Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Scritti teatrali

Di

Editore: Einaudi (Piccola Biblioteca, 154)

4.1
(45)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 248 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806158120 | Isbn-13: 9788806158125 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Roberto Fertonani , Emilio Castellani , Renata Mertens

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , Education & Teaching

Ti piace Scritti teatrali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Raccolta abbastanza dettagliata ma contenente articoli un po' troppo spesso ripetitivi (sebbene mai noiosi). Ottimo per chi si avvicina a Brecht per la prima volta e vuole approfondire il concetto di 'teatro epico' da lui inventato: offre alcuni spunti di riflessione su tematiche storiche importa ...continua

    Raccolta abbastanza dettagliata ma contenente articoli un po' troppo spesso ripetitivi (sebbene mai noiosi). Ottimo per chi si avvicina a Brecht per la prima volta e vuole approfondire il concetto di 'teatro epico' da lui inventato: offre alcuni spunti di riflessione su tematiche storiche importanti a lui molto care quali il nazismo e il capitalismo.

    Come a dire che il teatro è vita, e che non può esimersi dal raccontarla in tutte le sue sfaccettature.

    ha scritto il 

  • 4

    Teatro epico. Teatro epico. Teatro epico.

    Affascinante ma anche ripetitivo. Soprattutto visto il suo statuto di miscellanea di saggi, è curioso vedere tornare fuori spesso le stesse identiche locuzioni, gli stessi schemi di discorso, a volte neanche variati.
    Comunque i concetti alla base furono rivoluzionari, l'ironia sottile è trav ...continua

    Affascinante ma anche ripetitivo. Soprattutto visto il suo statuto di miscellanea di saggi, è curioso vedere tornare fuori spesso le stesse identiche locuzioni, gli stessi schemi di discorso, a volte neanche variati.
    Comunque i concetti alla base furono rivoluzionari, l'ironia sottile è travolgente, la pragmaticità colpisce. Ma che Brecht è stato un genio del teatro moderno non devo certo dirlo io.

    ha scritto il