"L'invisibile rivoluzione conformistica di cui Pasolini parlava con tanto accanimento e sofferenza dal 1973 al 1975 non era affatto un fenomeno invisibile. Chi ricorda anche vagamente le polemiche giornalistiche di allora, a rileggere questi ... Continua
Ha scritto il 23/09/17
Pungente, preciso e schietto. Pasolini dimostra una capacità magistrale nel sapere inquadrare le situazioni e ad analizzarle. Riesce a rendere vivo un periodo davvero turbolento anche a chi non l'ha vissuto, riportandone i principali avvenimenti e ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/07/17
(Ri)leggere Pasolini – a più di quarant’anni dal suo assassinio – è un’esperienza sorprendente e al tempo stesso sconcertante. Sorprendente perché i temi contenuti in questi scritti politico-sociali sono di grande attualità anche oggi ...Continua
Ha scritto il 08/05/17
Quale libertà ?
"Scritti corsari" raccoglie testi (articoli di giornale) comparsi nel periodo 1973-75, cioè negli ultimi anni di vita di Pasolini, il quale denunciava ciò che dolorosamente constatava : la fine della secolare civiltà contadina (ricordiamo in ...Continua
  • 36 mi piace
  • 9 commenti
Ha scritto il 08/08/16
Con il testo "Scritti corsari", Pasolini ha voluto raccogliere un insieme di suoi articoli giornalistici pubblicati su varie testate. Attraverso essi è possibile conoscere direttamente, quindi senza l’ausilio della mediazione artistica, il ...Continua
Ha scritto il 27/06/16
CorSera e altre testate (nel muro)
Allora: la prima riflessione è questa: una volta, tipo negli anni Settanta, potevi prenderti il lusso di andare in edicola, comprare, ad esempio, il Corriere Della Sera, e trovarci articoli firmati da Pier Paolo Pasolini. Non mi piacciono troppo le ...Continua
  • 9 mi piace
  • 3 commenti

Ha scritto il Jun 22, 2016, 16:14
Rigidità che è proprio il contrario dell'espressività che è eternamente cangiante, si offre a un'interpretazione infinita.
Pag. 33
Ha scritto il Jun 21, 2016, 20:29
Capii e provai una immediata antipatia per quei due. Poi dovetti rimangiarmi l'antipatia e difendere i capelloni dagli attacchi della poliziane dei fascisti.
Pag. 23
Ha scritto il May 01, 2015, 17:12
"Mendre l'uomo si avvia verso una lunga via / prima di arrivare si perde / e tramonta durante il suo cammino". Francesco De Gaetano
Ha scritto il Oct 18, 2013, 13:23
Ed è altrettanto chiaro che fin che i potenti democristiani su ciò che invece, in tale cambiamento, costituisce la continuità cioè la criminalità di Stato, non solo un dialogo con loro è impossibile, ma è inammissibile il loro permanere alla ...Continua
Pag. 140
  • 1 commento
Ha scritto il Nov 30, 2012, 15:42
Qual era il senso del loro messaggio silenzioso ed esclusivamentefisico? Era questo: «Noi siamo due Capelloni. Apparteniamo a una nuovacategoria umana che sta facendo la comparsa nel mondo in questi giorni, che hail suo centro in ...Continua
Pag. 6
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi