Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Sei passeggiate nei boschi narrativi

Harvard University, Norton Lectures, 1992-1993

By Umberto Eco

(511)

| Paperback | 9788845246517

Like Sei passeggiate nei boschi narrativi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Sei interventi, tenuti tra il 1992 e il 1993 alla Harvard University, nei quali Eco, partendo dall'esperienza del lettore, si propone di indagare le diverse aspettative e modalità con cui si leggono i romanzi.

47 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Arbitrarietà radicale

    Un'Eco virgiliano ci prende per mano e ci accompagna nella scoperta del testo alla ricerca di un'identità di lettore, costruita in collaborazione con l'autore e la struttura del racconto ( che é l'unica dimensione multilivello in cui si può ravvisare ...(continue)

    Un'Eco virgiliano ci prende per mano e ci accompagna nella scoperta del testo alla ricerca di un'identità di lettore, costruita in collaborazione con l'autore e la struttura del racconto ( che é l'unica dimensione multilivello in cui si può ravvisare il percorso di creazione e significazione di un testo ). Il processo di interpretazione di uno scritto qui si riferisce ad un'analisi testuale complessiva, e quindi non é legato al singolo segno ma all'insieme dei segni e dei simboli che producono, tramite relazioni, un significato. Per Eco, questa analisi o comprensione, operata dal lettore modello, ( che si presuppone sia competente e in una certa misura attivo nell'essere plasmato dallo scrittore ) é imprescindibile dallo 'scritto' e dagli intenti comunicativo - espressivi che l'autore vi ha riposto, ed é circoscritta al testo stesso, ( e non per esempio a componenti esterne come la vita o le caratteristiche dell'autore che talvolta sono usati in modo inferenziale ) che diventa metro d'analisi, fornendo una misura autorevole e legittima delle interpretazioni possibili. In altre parole, l'interpretazione di un testo finisce lì dove inizia ciò che questo eprime in modo chiaro ed inequivocabile! Tramite la lettura di un libro insomma, ci addentriamo in un macro-universo reso finito dal suo stesso contenuto...uff, detta così pare noiosa, ma il libro é tutt'altro che noioso...comunque é vero che il maestro affronta la semiotica cognitiva, ma lo fa in modo discorsivo e partendo da testi ed esempi reali: Nerval e Sylvie, Pinocchio e Garibaldi, Kafka, Abbott e molti altri, e ciò che ne viene fuori non é una semplice traccia su cos'é un testo, sulle strategie che l'autore adotta per creare il suo lettore modello, o su come si può leggere un libro, ma é una vera e propria sveglia per il lettore passionale e trasognato che nei boschi della narrativa finisce, a volte piacevolmente, per perdersi. É Un appiglio per venir fuori da quell'intreccio intricato che alcuni appassionati fanno tra narrativa, di costituzione finzionale, e realtà. Stimola una presa di coscienza sulle potenzialità dell’attribuire significato all'una partendo dall'altra e viceversa, e senza negare l’eventualità di questo percorso generativo finzione – realtà, ( documentato con un excursus storico che va dai templari alla massoneria passando per gli ebrei ) ci ricorda che non esiste esperienza narrativa più alta e sublime di quella del vivere.

    Is this helpful?

    Zardo said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' un libro che parla della passione di leggere libri...Troppo schematico a mio avviso.

    Is this helpful?

    Susan1975g said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    il titolo è molto bello (il numero 6 in latino fa sex)

    io cho ho patito la fame di libri l'ho terminato solo per un imperativo morale sopra di me

    Is this helpful?

    jonnybegood said on Feb 26, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Nonostante si possa considerare un libro tecnico e potenzialmente incomprensibile per chi non abbia un minimo background di narratologia, è un'opera piuttosto accattivante che contiene aneddoti imperdibili.

    Is this helpful?

    Amber989 said on Dec 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ciclo di sei conferenze tenute alla Harvard University di Cambridge, Massachusetts, tra il 1992 e il 1993.
    Eco usa il bosco come metafora del testo narrativo per introdurci nei sentieri battuti dal lettore modello e nelle deviazioni fatte dal lettore ...(continue)

    Ciclo di sei conferenze tenute alla Harvard University di Cambridge, Massachusetts, tra il 1992 e il 1993.
    Eco usa il bosco come metafora del testo narrativo per introdurci nei sentieri battuti dal lettore modello e nelle deviazioni fatte dal lettore empirico, l’esempio di Sylvie dello scrittore francese Gérard de Nerval è paradigmatico delle diverse letture possibili di una storia.
    Apprezzabili le indicazioni bibliografiche e le annotazioni sullo stile degli autori menzionati.

    Is this helpful?

    Bíblos said on Mar 21, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (511)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 183 Pages
  • ISBN-10: 8845246515
  • ISBN-13: 9788845246517
  • Publisher: Bompiani (Saggi tascabili, 59)
  • Publish date: 2000-01-xx
  • Also available as: Hardcover , Others
Improve_data of this book

Margin notes of this book