Secrets of a Summer Night

By

Publisher: Avon Books

4.1
(659)

Language: English | Number of Pages: 375 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Japanese , Spanish , Italian , French , Portuguese , Indonesian , Russian , Czech

Isbn-10: 0061259349 | Isbn-13: 9780061259340 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Romance

Do you like Secrets of a Summer Night ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Four young ladies enter London society with one common goal: they must use their feminine wit and wiles to find a husband. So a daring husband-hunting scheme is born.

Annabelle Peyton, determined to save her family from disaster, decides to use her beauty and wit to tempt a suitable nobleman into making an offer of marriage. But Annabelle's most intriguing—and persistent—admirer, wealthy, powerful Simon Hunt, has made it clear that while he will introduce her to irresistible pleasure he will not offer marriage. Annabelle is determined to resist his unthinkable proposition . . . but it is impossible in the face of such skillful seduction.

Her friends, looking to help, conspire to entice a more suitable gentleman to offer for Annabelle, for only then will she be safe from Simon—and her own longings. But on one summer night, Annabelle succumbs to Simon's passionate embrace and tempting kisses . . . and she discovers that love is the most dangerous game of all.

Sorting by
  • 4

    La Kleypas ha fatto centro, come suo solito mi ha coinvolta nella lettura appassionata. L'unica pecca è la trama che cade un pò nel banale, ma viene compensata da personaggi ben costruiti

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Questa volta Lisa Kleypas, che di solito mi piace moltissimo, non mi ha colpita molto positivamente. In sostanza la trama racconta di Annabelle Peyton, un'aristocratica caduta in disgrazia che deve fa ...continue

    Questa volta Lisa Kleypas, che di solito mi piace moltissimo, non mi ha colpita molto positivamente. In sostanza la trama racconta di Annabelle Peyton, un'aristocratica caduta in disgrazia che deve fare assolutamente un buon matrimonio per sperare che la sua famiglia possa sopravvivere e per far completare gli studi al fratello Jeremy. Gli aristocratici come lei, però, nella maggior parte dei casi preferiscono ignorarla, proprio a causa del suo tracollo economico, per questo le serve un piano efficace per sperare di catturare l'attenzione di un ricco marito. Arrivano in suo soccorso tre amiche, anche loro un po' emarginate, le ricchissime sorelle americane Lillian e daisy Bowman e la timida Evangeline Jenner. Pur avendo individuato chi potrebbe fare al caso di Annabelle, l'attenzione di questa è catturata dal ricchissimo, ma di umili origini Simon Hunt...
    PERSONAGGI
    Francamente, non ho trovato in questo romanzo la solita attenzione, posta dall'autrice nella costruzione dei personaggi. Entrambi i protagonisti mi sono sembrati troppo superficiali. Annabelle è una ragazza dell'alta società non abituata alle difficoltà economiche in cui si trova. Per tutto il libro è troppo concentrata a catturare un marito ricco ma che deve essere aristocratico, tranne poi provare una fortissima attrazione per Simon Hunt... E' l'immagine di una ragazza giovane, anche un po' ingenua e sprovveduta, non c'è nessuna profondità in lei.
    Simon è, a mio modesto parere, poco credibile. Figlio di un macellaio, è diventato ricchissimo, non si sa come, e addirittura è ammesso nei circoli aristocratici. In lui non c'è nessuno di quegli elementi che rendono, di solito, estremamente affascinanti i protagonisti della Kleypas: non è abbastanza, anzi per nilla, ferito e tormentato, non è scapestrato e libertino. È un uomo molto sicuro di sé, nonostante le umili origini, che ha saputo lavare via il suo passato, che ha una evidente attrazione per Annabelle, nonostante questi l'abbia ripetutamente rifiutato, lui continua a girarle intorno.
    Poi ci sono vari personaggi secondari, più o meno piacevoli, che saranno, prevedibilmente, i protagonisti dei prossimi libri della serie.
    STILE
    Non mi è piaciuto il modo in cui l'autrice ha affrontato questa storia: sembra costituita da vari episodi accostati tra di loro, non c'è una bella evoluzione che ci dia conto della costruzione della storia d'amore dei protagonisti. Non c'è un cattivo davvero determinante, non c'è un vero ostacolo che i protagonisti devono superare.
    Come al solito, l'autrice è molto brava nella costruzione dei dialoghi, in cui è sempre molto forte l'elemento ironico.

    said on 

  • 5

    La solita, fantastica Kleypas

    La penna di Lisa colpisce ancora! Questo romanzo mi è piaciuto tantissimo e adoro la serie delle audaci zitelle. Nonostante la trama all'inizio mi sembrasse piuttosto scontata e comune, il solito ed e ...continue

