Scompartimento n. 6

Voto medio di 117
| 39 contributi totali di cui 34 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Mosca, anni ’80, sul leggendario treno della Transiberiana diretto a Ulan Bator, in Mongolia, due estranei si trovano a condividere lo stesso scompartimento: una timida e taciturna studentessa finlandese e un violento proletario russo dall’inesauribi ...Continua
Leone di Cleopatra
Ha scritto il 16/01/18
Uno spaccato della realtà sovietica degli anni '80 in disfacimento vista attraverso gli occhi di due personaggi in viaggio sulla Transiberiana: un russo violento e disilluso dalla vita ed una ragazza finlandese in cerca di risposte ai suoi sentimenti...Continua
John Silver
Ha scritto il 18/12/17

Mia recensione:

https://ilrifugiodilongjohnsilver.blogspot.it/2017/12/scompartimento-n-6-di-rosa-liksom.html

Nebbia
Ha scritto il 11/02/17
Ho subito il fascino delle ambientazioni (sia interne sia soprattutto esterne) che si sono susseguite lungo tutto il libro. La natura in primis, selvaggia e “dura” ma anche così pura e sconfinata. Ma anche le città, pur nella loro “bruttezza”, e gli...Continua
Sciarpina أنــا
Ha scritto il 02/02/17
SPOILER ALERT
Mosca, Marzo fine anni '80. Dalla stazione è in partenza il treno che viaggerà lungo la Transiberiana per raggiungere Ulan Bator, in Mongolia. Una ragazza finlandese e un uomo russo, che nella vita ne ha viste di tutti i colori, si dividono lo scompa...Continua
FabioCozzi
Ha scritto il 17/01/17

Un reportage mascherato da romanzo


Annissa
Ha scritto il Oct 22, 2014, 12:33
"Quello che si dimentica smette di esistere. O forse non è mai esistito."
Pag. 120
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 17, 2014, 17:01
"... Le ragioni della nostra angoscia sono di due tipi: o vogliamo ma non possiamo, o possiamo ma non vogliamo."
Pag. 36
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 17, 2014, 16:59
"Guarda me. Hai davanti un vecchio la cui anima malinconica è di una tranquillità desolante. Nemmeno il cuore batte più per un'emozione, batte solo per abitudine. Niente più follie e neppure sofferenza. Soltanto noia."
Pag. 27
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 17, 2014, 16:57
Noi uomini siamo dei buoni a nulla. Le donne se la cavano molto meglio sole. Di noi non ha bisogno nessuno. A parte altri maschi.
Pag. 24
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 17, 2014, 16:56
Tutti gli abitanti del Nord del mondo sono un solo grande popolo, uniti dalla stessa fierezza.
Pag. 15

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi