Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sea glass

Cuore di diamante

Di

Editore: Harlequin Mondadori, (Blue Nocturne, 41)

4.0
(72)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 380 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Sea glass?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Opal trilogy vol.2

Opale Cowan ha scoperto di possedere una nuova, spaventosa abilità che l'ha resa troppo potente agli occhi del Consiglio dei Maghi. Ma anziché presentarsi alla Cittadella come le hanno ordinato, la giovane decide di sfidare tutto e tutti per salvare di Ulrick, il ragazzo di cui crede di essere innamorata. La brama di potere potrebbe aver eclissato in lui qualunque sentimento, eppure Opale è disposta a correre qualunque rischio. E a sacrificare la cosa più preziosa che possiede.

Ordina per
  • 4

    Bello, coinvolgente e soprattutto completo!

    Il rientro di Opale a Sitia non è dei più felici: scoprire che tutti la temono per io suo nuovo potere, nessuno crede alla sua versione della storia e soprattutto viene considerata e trattata come una criminale. Ora starà a lei riuscire a dimostrare le sue ragioni, ma un nuovo complotto sembra ag ...continua

    Il rientro di Opale a Sitia non è dei più felici: scoprire che tutti la temono per io suo nuovo potere, nessuno crede alla sua versione della storia e soprattutto viene considerata e trattata come una criminale. Ora starà a lei riuscire a dimostrare le sue ragioni, ma un nuovo complotto sembra aggiungersi all'enorme numero di problemi che le gravano addosso.
    É sorprendente come l'autrice riesca a rendere la frustrazione di Opale e trasmetterla appieno al lettore, non lo fa con lo stile, ma creando situazioni e descrivendo in maniera curata le azioni della protagonista. Non c'è una boccata d'aria per il lettore, il susseguirsi di emozioni e avventure riesce a stressare il lettore proprio come se fosse nei panni di Opale. Spesso si pensa che saper narrare oppure avere una buona storia basti a dare ad uno scrittore il proprio titolo, sbagliato, se non si posseggono entrambi stiamo solo leggendo una lista della spesa molto alternativa.
    Emozioni a parte, la bravura della scrittrice traspare anche dal grande lavoro psicologico che viene fatto su Opale, la sua crescita fino ad una maturazione completa non sono incontrano i desideri del lettore, ma offre anche ai personaggi un nuovo spunto da cui partire per il terzo volume.
    In definitiva quattro stelle. Bello, coinvolgente e soprattutto completo!

    ha scritto il 

  • 0

    Da http://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2012/11/sea-glas…

    Siamo di nuovo a Sitia, dopo che Opale è riuscita a liberarsi dall’astuto Devlen e a catturarlo con l’aiuto di Janco. C’è solo un problema: Devlen si trova ora nel corpo di Ulrick e per salvare il suo (ex )r ...continua

    Da http://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2012/11/sea-glass-cuore-di-diamante.html

    Siamo di nuovo a Sitia, dopo che Opale è riuscita a liberarsi dall’astuto Devlen e a catturarlo con l’aiuto di Janco. C’è solo un problema: Devlen si trova ora nel corpo di Ulrick e per salvare il suo (ex )ragazzo, Opale deve ritrovare il vero corpo di Devlen e costringere i due a scambiarsi di nuovo i corpi. Troppo complicato? Non ditelo a me. Immaginarsi ogni volta un personaggio dentro un altro ha richiesto ogni grammo della mia concentrazione.
    Il Consiglio di Sitia ordina a Opale di tornare alla Cittadella per fare rapporto e spiegare l’accaduto. I Maestri Maghi e i Consiglieri sono infatti preoccupati dal nuovo potere di Opale che può risucchiare la magia di un altro mago quando questo l’attacca fino a prosciugarlo. Ma non sanno che il potere di Opale è ancora maggiore: infatti la ragazza ha appena scoperto di poter prosciugare la magia di un mago anche quando questo non la sta attaccando, le basta avere del vetro a portata di mano.
    Cercando Urlick, intrappolato nel corpo di Devlen, Opale e Janco cadono in una serie impressionante di disgrazie finché Opale non scopre che quello che le ha raccontato Devlen è vero: Urlick non vuole tornare nel suo corpo ma vuole continuare a praticare la magia di sangue per accrescere il proprio potere.
    Costretta a tornare al Mastio, Opale deve guadagnarsi la fiducia del Consiglio che ormai la vede come una possibile minaccia e le impedisce di lavorare alla fornace senza un rigido controllo. Infatti nessuno le crede quando racconta che i Distorsori non sono stati tutti sconfitti, ma alcuni possiedono ancora la Magia di Sangue, e viene perciò screditata. Tuttavia Opale non si arrende e alla fine del libro arriva a svelare altri complotti all’interno del Consiglio e a riportare i due ragazzi nei rispettivi corpi.
    Ci troviamo davanti a un bel dilemma.
    Io, per principio, tifo sempre per il perdente. Non ci posso fare nulla. Nelle (rarissime) occasioni in cui mi capita di guardare una partita la mia simpatia va subito per la squadra perdente. Se ci fossero i Mondiali e l’Italia stesse vincendo contro il Katmandù, probabilmente tiferei per quest’ultimo solo perché mi dispiacerebbe vederlo perdere, salvo poi tornare dalla parte dell’Italia una volta passata in svantaggio.
    Dunque è questo il dilemma: chi sceglierà Opale? L’affascinante Danzatore Kade che l’ha sostenuta durante tutte le sue vicissitudini, o l’intrigante, nonché poco di buono, Devlen finalmente tornato nel proprio corpo e con un improvviso desiderio di conquistarla? Io temo già di conoscere la risposta, infatti tifo per l’altro.