    La penna di Lisa colpisce ancora! Questo romanzo mi è piaciuto tantissimo e adoro la serie delle audaci zitelle. Nonostante la trama all'inizio mi sembrasse piuttosto scontata e comune, il solito ed eccellente modo di scrivere della Kleypas ne fa una perla di rara bellezza. Tutti gli uomini creati dalla sua mente romantica a proprio modo sono uomini pieni di fascino e virilità, tutti fanno battere il cuore e sospirare e Simon non è da meno. Ci si affeziona a tutti i personaggi, anche quelli minori e quando si finisce di leggere si vive il solito e triste distacco da tutti loro. Avrete notato che il termine "solito" compare spesso nella mia recensione... beh, non è assolutamente in senso negativo. Sono sempre estasiata dai romanzi sensuali e romantici della Kleypas. Un bel 9

    said on 

  • 4

    Simon è diverso dagli altri uomini che, per ora, hanno conquistato il mio cuore grazie alla penna della Kleypas. E' molto ironico, talmente sicuro di sé che riesce a scherzare persino sui suoi aspetti ...continue

    Simon è diverso dagli altri uomini che, per ora, hanno conquistato il mio cuore grazie alla penna della Kleypas. E' molto ironico, talmente sicuro di sé che riesce a scherzare persino sui suoi aspetti più rozzi, che in realtà possono essere scusati senza problemi perché a modo suo sa essere galante ed amorevole. Se hai le sue attenzioni le hai tutte, così come il suo amore, ed è molto dolce anche se sempre a modo suo. In realtà lui sa benissimo, fin dall'inizio, ciò che vorrebbe da Annabelle, ma riuscirà ad accettarlo solo dopo che le sta lontano per qualche giorno.
    Annabelle non mi ha lasciato molto, è stata molto "neutra", ma nonostante questo ho divorato il libro in mezza giornata, non solo perché affascinata da Simon ma anche perché MOLTO interessata alla storia di Evie e Lillian! E mi interesserebbe leggere un seguito anche su Jeremy che ho amato tanto, anche se appare poco!
    Non vedo l'ora di continuare.
    Grazie belle zitelle per le risate notturne che mi avete regalato!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Le Zitelle pt.1 Annabelle!

    Quattro stelline date sulla fiducia perchè l'idea delle Zitelle è carina e mi è piaciuta molto.
    In realtà il libro in se, per quanto buono e ben scritto, sarebbe da tre stelline.
    Il tutto perchè è un ...continue

    Quattro stelline date sulla fiducia perchè l'idea delle Zitelle è carina e mi è piaciuta molto.
    In realtà il libro in se, per quanto buono e ben scritto, sarebbe da tre stelline.
    Il tutto perchè è un pò scontato e frettoloso. Ci sono pezzi che si svolgono con una lentezza quasi esagerata e altri che invece vengono liquidati molto in fretta, come la storia del matrimonio riparatore di scandali tra Annabelle e Simon.
    Pum patapum pum pum, i due si ritrovano sposati in mezzo capitolo e tu, che speravi di leggere qualcosa della cerimonia, ti ritrovi a pensare -Ah, già fatto? Ok...-
    Resta comunque il fatto che la storia in se non è male. Queste autrici quando scrivono un romance storico devono sempre introdurre la difficoltà finale, il guaio in cui incappano i protagonisti, ma anche qui la situazione si sbroglia con una facilità quasi imbarazzante.
    Il porco che molestava lei viene rimesso in riga da una singola minaccia da parte di Simon mentre alla fine l'incendio nella fonderia si risolve con poche pagine di suspance e il salvataggio finale dei due protagonisti.
    Non siamo certo ai livelli di Kathleen Woodiwiss, ma l'idea resta carina e le Zitelle sono tutte eroine graziose e piacevoli.
    Promosso per una lettura leggera e senza pensieri.

    said on 

  • 4

    Non so cosa hanno i libri della Kleypas, ma appena inizio a leggerli non riesco a staccarmene. Lessi "Peccati di inverno" e pensai che non avrei mai letto un altro suo libro di quel livello e invece a ...continue

    Non so cosa hanno i libri della Kleypas, ma appena inizio a leggerli non riesco a staccarmene. Lessi "Peccati di inverno" e pensai che non avrei mai letto un altro suo libro di quel livello e invece anche questo mi ha stregata!
    Peccato che i titoli e le copertine siano sempre così frivoli facendo una "brutta pubblicità" al libro... 4 e non 5 stelle solo perchè avrei preferito un finale più movimentato, ma bellissimo comunque!

    said on 

  • 4

    Annabelle ormai è già bella che zitella per la sua età; la famiglia è ridotta sul lastrico e l'unica soluzione è trovare al più presto un marito, qualunque esso sia, basta che sia in possesso di dote, ...continue

    Annabelle ormai è già bella che zitella per la sua età; la famiglia è ridotta sul lastrico e l'unica soluzione è trovare al più presto un marito, qualunque esso sia, basta che sia in possesso di dote, titolo e un minimo di decenza fisica insomma!
    A una dell'ennesima serata che passa a fare da tappezzeria mentre gli altri ballano, attacca bottone con altre 3 giovani donne ovvero le sorelle Bowman Lillian e Daisy e la timida Evie che come lei riscaldano la sedia e tra una chiacchiera e un'altra scoprono di avere un obiettivo in comune: "trovare un marito!" e perchè non far gioco di squadra ed aiutarsi a vicenda in questa caccia?!
    Questa faccenda ha richiesto una sana dose di risate, malintesi, corteggiamenti, proposte non proprio signorili ^_- frecciatine, baci incandescenti e chi più ne ha ne metta con il lieto fine d'obbligo!

