Se solo fosse vero

Di

Editore: TEA

3.7
(1946)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 213 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Inglese

Isbn-10: 8850206410 | Isbn-13: 9788850206414 | Data di pubblicazione:  | Edizione 4

Traduttore: Benedetta Pagni Frette

Disponibile anche come: Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Se solo fosse vero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Una sera d'inverno, a San Francisco, Arthur e Laureen fanno la loroconoscenza. Arthur é un giovane architetto che ha traslocato in un nuovoappartamento. Laureen, trentenne, un tempo faceva il medico, mentre ora è unfantasma fuggito dal suo corpo che giace in coma in un letto d'ospedale. Unfantasma di quelli che di solito non si vedono, passano attraverso le porte enon riescono a comunicare con nessuno. Ma per uno strano scherzo del destino,Arthur vede benissimo Laureen, e può sentirla parlare, ridere e raccontare, alpunto da innamorarsene, alla follia. Così, proprio quando il sentimentosbocciato tra i due si trasforma in un legame profondo, i medici decidono cheper quella ragazza è giunto il momento di staccare il respiratore.
Ordina per
  • 1

    Se solo fosse meglio

    Non che avessi troppe aspettative, ma in effetti speravo fosse molto meglio. In certi punti più che un libro scritto sembrava un libro spiegato. Non mi è piaciuta l'alternanza nei dialoghi tra forma d ...continua

    Non che avessi troppe aspettative, ma in effetti speravo fosse molto meglio. In certi punti più che un libro scritto sembrava un libro spiegato. Non mi è piaciuta l'alternanza nei dialoghi tra forma diretta e indiretta, e quando era diretta tra una battuta e l'altra dei due protagonisti non c'era quasi niente in mezzo che desse un colore al loro modo d'esprimersi.
    La storia di per sé non è originalissima e si cade spesso nei soliti clichè sull'argomento, i dialoghi, spesso banali, che a volte rendono i personaggi un finti, stile soap opera, con battute assurde e inverosimili, la gente non parla così.
    L'ho finito solo per vedere come andava e perché mi dispiace lasciare i libri a metà. Per fortuna si legge in fretta e non è lungo. Mi ha deluso, non è stato una lettura piacevole.

    ha scritto il 

  • 2

    Delusione

    Avevo visto il film tempo fa e nonostante il libro sia completamente diverso mi aspettavo comunque qualcosa di più. Non mi è sembrato un granchè, ma forse era la mia aspettativa ad essere troppo alta! ...continua

    Avevo visto il film tempo fa e nonostante il libro sia completamente diverso mi aspettavo comunque qualcosa di più. Non mi è sembrato un granchè, ma forse era la mia aspettativa ad essere troppo alta!

    ha scritto il 

  • 1

    Partiamo dalla scrittura: sempliciotta, completamente assente la costruzione linguistica, capace di andare di palo in frasca nella successione degli avvenimenti e stati d’animo.
    La storia: fortunatame ...continua

    Partiamo dalla scrittura: sempliciotta, completamente assente la costruzione linguistica, capace di andare di palo in frasca nella successione degli avvenimenti e stati d’animo.
    La storia: fortunatamente l’idea è di una donna fantasma per cui si può soprassedere su qualsiasi altra cosa scritta che per lo più o è illogica oppure inverosimile, ma tant’è. L’amore tutto può e luoghi comuni da cioccolatini. Per non parlare della banalità delle descrizioni di scenari romantici di tramonti, albe e via discorrendo.
    Unica nota positiva, una certa propensione per battute spiritose che denotano una sorta di senso dell’umorismo che andrebbe maggiormente sviluppato dall’autore.
    Nel complesso ne sconsiglio la lettura!

    ha scritto il 

  • 1

    Orribile,non c'è un modo più gentile o sfumato per esprimermi riguardo a questo libro.
    Considerato anzi che ho iniziato a trovarlo tale piuttosto presto,diciamo pure dalla prima pagina,la vera meravig ...continua

    Orribile,non c'è un modo più gentile o sfumato per esprimermi riguardo a questo libro.
    Considerato anzi che ho iniziato a trovarlo tale piuttosto presto,diciamo pure dalla prima pagina,la vera meraviglia sta nell'aver tenuto duro ed essere arrivata a leggerne quasi due terzi,dopodichè però proprio non ce l'ho più fatta e ho dovuto arrendermi.
    Scrittura pessima,intreccio banale,protagonisti insopportabili,il tutto condito da riflessioni esistenziali stucchevolissime e imbarazzanti nella loro pochezza e insulsaggine.
    Il film che ne hanno tratto (prendendosi parecchie libertà,a quanto mi è parso di vedere fin dove sono arriavata io a leggere) neanche è un granchè,però l'interpretazione degli attori protagonisti mi è piaciuta abbastanza.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per