Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Scorrete lacrime, disse il poliziotto

By Philip K. Dick

(885)

| Paperback | 9788804464693

Like Scorrete lacrime, disse il poliziotto ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In un prossimo futuro, in un paese sconvolto dalla povertà e dalla paura,governato dal pugno di ferro di una polizia onnipresente, la star della TVJohn Taverner ha tutto quello che gli altri non hanno. Un giorno peròTaverner, svegliandosi, scoprirà d Continue

In un prossimo futuro, in un paese sconvolto dalla povertà e dalla paura,governato dal pugno di ferro di una polizia onnipresente, la star della TVJohn Taverner ha tutto quello che gli altri non hanno. Un giorno peròTaverner, svegliandosi, scoprirà di non essere mai esistito...

102 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Kafkiano questo romanzo di Dick soprattutto nella sua prima parte quando un conduttore televisivo molto noto viene ricoverato in ospedale dopo l'aggressione di una sua ex e si ritrova in un mondo alterato dove nessun lo conosce e si ricorda di lui e ...(continue)

    Kafkiano questo romanzo di Dick soprattutto nella sua prima parte quando un conduttore televisivo molto noto viene ricoverato in ospedale dopo l'aggressione di una sua ex e si ritrova in un mondo alterato dove nessun lo conosce e si ricorda di lui e nemmeno la polizia ha niente che lo riguardi nei suoi schedari. Di conseguenza è considerato un personaggio sospetto e pericoloso. Come tale viene preso di mira dalla polizia tanto che verrà imbastito una specie di complotto per incastrarlo. Ma... mentre per Kafka non esistono vie di fuga dalla realtà per Dick così non è. La realtà (quando lo è) è piena di universi paralleli ma in qualche modo sovrapposti e è possibile passare dall'uno all'altro in qualche modo ad es. facendo uso di droghe. E così quando la situazione sembra ormai disperata si apre per Jason Taverner una insperata via di fuga che lo riporta alla precedente realtà o almeno a una realtà molto simile. Il mondo di Dick è così contorto che è a volte difficile seguirlo da un universo all'altro o da un piano temporale all'altro.
    Questo libro comunque secondo me non è il suo miglior libro: meglio Ubik o Gli androidi sognano pecore elettriche.

    Is this helpful?

    Mario Inisi said on Oct 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un Philip Dick di pregio

    Immaginate di essere un personaggio famoso e ricco dello spettacolo e di svegliarvi una mattina in un hotel da due soldi senza più un'identità e senza che nessuno vi riconosca. Il tutto all'interno di uno Stato totalitario in lotta con le minoranze c ...(continue)

    Immaginate di essere un personaggio famoso e ricco dello spettacolo e di svegliarvi una mattina in un hotel da due soldi senza più un'identità e senza che nessuno vi riconosca. Il tutto all'interno di uno Stato totalitario in lotta con le minoranze che non ammette lacune identitarie. Il ritmo trascina e la trama è ben congeniata: un altro ottimo romanzo di Dick.

    Is this helpful?

    Riccardo said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse il migliore dopo la "la svastica sul sole".

    Is this helpful?

    Fagreg said on Mar 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    niente di memorabile, ma Dick merita almeno un paio di altre possibilità

    continua a sfuggirmi il senso di penose prefazioni che nelle prime 20 righe raccontano buona parte dei colpi di scena del romanzo, per non parlare delle postfazioni in cui qual ...(continue)

    niente di memorabile, ma Dick merita almeno un paio di altre possibilità

    continua a sfuggirmi il senso di penose prefazioni che nelle prime 20 righe raccontano buona parte dei colpi di scena del romanzo, per non parlare delle postfazioni in cui qualche nobile esegeta riesce immancabilmente a trovare legami tra l'autore, Freud, Shakespeare, la tragedia greca, la pittura surrealista e una serie di scrittori che conosce solo lui.
    l'analisi dell'opera me la faccio da solo, grazie; risparmiate pagine chè la carta costa

    Is this helpful?

    vinc said on Feb 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    il maestro è sempre in tiro

    come dick ce n'è pochi, o sarà che per me è il max nonostante i passi falsi, ma questo romanzo parte in quarta, con il personaggio pubblico, un SEI, a cui viene cancellata (da chi?) l'identità...

    dialoghi brillanti, impostazione cinematografica, co ...(continue)

    come dick ce n'è pochi, o sarà che per me è il max nonostante i passi falsi, ma questo romanzo parte in quarta, con il personaggio pubblico, un SEI, a cui viene cancellata (da chi?) l'identità...

    dialoghi brillanti, impostazione cinematografica, condizione sociopolitica che riflette il controllo paraamilitare anni '70 usa, insomma una lettura avvolgente come una coperta elettrica

    Is this helpful?

    Acetico Glaciale said on Dec 19, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book