Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Schegge

Di

Editore: Elliot (Scatti)

3.7
(533)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 368 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Chi tradizionale , Olandese , Spagnolo

Isbn-10: 8861921302 | Isbn-13: 9788861921306 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Claudia Crivellaro

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Schegge?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando Marc Lucas, avvocato che ha dedicato la sua vita ad aiutare gli altri, viene a conoscenza di un esperimento psichiatrico che potrebbe cancellare dalla sua memoria i terribili ricordi che l’accompagnano e lo tormentano dal giorno in cui sua moglie incinta ha perso la vita in un incidente automobilistico del quale lui si sente responsabile, non ha dubbi: la sola speranza di liberarsi di questo peso insopportabile vale il rischio infatti di sottoporsi all’esperimento. Ma, invece che concedergli sollievo e alleviare le sue pene, con l’inizio dei primi test l’orrore comincia a prendere possesso di ogni attimo della sua vita: di ritorno dalla clinica psichiatrica, la chiave di casa non apre più l’appartamento, il nome sul campanello non è più il suo e, quando la porta viene aperta dall’interno, l’incubo ha inizio…
Ordina per
  • 4

    Finito Schegge di Fitzek.
    Molto incasinato ma bello.
    Quello che mi piace di più di questo autore, è la parte finale che c'è nei suoi romanzi, quella prima dei ringraziamenti: in questa parte lui mette ...continua

    Finito Schegge di Fitzek.
    Molto incasinato ma bello.
    Quello che mi piace di più di questo autore, è la parte finale che c'è nei suoi romanzi, quella prima dei ringraziamenti: in questa parte lui mette le riflessioni sui suoi romanzi, dove spiega come gli è venuta in mente l'idea di scriverli e parla anche dei collegamenti che i suoi romanzi hanno con i temi attuali.
    Trovo simpatica la sua ironia nella parte finale. Per esempio, in questo "Schegge" scrive:
    "E' ormai tradizione che ringrazi per primo il lettore. Perciò voi.
    A essere sincero, mentre scrivo, non vi penso affatto"
    E più avanti "......spero abbiate passato delle ore emozionanti. Nel caso non fosse così....conosco l'indirizzo di una buona clinica di Berlino dove possono aiutarvi a dimenticare questo romanzo molto in fretta...."
    Questa ultima parte si può capire solo dopo aver letto il romanzo.
    Logicamente non anticipo né la trama, che potete trovare su qualsiasi sito di libri, né il finale, sennò vi rovinerei il gusto della lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    "Mi dimostri che esisto veramente"...........

    ..........."E' troppo tardi"

    Anche se l'idea non è esattamente nuova e cioè che le persone e la vita non ti riconoscono, che nel parcheggio l'auto sia misteriosamente scomparsa, che le chiavi non entr ...continua

    ..........."E' troppo tardi"

    Anche se l'idea non è esattamente nuova e cioè che le persone e la vita non ti riconoscono, che nel parcheggio l'auto sia misteriosamente scomparsa, che le chiavi non entrino nella serratura di casa eccetera eccetera il libro è buono, molto buono. L'inquietudine non manca, i cambi di scena lasciano senza respiro, il mistero è fitto, i morti non son morti ... peccato per la motivazione finale che, a mio parere (o forse non ho capito) non trova il giusto calibro per poter reggere in piedi tutta la storia. E vabbè, anche se mi ha lasciato la sensazione di "c'è qualcosa che non va" Fitzek rimane ancora uno dei miei scrittori preferiti.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Poco credibile .

    Bellissima la trama, scritto in modo eccezionale, ti tiene sulle spine fino all'ultimo ma davvero il finale è proprio senza senso, non merita 5 stelle solo per quello.

    --Spoiler--
    La moglie e il suoc ...continua

    Bellissima la trama, scritto in modo eccezionale, ti tiene sulle spine fino all'ultimo ma davvero il finale è proprio senza senso, non merita 5 stelle solo per quello.

    --Spoiler--
    La moglie e il suocero fanno un casino per non far ricordare a Marc che suo figlio ha una malattia al fegato e il fratello di Marc dovrebbe morire per permettere a questo bambino di vivere e tra altro anche Marc soffre della stessa malattia. In pratica la morte del fratello di Marc gioverebbe anche a lui.
    Loro portano un uomo alla pazzia per cosa? Mi sembra davvero poco credibile.
    Davvero un peccato perchè con un finale più realistico poteva essere perfetto .

    ha scritto il 

  • 3

    Fitzek è noto per i suoi thriller psicologici: quei romanzi che indugiano e indagano nella mente del protagonista di turno, ove il confine tra pazzia e sogno, illusione e inganno, realtà e simulazione ...continua

    Fitzek è noto per i suoi thriller psicologici: quei romanzi che indugiano e indagano nella mente del protagonista di turno, ove il confine tra pazzia e sogno, illusione e inganno, realtà e simulazione si sposta continuamente!
    Non resta che "bersi" tutto d'un fiato la trama per disfare i nodi e cominciare a vedere, a capire.
    Qui Marc Lucas, sopravvissuto vedovo di un incidente di cui si sente responsabile, cerca di evitare la follia per il dolore della perdita, inviando una mail a una clinica che pubblicizza un nuovo metodo per eliminare i ricordi traumatici.
    Per lui comincerà una vera e propria odissea, in continua lotta con i fantasmi della sua vita e nuove minacce.
    Se l'innesco è sicuramente efficace, l'epilogo, a mio parere troppo ingarbugliato, fa calare il giudizio globale dell'intero romanzo, che ha i pregi della tensione e del coinvolgimento, ma pure l'appunto di una non totale riuscita!!!
    Ritengo comunque che valga la pena leggerlo!

    ha scritto il 

  • 4

    Per il momento il migliore Fitzek che abbia letto. Non ti permette di abbassare la guardia, i colpi di scena sono continui. É una lettura che ti inchioda, non puoi distrarti.
    Ottimo... quattro al cinq ...continua

    Per il momento il migliore Fitzek che abbia letto. Non ti permette di abbassare la guardia, i colpi di scena sono continui. É una lettura che ti inchioda, non puoi distrarti.
    Ottimo... quattro al cinque, dai!

    ha scritto il 

  • 4

    A Fitzek piace giocare duro, si diverte come un pazzo a osare, vuole lasciare il lettore a bocca aperta a tutti i costi, e per quanto mi riguarda ce l'ha fatta. Nonostante l'intrigo risulti un po' for ...continua

    A Fitzek piace giocare duro, si diverte come un pazzo a osare, vuole lasciare il lettore a bocca aperta a tutti i costi, e per quanto mi riguarda ce l'ha fatta. Nonostante l'intrigo risulti un po' forzato, durante gli ultimi capitoli avevo la mascella all'altezza delle ginocchia.

    recensione su ...il piacere della lettura

    http://leggiamo.altervista.org/thriller_schegge.htm

    ha scritto il 

  • 4

    Un thriller psicológico con toques de terror… así es básicamente como definen esta novela, pero si por mí fuera, simplemente diría que nos encontramos ante una película slasher hecha libro.
    http://lab ...continua

    Un thriller psicológico con toques de terror… así es básicamente como definen esta novela, pero si por mí fuera, simplemente diría que nos encontramos ante una película slasher hecha libro.
    http://labibliotecaderachel.blogspot.com.es/2014/04/el-experimento-de-sebastian-fitzek.html

    ha scritto il 

Ordina per