    Alaisse

    ha scritto il 

  • 5

    Alte e basse maree, tempeste, sabbia ed errori, tutto contribuiva a lustrare la superficie, trasformando le persone in esseri migliori. Chi imparava dall’ambiente ostile, sapeva che la tempesta sarebbe finita.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Continuano le avventure del “Mago del Vetro” più famoso di Sitia, Opale Cowan.

    Gli eventi riprendono subito dopo ciò che è accaduto in “Glass Magic”
    Vediamo un Opale impegnata nella sua ricerca di trovare il vero Ulrick, per accettarsi che stia bene e far ...continua

    Continuano le avventure del “Mago del Vetro” più famoso di Sitia, Opale Cowan.

    Gli eventi riprendono subito dopo ciò che è accaduto in “Glass Magic”
    Vediamo un Opale impegnata nella sua ricerca di trovare il vero Ulrick, per accettarsi che stia bene e fare in modo che la sua anima rientri nel proprio corpo, momentaneamente in possesso del distorsore Devlen.
    Ma una volta trovato Ulrick, non tutto andrà come previsto: quest’ultimo è più che felice della sua nuova situazione, del suo nuovo corpo (quello di Devlen) e, soprattutto, dei suoi nuovi poteri, accresciuti notevolmente.
    Opale, sarà costretta a tornare al Mastio, per dare conto delle sue azioni e per essere messa sotto chiave in attesa di capire se sia un pericolo o meno: i suoi nuovi poteri fanno veramente paura…
    chi potrebbe mai fidarsi di un mago con la capacità di rubare definitivamente la magia altrui?

    Questa serie mi sta piacendo forse molto di più della prima, basata sulle avventure di Yelena.

    Per iniziare, qua ci sono più colpi di scena…
    Poi si assiste ad una vera e propria evoluzione del personaggio principale, Opale.
    Se nel primo libro era apparsa una ragazzina ingenua, dipendente, frignona e sempre pronta all’autocommiserazione, che portava il lettore quasi ad odiarla, adesso è cresciuta.
    Abbiamo di fronte un Opale sicura e forte, non più disposta a fare lo “zerbino personale” di qualcuno… gli eventi l’hanno portata a questo radicale cambiamento – eventi caratterizzati da tradimenti, rapimenti, torture - forgiando una nuova personalità, che porterà alla salvezza di Sitia, smascherando una della più grandi congiure.

    I PERSONAGGI…
    Opale: leggi sopra;
    Kade: personaggio che ha subito anch’egli una grande metamorfosi… soprattutto in materia di sentimenti. Uno dei personaggi che rientra tra i miei favoriti;
    Leif: se nella prima serie l’ho odiato, in questa l’ho adorato… simpatico e divertente riesce a sollevare il morale rendendo la storia a tratti veramente esilarante;
    Ulrick: anche se in un altro corpo, con poteri diversi, la sua personalità rimane invariata. Il più antipatico dei personaggi, miscela in sé arroganza, puerilità e meschinità…
    Quando si dice che il potere dà alla testa;
    Devlen: continua ad essere il mio personaggio preferito… ha imparato ad amare* – Opale – e che cosa vuol dire essere umili, rimodellando se stesso.

