Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Se non ora, adesso

Le donne, i giovani, la liberazione sessuale

Di

Editore: Chiarelettere

3.7
(83)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 176 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8861901816 | Isbn-13: 9788861901810 | Data di pubblicazione: 

Genere: Family, Sex & Relationships , Political , Religion & Spirituality

Ti piace Se non ora, adesso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
“I RABBINI, GLI IMAM, I VESCOVI DEVONO SMETTERE DI VOLER CONVINCERE
CHE PARLANO IN NOME DI DIO!”
Don Gallo

“I RICCHI SONO SEMPRE PIÙ RICCHI.”
Paolo VI

Le nuove generazioni non hanno bisogno di maestri ma di testimoni, nessuna predica, solo esempi. Don Gallo racconta episodi di vita vissuta (l’adolescenza, la mamma, i suoi incontri e battaglie) e si
appella alla voglia di reagire dei giovani e delle donne. A cominciare dal sesso, che non deve essere un’arma del potere per sfruttare e discriminare, complici la Chiesa e questa politica, ma una spinta a
essere se stessi e a stare bene con l’altro. Prima viene l’etica, poi la fede, dice don Gallo. Anche in famiglia, nella strada, sul lavoro. Ogni giorno. Allora il disagio di chi non è omologato, degli ultimi
e dei diversi non sarà più un problema di ordine pubblico, piuttosto un’occasione di confronto, una questione sociale e umana che riguarda tutti. La forza “eversiva” del Vangelo è in un’idea di
cittadinanza ricostruita a partire dall’incontro con gli altri, in pace, per un cammino veramente liberatorio a fianco dei più oppressi.

Don Andrea Gallo (Genova 1928) è sacerdote dal 1959. Nel 1975 ha avviato la Comunità di San Benedetto al Porto per il recupero degli emarginati. Tra i suoi libri, COSÌ IN TERRA COME IN CIELO (Mondadori 2010), SONO VENUTO PER SERVIRE (con Loris Mazzetti, Aliberti 2010), DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE (Aliberti 2011).
Ordina per
  • 4

    Bel libro di un prete che per prima cosa è stato Uomo, come Gesù, in mezzo alla gente. Prima ancora di parlare, condivideva. Per quello poi aveva titolo a parlare. E parlava maledettamente bene, perché ciò che diceva non veniva solo dalla dottrina della chiesa, ma soprattutto dalla condivisione d ...continua

    Bel libro di un prete che per prima cosa è stato Uomo, come Gesù, in mezzo alla gente. Prima ancora di parlare, condivideva. Per quello poi aveva titolo a parlare. E parlava maledettamente bene, perché ciò che diceva non veniva solo dalla dottrina della chiesa, ma soprattutto dalla condivisione della Buona Volontà fra gli uomini, che tutti insieme, fanno la Chiesa, e non sempre la loro dottrina coincide con quella ufficiale.

    ha scritto il 

  • 1

    Su molti temi concordo con Don Gallo, ma leggendo il libro ho avuto l'impressione che voglia deliberatamente ostentare la SUA visione (non sempre) progressista della religione cristiano-cattolica. Anziché leggerlo, preferisco ascoltarlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro con alti e bassi, non ha una scrittura organica, ma sono un'insieme di pensieri su tanti argomenti, alcuni hanno molta profondità e toccano il problema di una Chiesa ufficiale lontana dalla vita di tutti i giorni e arroccata su principi come nel campo della sessualità superati, altri invece ...continua

    Libro con alti e bassi, non ha una scrittura organica, ma sono un'insieme di pensieri su tanti argomenti, alcuni hanno molta profondità e toccano il problema di una Chiesa ufficiale lontana dalla vita di tutti i giorni e arroccata su principi come nel campo della sessualità superati, altri invece poco aggiungono al valore del libro.

    ha scritto il 

  • 5

    definirei questo libro di Don Gallo "traccia visibile per il
    nostro cammino"
    Vuoi farti ubbidire? prima fatti amare(Don Bosco)
    Tante sono le citazioni, una sua: personalmente, recito ogni giorno, come una preghiera sommessa, i primi dodici articoli
    della Costituzione repu ...continua

    definirei questo libro di Don Gallo "traccia visibile per il
    nostro cammino"
    Vuoi farti ubbidire? prima fatti amare(Don Bosco)
    Tante sono le citazioni, una sua: personalmente, recito ogni giorno, come una preghiera sommessa, i primi dodici articoli
    della Costituzione repubblicana.

    ha scritto il 

  • 4

    Da non credente ho grande stima di don Andrea Gallo che in questo libro ha confermato acutezza e una grande apertura mentale.
    Fondamentale l'affermazione dell'importanza della prevalenza dell'etica sulla fede.

    ha scritto il 

  • 4

    Un linguaggio semplice usato per parlare di argomenti altissimi. Davvero notevole spunto per riflessioni. Un uomo buono ed estremamente interessante che racconta la fede a modo suo e la illumina come nessuna chiesa potrebbe fare. Mi è capitato tra le mani proprio ora che è uscita questa storia de ...continua

    Un linguaggio semplice usato per parlare di argomenti altissimi. Davvero notevole spunto per riflessioni. Un uomo buono ed estremamente interessante che racconta la fede a modo suo e la illumina come nessuna chiesa potrebbe fare. Mi è capitato tra le mani proprio ora che è uscita questa storia del corvo. Mentre leggevo e in sottofondo mi passavano le notizie non potevo non chiedermi quanto fossero slegate le due visioni della chiesa. Quella di cui stavo leggendo e quella che istruisce processi per mantenere segreti i suoi segreti.

    ha scritto il 

  • 4

    E' strano che ha scrivere certi concetti sia un prete, mentre i nostri politici, giornalisti, opinionisti e via dicendo, anche quelli che si definiscono laici, esprimono concetti da baciapile!

    ha scritto il 

  • 4

    Affermazioni forti, temi importanti. Un prete decisamente atipico. Molto moderno (notare che è del 1928)
    Sarei tentata di dire che mi infastidisce un po' l'eccessivo autoreferenzialismo. Ma dal momento che è noto quanto sia sempre stato attivo "sul campo", credo che sia solo da ammirare.

    ...continua

    Affermazioni forti, temi importanti. Un prete decisamente atipico. Molto moderno (notare che è del 1928)
    Sarei tentata di dire che mi infastidisce un po' l'eccessivo autoreferenzialismo. Ma dal momento che è noto quanto sia sempre stato attivo "sul campo", credo che sia solo da ammirare.

    ha scritto il