Sei biblioteche

Di

Editore: TEA

3.5
(368)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 140 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850223927 | Isbn-13: 9788850223923 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Elisabetta Boscolo Gnolo , Jelena Mirković

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Sei biblioteche?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Dopo il giallo atipico L'ultimo libro, Živković continua la sua inimitabile esplorazione narrativa del mondo dei libri con una serie di storie collegate tra loro che indagano il tema della biblioteca, da quella personale a quella pubblica. Un appassionato lettore si trova ad affrontare una biblioteca di casa che cresce a dismisura sino a occupare ogni centimetro quadrato del suo appartamento; nella biblioteca virtuale uno scrittore scopre i libri che non ha ancora scritto; nella biblioteca notturna un lettore ritardatario si trova a consultare, per una sola notte, le vite di tutti gli esseri umani come se fossero altrettanti libri; nella biblioteca infernale si scopre quale sarà la pena dei peccatori, mentre la biblioteca più piccola può essere acquistata soltanto su una bancarella. Nella biblioteca più raffinata infine...
Sempre surreale, spiazzante e intrigante, Živkovićè capace di sorprendere nel giro di una pagina e ha il dono unico di trasformare la nostra passione di lettori in narrazioni avvincenti e curiose.
Ordina per
  • 3

    Sei racconti surreali che hanno per protagonisti i libri e i suoi lettori. In ogni capitolo , Zivkovic ci porta in un viaggio fantastico , pieno di eventi grotteschi ed improbabili. Veramente molto ...continua

    Sei racconti surreali che hanno per protagonisti i libri e i suoi lettori. In ogni capitolo , Zivkovic ci porta in un viaggio fantastico , pieno di eventi grotteschi ed improbabili. Veramente molto molto carino

    ha scritto il 

  • 3

    Sei biblioteche, sei brevi racconti, sei brevi viaggi in un mondo onirico che mi hanno regalato qualche momento di...surreale relax! :-)
    (le biblioteche che mi son piaciute di più: la notturna e l'inf ...continua

    Sei biblioteche, sei brevi racconti, sei brevi viaggi in un mondo onirico che mi hanno regalato qualche momento di...surreale relax! :-)
    (le biblioteche che mi son piaciute di più: la notturna e l'infernale)

    ha scritto il 

  • 4

    Da un pezzo mi ero reso conto che il mondo è pieno di cose prodigiose che non si possono spiegare. Non serve crucciarsi. La gente che ci prova lo stesso, alla fine, ne ricava soltanto infelicità. E pe ...continua

    Da un pezzo mi ero reso conto che il mondo è pieno di cose prodigiose che non si possono spiegare. Non serve crucciarsi. La gente che ci prova lo stesso, alla fine, ne ricava soltanto infelicità. E perché l'uomo dovrebbe essere infelice, se non è necessario? Le cose insolite vanno semplicemente accettate così come sono, senza spiegazioni. È il modo più facile per conviverci.

    Pag 10

    ha scritto il 

  • 3

    Sei biblioteche "diverse"

    Sei biblioteche atipiche molto particolari, quelle che mi sono piaciute di più sono la biblioteca di casa e quella notturna.Avete mai pensato che la vita di ognuna di noi può essere la trama di un bel ...continua

    Sei biblioteche atipiche molto particolari, quelle che mi sono piaciute di più sono la biblioteca di casa e quella notturna.Avete mai pensato che la vita di ognuna di noi può essere la trama di un bellissimo romanzo?

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro di cui voglio parlarvi oggi è "Sei biblioteche" di Zoran Živkovic.

    Il romanzo parla della passione che molti accomuna, libri su libri, librerie e biblioteche.
    Il viaggio che ci propone l'autore è un esplorazione vera e propria nel mondo dei libri con storie collegat ...continua

    Il romanzo parla della passione che molti accomuna, libri su libri, librerie e biblioteche.
    Il viaggio che ci propone l'autore è un esplorazione vera e propria nel mondo dei libri con storie collegate fra loro centrando soprattutto il tema della biblioteca e della magia che essa contiene.
    Troviamo "La biblioteca di casa" dove un appassionato lettore si trova ad affrontare il problema della passione che cresce a dismisura, sino ad occupare ogni centimetro del suo appartamento.
    " Il mio appartamento è piccolo. Appena una stanzetta, ingresso, cucinino e bagno. Non c'è spazio neanche per girarsi. E si sa benissimo che i libri divorano spazio senza pietà. Non ci si può difendere. Per quanto spazio gli si offra, a loro non basta mai. Prima prendono possesso delle pareti e poi continuano a espandersi ovunque riescano. Soltanto il soffitto viene risparmiato. Ne arrivano sempre di nuovi, e voi non avete cuore di sbarazzarvi di nessuno di quelli vecchi. E così, pian pianino, di nascosto, i volumi spingono fuori tutto il resto.
    Come i ghiacciai."
    Troviamo "La biblioteca virtuale" dove uno scrittore, alle prese con la sua casella e-mail, scopre un sito dove troverà i suoi futuri libri.
    Un'altro meraviglioso racconto è "La biblioteca notturna" dove un avido lettore, arrivato tardi alla biblioteca per poter prendere qualcosa da leggere per il fine settimana, si rende conto che c'è un lumino acceso e spingendo la porta, immerso nelle buio più profondo, si spinge nelle viscere della biblioteca che comunque conosce bene, e invece di trovarsi nel luogo comune di sempre, si trova a consultare, per quell'unica notte, la sua vita e la vita di tutti gli esseri umani sulla Terra, come se fossero normalissimi libri.
    Abbiamo anche "La biblioteca raffinata" dove un passionale lettore è un sfegatato collezionista di prime e buone edizioni, si trova a lottare con un libro in edizione economica.
    Infine c'è "La biblioteca minima" dove uno scrittore avrà un appuntamento a vita con un libro che contiene tutta la letteratura mondiale e "La biblioteca infernale" dove...
    ">
    >
    E allora curiosi?
    Posso dirvi che questa, per me è stata una rilettura perché l'avevo già letto l'anno scorso nello stesso periodo e l'emozione che è riuscito a regalarmi allora, è rimasta tale.
    La scrittura è notevolmente fluida e non cade mai nel banale, quasi leggera come ali di farfalla ma avvincente, non esistono personaggi principali o secondari ma la protagonista di questo libro sono sicuramente l'enorme potere magico della letteratura, il ritmo incalzante e l'incanto narrativo di echi letterari.

