aforima "il linguaggio parla" di Heidegger trasformato dagli Autori in "il linguaggio (ci) parla".

    Sono comunque tanti altri gli argomenti trattati nel libro, come per esempio il ruolo delle emozioni, la reputazione e la fiducia, i beni relazionali e il consumo, l’informazione, l’eccesso o l’illusione della scelta, le rappresentazioni sociali e le credenze, internet e la scrittura, l’esperienza personale e la personalizzazione, la memoria. Questi argomenti sono trattati soprattutto nella prima parte del testo e forse rimangono strumenti teorici descritti un pò frammentariamente e non del tutto utilizzati nella seconda parte del libro dove gli Autori affrontano il tema di come i social network, ma forse più in particolare facebook, possono influenzare l'identità degli utenti.

    Gli Autori hanno preferito puntare sulla definizione di un'ipotesi. Rimane ancora quindi tutta da verificare empiricamente sulla base di analisi e dati, dai quali potrebbero emergere anche altre sfaccettature del fenomeno e altre ipotesi da validare o confutare.

    Apprezzabilissimo l'intento degli Autori di affrontare scientificamente un "oggetto" dapprima denigrato dal mainstream accademico e dalle caratteristiche particolarmente vulnerabili per le pressioni al cambiamento a cui è sottoposto ogni giorno.

    Un testo molto originale, stimolante e per lo più condivisibile.

    ha scritto il