    Questo è il primo libro della serie dedicata a queste 4 donne e devo dire però che ho apprezzato di più Accadde in autunno che è il secondo ed è dedicato a Lillian Bowman non perchè questo sia scritto male o la storia non prenda ma perchè nel secondo Lillian mi ha fatto collassare dalle risate oltre che Marcus Lord Westcliff mi è piaciuto molto di più di Simon Hunt, diciamo che i miei ormoni hanno gradito di più Marcus ahahhahahahaha ;p ma ciò non toglie che questo libro ve lo stra stra consiglio!

    said on 

  • 5

    questo è il degno inizio di una serie assolutamente da non perdere! le "audaci zitelle" è divertentissima, romantica e assolutamente deliziosa, uno tra gli apici della Kleypas (che in ogni caso rimane ...continue

    questo è il degno inizio di una serie assolutamente da non perdere! le "audaci zitelle" è divertentissima, romantica e assolutamente deliziosa, uno tra gli apici della Kleypas (che in ogni caso rimane una autrice rosa di tutto rispetto)... è il prima ma io non lo avevo letto: sia l'inizio dell'amicizia tra le 4 amiche, che la storia di Annabelle (protagonista di questo primo libro) sono piacevolissime e ben strutturate. Come al solito leggere questi libri ti fa entrare in un mondo da sogno, dove alla fine i cattivi hanno la peggio e c'è sempre il lieto fine! Insomma, una piacevolissima favola per adulti!

    said on 

  • 3

    Una storia come tante, una coppia come tante.

    Nulla che colpisca, che renda la storia speciale o che regali, un brivido, un'emozione.Il risulatato è un romanzo "tiepido" senza infamia e senza lode che si trascina alla fine senza grandi sorprese o ...continue

    Nulla che colpisca, che renda la storia speciale o che regali, un brivido, un'emozione.Il risulatato è un romanzo "tiepido" senza infamia e senza lode che si trascina alla fine senza grandi sorprese o colpi di scena!!!
    Decisamente NOIOSETTO!!! :o(
    Sinceramente "Peccati d'inverno" mi era piaciuto di più e viste le premesse e le basi gettate in questo libro, nutro grandi speranze circa "Accadde in autunno".

    said on 

  • 3

    Nell'Inghilterra vittoriana di metà ottocento, Annabelle Peyton è alla disperata ricerca di un uomo da sposare. La situazione finanziaria della sua famiglia è precaria, e la sua età di certo non aiuta ...continue

    Nell'Inghilterra vittoriana di metà ottocento, Annabelle Peyton è alla disperata ricerca di un uomo da sposare. La situazione finanziaria della sua famiglia è precaria, e la sua età di certo non aiuta. A 23 anni può considerarsi annoverata tra le "vecchie" zitelle. Annabelle nonostante tutto spera in quell'ultima stagione per trovare un gentiluomo che la chieda in moglie e salvi la sua famiglia, soprattutto sua madre, dagli scandali e dal disastro economico. Per caso, conoscerà, tramite il suo fratellino, Simon Hunt. Non è un gentiluomo, è il figlio di un macellaio, che con intelligenza ha saputo cavalcare l'ondata di rinnovamento e industrializzazione di quel periodo, diventando ricchissimo. Ma per Annabelle non va bene, nonostante un bacio rubato la faccia fremere, lui non è un nobile, e lei tornerebbe indietro sulla scala sociale. In una delle svariate feste che si organizzavano per la stagione, Annabelle avrà modo di conscere tre ragazze nella sua stessa condizione di zitella in cerca di marito, costrette come sempre a far da tappezzeria. Ma le 4 ragazze, Annabelle, Evangeline, Lillian e Daisy invece di odiarsi per la rivalità, visto che cercano la stessa cosa, si coalizzeranno per ottenere un marito adatto per ognuna di loro. Annabelle è la prima della lista da accasare. In fondo è la più vecchia. Un ballo nella tenuta di Lord Westcliff le permetterà di rivedere Simon Hunt, dopo tre anni dal bacio rubato, che lei nonostante tutto, non ha mai dimenticato. Simon è contrario al matrimonio, ma è deciso ad averla come amante e proverà di tutto per convincerla, finendo però lui stesso per soccombere all'amore. Classico romanzo rosa. Lisa Kleypas ha facilità di scrittura e rende questi libri piacevoli diversivi per passare un pomeriggio di relax. Non sono da premio Pulitzer ma sortiscono l'effetto sperato. Voto: 6

    said on 

Sorting by