    *QUOTE pag. 378
    Lui mi posò le punte delle dita sulle labbra. Il loro calore si propagò a tutto il mio corpo. <<I miei sentimenti per te erano sinceri. I giorni che abbiamo trascorso insieme come coppia sono stati i più felici della mia vita.>>
    Lui sostituì la mano con la bocca e mi baciò.

    Mi dispiace per Kade – personaggio che ho apprezzo tanto – ma io punto sulla coppia Opale/Devlen.

    Il secondo libro della serie Opale Cowan, ha superato di gran lunga le mie aspettative.

    STRACONSIGLIATO!!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    “I miei poteri terrorizzavano anche me, se solo ci pensavo troppo. Il Consiglio aveva un ottimo motivo per essere inquieto e volermi tenere sotto stretto controllo, visto che ero in grado di prosciugare un mago dai suoi stessi poteri. Tutto ciò che mi serviva era un globo di vetro tra le mani e p ...continua

    “I miei poteri terrorizzavano anche me, se solo ci pensavo troppo. Il Consiglio aveva un ottimo motivo per essere inquieto e volermi tenere sotto stretto controllo, visto che ero in grado di prosciugare un mago dai suoi stessi poteri. Tutto ciò che mi serviva era un globo di vetro tra le mani e potevo estrarre la magia trasformandola in sostanza fisica…”

    Dopo lo scontro con i suoi rapitori, abbiamo lasciato un’Opale con una nuova consapevolezza dell’estensione dei propri poteri, una manciata di diamanti e il dubbio sulla sincerità dei propri sentimenti per Ulrik. A Sitia intanto, il Cosiglio dei Maghi trema di fronte alle notizie sull’apprendista, ed emette un mandato di cattura nei suoi confronti. Opale dovrà scegliere quindi se tornare in città e risolvere la situazione con i Maestri Maghi, o seguire le tracce che portano al vero Ulrik. Se avete un po’ imparato a conoscere il carattere di questa protagonista, non avrete dubbi sulla sua scelta.
    Nonostante il pericolo di essere arrestata e imputata di chissà quali crimini, lei deve scoprire cosa ne è stato di quel ragazzo con cui parlava di lavorazione del vetro e verso il quale aveva iniziato a provare qualcosa. Sua guida e compagno di viaggio sarà Devlen, privo di poteri e con la missione (dichiarata apertamente) di proteggere e conquistare Opale.

    Un triangolo, vi domanderete voi?
    Sbagliato, perché in campo c’è un altro giocatore: Kade, il bel Danzatempesta che in quanto a charme poteva rivaleggiare con Valek (nella Study Series).

    Tanti uomini, un solo cuore confuso.
    Devo dire che in questo episodio, nonostante le belle premesse, i personaggi maschili non hanno brillato: Kade, dopo essersi tolto il peso che gli ingrigiva anima e umore, è diventato un fidanzatino accondiscendente, Devlen, dopo la perdita della magia e della brama di sangue, è passato dal Lato Oscuro allo spirito da crocerossina senza uno stadio intermedio, Ulrick ha mostrato il vero sè stesso, non arrivando però ad essere il VERO CATTIVO della situazione (figura di cui si sente la mancanza per dare tensione alla storia). Fortuna che c'è Yanco, vice di Valek e amico di Yelena, ad alzare il livello, rimanendo sempre coerente e fedele al personaggio che abbiamo amato nella prima trilogia.
    Bene invece, lo sviluppo di Opale, sia come donna che come maga. Nonostante le difficoltà, i tradimenti e la sensazione crescente di sfiducia nei suoi confronti, riesce a sollevarsi da tutte le cadute, andando avanti e credendo in sè stessa nonostante tutto.
    La storia è direttamente collegata alla precedente, ma non possiede particolare mordente. Ci sono un paio di momenti buoni, ma soprattutto nel finale l'autrice poteva risolvere e intrecciare gli eventi in maniera migliore per trovare una risoluzione alla narrazione. Si deve però tener conto che questo è un libro che sta “nella terra di mezzo”, ovvero collega l’inizio della storia con la sua conclusione, preparandone il terreno.