    ha scritto il 

  • 5

    Che libro.
    Che autore!
    Penso sia stata una delle scoperte più belle che ho fatto nell'ultimo periodo.
    Le sue idee mi hanno stregata e affascinata tantissimo!
    Poi è un libro che parla di libri.. Cosa p ...continua

    Che libro.
    Che autore!
    Penso sia stata una delle scoperte più belle che ho fatto nell'ultimo periodo.
    Le sue idee mi hanno stregata e affascinata tantissimo!
    Poi è un libro che parla di libri.. Cosa potrebbe esserci di più bello per un lettore?

    ha scritto il 

  • 4

    Sei racconti brevi firmati Zoran Živković. Sei "storie impossibili" che hanno per protagonisti i libri, allocati nelle biblioteche più disparate e stravaganti che si possano immaginare.
    C'è la bibliot ...continua

    Sei racconti brevi firmati Zoran Živković. Sei "storie impossibili" che hanno per protagonisti i libri, allocati nelle biblioteche più disparate e stravaganti che si possano immaginare.
    C'è la biblioteca di casa, che cresce a dismisura arricchendosi dei volumi che un incredulo lettore vede materializzarsi senza sosta nella propria cassetta postale. C'è la biblioteca virtuale, in cui ogni scrittore può consultare la propria bibliografia presente e - a gran sorpresa - anche futura. C'è la biblioteca notturna, col suo guardiano a custodia di libri speciali perché raccontano la peculiare storia di ciascun essere umano. Ci sono la biblioteca infernale, in cui finisce chi in vita ha peccato di scarsa lettura, e la biblioteca minima, costituita da un solo tomo che racchiude al suo interno tutti i libri del mondo. E infine c'è la biblioteca raffinata, dalla quale sono banditi i tascabili.
    Un libro, un po' surreale ma assolutamente intrigante, per scoprire manie, curiosità, debolezze e capricci di chi nutre una fervida passione per la lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    L’hiver (de l'esprit) … je le vois venir … (Martin? Mais Non! Marguerite!)

    «Lode alle biblioteche, luoghi di pace e di incontro» 07.03.2015, @Gaglioz scripsit …
    «… I libri divorano spazio senza pietà. Non ci si può difendere. Per quanto spazio gli si offra, a loro non basta ...continua

    «Lode alle biblioteche, luoghi di pace e di incontro» 07.03.2015, @Gaglioz scripsit …
    «… I libri divorano spazio senza pietà. Non ci si può difendere. Per quanto spazio gli si offra, a loro non basta mai. Prima prendono possesso delle pareti e poi continuano ad espandersi ovunque riescano. Soltanto il soffitto viene risparmiato. Ne arrivano sempre di nuovi, e voi non avete cuaore di sbarazzarvi di nessuno di quelli vecchi. E così, pianin pianino, di nascosto, i volumi spingono fuori tutto il resto. Come ghiacciai.»
    Sei biblioteche. Sei storie. Un viaggio surreale che partendo dalla Biblioteca di Casa arriva a quella Raffinata, passando per quella Notturna, Infernale, Piccolissima, Virtuale.
    Živković fa dire al protagonista della Biblioteca Raffinata: « Avvolgereste, per esempio, un oggetto di lusso nella carta di un vecchio giornale? E che cos’è una grande opera letteraria se non il più lussuoso tra tutti gli oggetti?» Ebbene, Cele e il suo Giardino Segreto mi hanno insegnato proprio questo. E veder tra le mani di una persona cara un libro che emerge da un involto di carta di giornale è ogni volta una sensazione bellissima!
    «Fonder des bibliothèques, c'était encore construire des greniers publics, amasser des réserves contre un hiver de l'esprit qu'à certains signes, malgré moi, je vois venir.» [Mémoires d'Hadrien] … Yourcenar scripsit …

    ha scritto il 

Ordina per