Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Seeress of Kell

By

Publisher: Bantam Books

4.1
(405)

Language:English | Number of Pages: 432 | Format: Softcover and Stapled | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , French

Isbn-10: 0593015657 | Isbn-13: 9780593015650 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Audio CD , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Sports, Outdoors & Adventure

Do you like Seeress of Kell ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
In the last stages of their quest for his son, Garion and his companions travel to Kell to consult a copy of the Malloreon Gospels. But Zandramas the Sorceress will not be outdone. She still has young Geran and should she reach the final meeting place with him, then Garion must slay his son.
Sorting by
  • 5

    Il tempo stringe per re Garion, impegnato con i suoi fedelissimi nella ricerca del figlio ed erede. Solo la Profetessa di Kell è in grado di rivelare l'ubicazione del fatidico "luogo che più non è", ma potrà farlo a condizione che il sovrano e Polgara portino a compimento un antico vaticinio... E ...continue

    Il tempo stringe per re Garion, impegnato con i suoi fedelissimi nella ricerca del figlio ed erede. Solo la Profetessa di Kell è in grado di rivelare l'ubicazione del fatidico "luogo che più non è", ma potrà farlo a condizione che il sovrano e Polgara portino a compimento un antico vaticinio... E intanto anche Zandramas sta affilando le proprie armi, perchè il Male trionfi per sempre sull'universo...

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Questo commento vale per l'intera Epopea dei Mallorean, non solo per questo libro.


    Questa seconda saga non m'è piaciuta quanto la prima. Certo, i personaggi principali, quelli che tenevano insieme la storia (Belgarath, Polgara, Garion, Silk e -purtroppo- Ce'Nedra) ci sono ancora; e il Vecc ...continue

    Questo commento vale per l'intera Epopea dei Mallorean, non solo per questo libro.

    Questa seconda saga non m'è piaciuta quanto la prima. Certo, i personaggi principali, quelli che tenevano insieme la storia (Belgarath, Polgara, Garion, Silk e -purtroppo- Ce'Nedra) ci sono ancora; e il Vecchio Lupo, la Zia Pol e Silk bastano a tener su una trama che, ancora una volta, è di un scontato che rasenta l'assurdo.
    Stavolta però, l'assurdo lo supera: Sono disposto a tollerare le banialità che fin'ora avevo incontrato, ma la profetessa che arriva e dice ai nostri "prodi eroi" cosa fare ogni volta che questi si trovano un minimo in difficoltà è troppo pure per me
    Non mi è piaciuto per niente, poi, il modo di porsi dei personaggi nei confronti della(e) profezia(e). Da questo punto di vista sono pienamente Goodkiniano, quindi la stanca accettazione del loro destino, senza nemmeno provare ad far sentire la propria voce (non dico imporre la propria volontà, dato che sarebbe stato impossibile), nonostante i continui -ma inutili- "perché proprio io?" di Garion, non m'è andata proprio giù.

    Per fortuna che c'è Silk a salvare capra e cavoli, sempre ironico e divertente, acuto e pungente come avevamo imparato a conoscerlo nei Belgariad. Lui è ancora una volta il migliore.
    Tra i nuovi personaggi Urigt, il Re dei Murgos, nonché fratello segreto di Silk, si è rivelato una piacevole sorpresa (si vede che la parentela con Silk genera personaggi di un certo spessore comico), a cui va ad aggiungersi l'Imperatore di Mallorea, che si rivela una persona totalmente diversa dal sanguinario dittatore che ci veniva presentato nella saga precedente.
    Garion è il solito ottuso (peggio di Fitz), e Ce'Nedra è sempre lei: insopportabilmente altezzosa

    said on 

  • 4

    ho terminato dopo quasi un mese tutti e 2 i cicli che hanno come protagonista Belgarion.
    devo dire che questa seconda saga mi é piaciuta molto meno rispetto alla prima che era piú allegra e ben strutturata.
    Questa saga dei mallorean l'ho trovata troppo lunga, personalmente credo che s ...continue

    ho terminato dopo quasi un mese tutti e 2 i cicli che hanno come protagonista Belgarion.
    devo dire che questa seconda saga mi é piaciuta molto meno rispetto alla prima che era piú allegra e ben strutturata.
    Questa saga dei mallorean l'ho trovata troppo lunga, personalmente credo che si potessero unire i 2 libri centrali (quali "Il Signore dei demoni" e "La maga di Darshiva") in un unico volume riassumendoli e riducendoli.
    Ci sono troppe ripetizioni, troppe cose futili per lo sviluppo della storia che di per se é giá parecchio intricata, molti personaggi sono lasciati a loro stessi, nel senso che non vengono intrecciati in maniera che tutti possano trovare il loro spazio. Inoltre ho notato che sono state sottolineate ed estremizzate delle caratteristiche(la maturitá, la saggezza, la spiritualiá, l'isteria, la simpatia ecc) dei personaggi stessi che nel primo ciclo erano molto naturali e scorrevoli e qui invece risultano falsate e spesso scontate (tranne le battute di Silk).
    Le emozioni non vengono analizzate in maniera concreta ma al contrario alcune vengono buttate lí per poi essere immediatamente dimenticate ed altre vengono davvero rese estreme.

