Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Se muori siamo pari

Di

Editore: Bao Publishing

4.3
(83)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 51 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8865430524 | Isbn-13: 9788865430521 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Se muori siamo pari?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Sono esperto dell'odio che ha scavalcato i sensi di colpa, l'analisi critica della colpa, il concetto di condivisione della colpa, l'idea di torto e ragione un po' e un po'. No: è colpa Sua. Punto. In ogni caso, attivamente, passivamente, l'Altro ha Torto Definitivo. Solo se muore siamo pari."
Ordina per
  • 4

    Sul perché l'essere umano è orribile e perché dovrebbe estinguersi. Con tutta la sana cattiveria che Makkox sa regalarci. Un saggio sull'odio, quell'odio che tutti segretamente proviamo, ma non sta bene ammetterlo. Societàdimmerda.

    ha scritto il 

  • 0

    Premessa:


    Trattasi di fumetto. In linea teorica il fumetto dovrebbe essere qualcosa di leggero e divertente, un genere simpatico, un genere dove la fantasia ha campo libero d'espressione ancora più di quanto la semplice e sola scrittura possa fare.


    Recensione:


    Ho ordinato que ...continua

    Premessa:

    Trattasi di fumetto. In linea teorica il fumetto dovrebbe essere qualcosa di leggero e divertente, un genere simpatico, un genere dove la fantasia ha campo libero d'espressione ancora più di quanto la semplice e sola scrittura possa fare.

    Recensione:

    Ho ordinato questo fumetto in Feltrinelli. Difficilmente ho bisogno di ordinare un libro specifico poichè di solito riesco ad essere soddisfatta dalla moltitudine di libri presenti negli scaffali. Merito di anobii, attirata dal titolo e il libro è diventato mio. Non scenderò a specificare il messaggio che mi ha trasmesso perchè sono convinta che tutti, leggendolo, potrebbero trovare e capire qualcosa di molto personale spulciando nel proprio bagaglio d'esperienze.

    Dirò giusto giusto un paio di cose: il titolo è illuminante, i testi sono assolutamente veritieri, nudi e crudi, e i disegni, visti con l'occhio di chi disegna a sua volta, hanno un tratto particolare, un che di nervo e sangue assai affascinante.

    ha scritto il 

  • 4

    Disegni e testi davvero bellissimi, le storie però sono di un cinismo e di una violenza "morale" da lasciare senza fiato. Forse fannotanto male perché sono tanto, tanto verosimili...

    ha scritto il 

  • 5

    Tralasciando assolutamente le vignette politiche per Il Post, poi raccolte in altri volumi, che gli hanno elargito fama di "disegnatore satirico", Marco Dambrosio da Formia è anche (o sopratutto) questo. Questi brevi racconti di totale mediocrità, cinismo vigliacco, la bruttezza e la grett ...continua

    Tralasciando assolutamente le vignette politiche per Il Post, poi raccolte in altri volumi, che gli hanno elargito fama di "disegnatore satirico", Marco Dambrosio da Formia è anche (o sopratutto) questo. Questi brevi racconti di totale mediocrità, cinismo vigliacco, la bruttezza e la grettezza delle vere storie di tutti i giorni (e non Riccardo Fogli) rappresentate, senza condanna o celebrazione, in tutta la loro immanenza. Ma è lo stile a sconvolgere, a onor del vero il non-bello, il proprio-brutto seduce: i dialoghi senza puntualità che sono solo un chiacchiericcio, il tratto legnoso, movimentato, dei nervi scoperti che viene fuori in quell'escalation di dirompente rabbia disumana dell'ultima scenetta. Makkox, le donne ti amano, io non posso proprio non pensare a questo teatro del comune odio che hai messo su. E se muori siamo pari.

    ha scritto il 

  • 5

    'La metrica vince sul contenuto. E' un canto di riconoscimento'. Questo lavoro di Makkox è una di quelle cose belle tutte, per intero, e per sempre. Perché l'odio, una volta che c'è, è per sempre.

    ha scritto il 

  • 0

    Frammenti di odio puro, umano

    Frammenti di odio puro, umano. Disgusto e disprezzo condensato in poche tavole. Sei mini racconti illustrati nel classico stile a cui Makkox ci ha abituati, preceduti da altrettante riflessioni sulla nascita di questo nobile sentimento.

    ha scritto il 

  • 4

    "sono esperto dell'odio che ha scavalcato i sensi di colpa, l'analisi critica della colpa, il concetto di condivisione della colpa, l'idea di torto e ragione un po' e un po'. no: è colpa sua. punto. in ogni caso, attivamente, passivamente, l'altro ha torto definitivo. solo se muore siamo pari." ...continua

    "sono esperto dell'odio che ha scavalcato i sensi di colpa, l'analisi critica della colpa, il concetto di condivisione della colpa, l'idea di torto e ragione un po' e un po'. no: è colpa sua. punto. in ogni caso, attivamente, passivamente, l'altro ha torto definitivo. solo se muore siamo pari."

    ha scritto il