Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Schiaccianoci e il Re dei Topi

Di

Editore: Einaudi Ragazzi

4.0
(33)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 56 | Formato: Paperback

Isbn-10: 887926544X | Isbn-13: 9788879265447 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Pia Chiodi ; Illustratore o Matitista: Gennady Spirin

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Schiaccianoci e il Re dei Topi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Leggendo questa novella ci si rende conto che i confini tra realtà e sogno possono essere molto sfumati. Inizialmente le vicende di Marie e di suo fratello Fritz, la notte di Natale, corrono sui binari della normalità. Ben presto, però, compare un personaggio di quelli a cui solo Hoffmann ha saputo dar vita, il padrino Drosselmeier, che passa con naturalezza dalla dimensione del reale a quella dei sogni. Grazie a lui Marie conoscerà il misterioso mondo dello Schiaccianoci, che si troverà a combattere aspramente contro il Re dei Topi dalle sette teste. Ma il coraggio e l'amore infine vinceranno, come nella fiaba così anche nella realtà. Età di lettura: da 6 anni.
Ordina per
  • 2

    Questa breve fiaba natalizia creata dallo scrittore romantico tedesco E.T.A. Hoffman delude un po'. L'idea c'è ed è anche ottima, ma francamente la scrittura è pessima, pessima davvero: non c'è da meravigliarsi che per il suo balletto Čajkovskij abbia preferito attingere alla versione di Dumas pa ...continua

    Questa breve fiaba natalizia creata dallo scrittore romantico tedesco E.T.A. Hoffman delude un po'. L'idea c'è ed è anche ottima, ma francamente la scrittura è pessima, pessima davvero: non c'è da meravigliarsi che per il suo balletto Čajkovskij abbia preferito attingere alla versione di Dumas padre piuttosto che al testo originale, decisamente confusionario nella narrazione tanto che in diversi momenti non è del tutto chiara la consecutio logica fra gli eventi ed è necessario rileggere le frasi, cosa che in un testo pensato per bambini non è il massimo. Comunque, la storia di Maria e dell'onirica battaglia fra il suo schiaccianoci di legno e l'eptacipite re dei topi ha il suo fascino, se non altro per essere la fonte della splendida idea dei giocattoli vivi che in seguito ispirerà varie opere musicali e cinematografiche. Da segnalare la presenza delle squisite illustrazioni in stile settecentesco del russo Gennady Spirin, davvero molto raffinate.

    ha scritto il 

  • 0

    Tra i regali sotto l’albero, costruiti dal padrino Drosselmeier, Maria è affascinata da uno schiaccianoci di legno a forma di soldatino. Purtroppo il re dei topi ingaggia una battaglia con lui, ma Maria lo aiuterà, conoscerà la sua storia ed entrerà nel suo mondo.


    Per scrivere la musica p ...continua

    Tra i regali sotto l’albero, costruiti dal padrino Drosselmeier, Maria è affascinata da uno schiaccianoci di legno a forma di soldatino. Purtroppo il re dei topi ingaggia una battaglia con lui, ma Maria lo aiuterà, conoscerà la sua storia ed entrerà nel suo mondo.

    Per scrivere la musica per il balletto, Chaikovski si basò sulla versione francese di Alexandre Dumas (1845) del racconto dello scrittore tedesco E.T.A. Hoffmann, “Nussknacker und Mäusekönig” del 1816.
    Nello spazio piccolo e tutto domestico di poche pagine e due stanze (il salotto di casa Stahlbaum e la cameretta di Maria), la storia dello Schiaccianoci è talmente nota che è considerata ormai una fiaba classica; infatti, anche se non tutti conoscono l’autore, certamente la maggioranza conosce l’opera. In realtà, lo Schiaccianoci è una fiaba letteraria, ovvero è una creazione dello scrittore, rispecchia la fantasia del suo autore, il quale inserisce tuttavia anche alcune caratteristiche delle fiabe.
    (continua qui)

    http://www.lacompagniadellibro.sat2000.it/articolo.php?id=229

    ha scritto il