    la cosa che piú mi ha lasciata esterrefatta é certamente l'involuzione delle protagoniste femminili che da essere intraprendenti, forti di spirito e nei momenti cruciali delle vere e proprie guerriere, qui diventano delle insulse donne di casa, mogli isteriche e madri modello...insomma hanno perso tutte le loro caratterizzazioni.

    La conclusione é davvero scontata..diciamo che non mi accontento mai perché quando finiscono male mi lamento, quando finiscono piú o meno bene mi lamento lo stesso...ma in questo caso davvero, finisce tutto TROPPO bene, sono tutti felici contenti, sposati ed incinti e l'unico avvenimento drammatico passa sotto silenzio.

    ci sono rimasta abbastanza male.
    3 stelline e mezzo.

    said on 

  • 4

    Saga molto gradevole, forse perfino più della precedente. Il tono di Eddings è sempre leggero, ironico, divertente, senza che questo guasti l'atmosfera eroica del racconto. Come nella saga prcedente, anche qui a tratti ci si chiede se tutto questo wanderung sia davvero necessario, e probabilmente ...continue

    Saga molto gradevole, forse perfino più della precedente. Il tono di Eddings è sempre leggero, ironico, divertente, senza che questo guasti l'atmosfera eroica del racconto. Come nella saga prcedente, anche qui a tratti ci si chiede se tutto questo wanderung sia davvero necessario, e probabilmente ci sono un po' troppi personaggi da seguire e tenere a mente, ma la qualità della narrazione rimane alta, con pochissimi momenti di stanchezza, e i personaggi hanno tutti una loro precisa caratterizzazione.
    Manca quasi del tutto quel tono lugubre e dannato che caratterizza per molti tratti l'opera di Goodkind (ma grazie a dio mancano pure quelle infinite tirate teologiche e socio-psico-pedagogiche che lì abbondano) e siamo distanti dai risultati del Ciclo del Ghiaccio e del Fuoco, ma è una saga molto gradevole, un ottimo esempio di fantasy eroico.

    said on 

  • 4

    La fine di un'epopea...

    Come gli altri libri della saga "I Mallorean" la lettura è piacevole e scorrevole.
    La storia, ricca di avvenimenti, non manca neanche del solito sarcasmo di Eddings, ma risulta comunque più scadente e ripetitiva rispetto alla saga precedente.
    Consiglio il libro e l'intera saga solo ag ...continue

    Come gli altri libri della saga "I Mallorean" la lettura è piacevole e scorrevole.
    La storia, ricca di avvenimenti, non manca neanche del solito sarcasmo di Eddings, ma risulta comunque più scadente e ripetitiva rispetto alla saga precedente.
    Consiglio il libro e l'intera saga solo agli amanti del genere!

    said on 

  • 2

    Ai limiti dell'assurdo

    Il libro, che pure per come è scritto potrebbe meritare tre stelle, per me non arriva a più di due, a causa dell'assurdità della trama di fondo: una profetessa deve scegliere se distruggere il mondo consegnandolo ad un dio malvagio o se affidare il mondo ad un dio buono e generoso... Ed è in dubb ...continue

    Il libro, che pure per come è scritto potrebbe meritare tre stelle, per me non arriva a più di due, a causa dell'assurdità della trama di fondo: una profetessa deve scegliere se distruggere il mondo consegnandolo ad un dio malvagio o se affidare il mondo ad un dio buono e generoso... Ed è in dubbio fino alla fine.E non è l'unica incoerenze nella trama. Alla fine comunque il libro è godibile: basta disconnettere il cervello quando si legge ed accettare per buoni gli avvenimenti senza chiedersi se abbiano un senso o una loro coerenza.

    Eddings è stato molto popolare in passato. Ora, dopo aver letto le due raccolte di cinque libri del Belgariad e di Mallorean, posso tranquillamente affermare che è stato un autore molto sopravvalutato.

    said on 

  • 4

    Degna conclusione di 1 saga che mi ha appassionato molto...forse 1 po' buonista, ammettiamolo, ma molto godibile. X chi ama i racconti di cappa e spada conditi cn 1 po' di magia.

    said on