Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Scritti di montagna

Di

Editore: Einaudi

4.2
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 453 | Formato: Altri

Isbn-10: 8806128787 | Isbn-13: 9788806128784 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Scritti di montagna?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Musicista e padre della patria (ma anche alpinista)

    Personalità così non ce n'è più, si è esaurita la vena. Intellettuale borghese, musicista e musicologo, alpinista e scrittore di montagna, sotto il fascismo finisce in galera con Einaudi, Foa, Ginzburg, Antonicelli, Bobbio, Pavese, Carlo Levi e Luigi Salvatorelli. Dopo l'8 settembre combatte nell ...continua

    Personalità così non ce n'è più, si è esaurita la vena. Intellettuale borghese, musicista e musicologo, alpinista e scrittore di montagna, sotto il fascismo finisce in galera con Einaudi, Foa, Ginzburg, Antonicelli, Bobbio, Pavese, Carlo Levi e Luigi Salvatorelli. Dopo l'8 settembre combatte nelle brigate di Giustizia e Libertà.
    L'edizione Einaudi aggiunge una cura particolare, con due introduzioni (Gianni Vattimo e Italo Calvino) e un apparato scientifico di tutto rispetto (in appendice c'è pure il database delle ascensioni di Massimo Mila, che fu Accademico del CAI).

    ha scritto il 

  • 5

    NOTE
    6/10 raccolta degli scritti .e' la dimostrazione che quando uno ha le idee chiare,può parlare di tutto ,rendendosi interessante. Ci sono pagine di valore assoluto.veramente notevole

    ha scritto il 

  • 4

    "(...)Questa coscienza di essere soli nell'immensità d'una natura primitiva, e affidati proprio unicamente alle nostre forze, è una sensazione che solo il Monte Bianco dà così intera e pronunciata(...)". Ecco: Massimo Mila è capace di trasmettere il suo immenso amore per la montagna con un lirism ...continua

    "(...)Questa coscienza di essere soli nell'immensità d'una natura primitiva, e affidati proprio unicamente alle nostre forze, è una sensazione che solo il Monte Bianco dà così intera e pronunciata(...)". Ecco: Massimo Mila è capace di trasmettere il suo immenso amore per la montagna con un lirismo quasi commovente, che va dritto al cuore; e non è affatto sdolcinato o sbrodolato nel farlo. Ogni tanto, durante un racconto d'ascensione o la descrizione di un personaggio, fatti sempre con grande cura e distacco ma mai in modo serioso e sempre con un sottile velo d'ironia, pone qualche riflessione come quella citata. Nulla di meglio da leggere per comprendere cosa davvero è la montagna come cultura di vita.

    ha scritto il 

  • 5

    deve esistere un "mila touch"!
    di qualsiasi cosa scriva - musica, vita civile e politica, montagna - lo fa con una leggerezza unita a profondità davvero inusuali.
    la montagna come parte integrante di una complessa educazione civile.
    bellissimo.

    ha scritto il