    Amo molto questa scrittrice, il mondo da lei creato e i personaggi che caratterizza, ma questa volta, non sono rimasta troppo soddisfatta. Naturalmente, ciò non sminuisce la mia voglia di leggere Spy Glass.
    Se siete appassionate come me, di questa serie, il consiglio che vi do, è di prendere questo secondo libro più alla leggera, con aspettative minori, così da non rimanerci troppo male. Leggendo alcuni estratti e commenti in lingua, ho visto che il finale che ci aspetta è veramente scoppiettante, quindi tenete duro che il prossimo sarà presto in edicola!

    Troverete il resto della recensione e la traduzione in esclusiva del racconto "Assassin Study" della Snyder, ambientato immediatamente dopo "Dark Moon. Farfalla di pietra" su Diario di Pensieri Persi
    http://greenyellowale.blogspot.com/2011/06/recensione-s…

    ha scritto il 

  • 5

    premetto che leggendo la trama che c'è sul retro mi sono spaventata, però ho anche pensato che non fosse attendibilissima, o comunque non da prendere alla lettera, come tra l' altro anche quella del libro precedente.
    e infatti, in effetti, Ulrick è ancora più inetto e ridicolo, davvero pess ...continua

    premetto che leggendo la trama che c'è sul retro mi sono spaventata, però ho anche pensato che non fosse attendibilissima, o comunque non da prendere alla lettera, come tra l' altro anche quella del libro precedente.
    e infatti, in effetti, Ulrick è ancora più inetto e ridicolo, davvero pessimo.

    se proprio doveva esserci un "pericolo" per Opale e Kade è sicuramente Devlen e non di certo Ulrick. e di sicuro questo non mi fa piacere di più Devlen, anzi. cos'è, il fascino del cattivo che (per amore o grazie all' amore?) diventa buono?! ...bah...a me questa cosa non piace proprio...

    Janco è sempre molto divertente e anche Leif mi fa sempre ridere e sorridere molto.

    invece purtroppo c'è decisamente troppo poco Kade, la sua mancanza si sente, però quando c'è è decisamente fantastico e stupendo, sempre affascinantissimo, mi piace proprio un sacco!
    e con Opale è assolutamente meraviglioso!

    benchè abbia alcune parti più lentine o un po' meno interessanti rispetto al precedente, soprattutto all' inizio e che non sia più incentrato sul "triangolo", è sempre bellissimo, coinvolgente e avvincente, davvero stupendo.
    confermo che per il momento questa trilogia mi sta piacendo addirittura di più di quella di Yelena.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Incredibile !

    Sono contenta oltre ogni dire...come si può non esserlo dopo un simile libro in cui proprio nulla è lasciato al caso?
    Ancora una volta la scrittrice ha dato tutta se stessa facendomi temere il prossimo libro soprattutto visto che quanto avviene in questo è complesso ma anche conclusivo sott ...continua

    Sono contenta oltre ogni dire...come si può non esserlo dopo un simile libro in cui proprio nulla è lasciato al caso?
    Ancora una volta la scrittrice ha dato tutta se stessa facendomi temere il prossimo libro soprattutto visto che quanto avviene in questo è complesso ma anche conclusivo sotto molti punti di vista.
    Cosa potrebbe mai raccontare di altrettanto eccezionale dopo una simile conclusione di eventi? Me lo domando...

    Troppe cose da poterle raggruppare grossolanamente in un unico commento, tanta adrenalina e coinvolgimento passionale e spassionato che coinvolge sia il lettore che la protagonista stessa in una metamorfosi continua a cui la vita la mette a dura prova fino a che il tutto diviene nulla.
    Una sotria così coinvolgente da un personaggio come Opale non la credevo possibile, ma fortuatamente mi sono divuta ricredere.

    Kade ed Opale; Ulrick e la sua netta rivelazione che finalmente si dimostra fuori dalla partita sentimentale che emerge dalla narrazione magica; Devlen che diviene nettamente un giusto concorrente e che con charme attira su di se ogni attenzione.
    Con la complicità di vecchi cari personaggi utili e non, e con un repentino capovolgimento di tutta la situazione, la storia divampa e si esalta.

    Consigliatissima, io non ci avrei mai pensato a risvolti simili XDD. Ora rimane l'ansia da finale della scrittrice, che spero non sia forzato o riduttivo come nella precedente trilogia. Io ormai non ne posso fare a meno. Opale è veramente una degna avversaria di Yelena come protagonista, ma lei ha già un precedente modello a cui potersi porre. Leggetela!

    ha scritto il