Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sei personaggi in cerca d'autore - ­Enrico IV

Di

Editore: Mondadori

4.1
(1765)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 219 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804496614 | Isbn-13: 9788804496618 | Data di pubblicazione:  | Edizione 12

Traduttore: Luigi Pirandello

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace Sei personaggi in cerca d'autore - ­Enrico IV?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Molto belle queste opere teatrali, questa edizione racchiude "Sei personaggi in cerca d'autore" ed "Enrico IV", quest'ultimo l'ho preferito alla prima opera.

    ha scritto il 

  • 4

    Ciatazione

    Un personaggio signore, può sempre domandare a uomo chi è. Perchè un personaggio ha veramente una vita sua, segnata da caratteri suoi, per cui è sempre "qualcuno". Mentre un uomo - non dico, lei, adesso - un uomo così in genere, può essere "nessuno".

    ha scritto il 

  • 4

    Realtá o finzione?

    " Noi [i personaggi] oltre la illusione, non abbiamo altra realtà, è bene che anche lei diffidi della realtà sua, di questa che lei oggi respira e tocca in sè, perchè - come quella di ieri - è destinata a scoprirlesi illusione domani." - Sei personaggi in cerca d'autore

    ha scritto il 

  • 5

    E' uno scandalo che qualcuno - come me - a 25 anni non avesse ancora letto i "Sei personaggi in cerca d'autore". Ma sopratutto è uno scandalo, questa volta in senso positivo, come un secolo dopo la sua composizione questo testo ti faccia salatre per aria la testa, mettendo in discussione tutto qu ...continua

    E' uno scandalo che qualcuno - come me - a 25 anni non avesse ancora letto i "Sei personaggi in cerca d'autore". Ma sopratutto è uno scandalo, questa volta in senso positivo, come un secolo dopo la sua composizione questo testo ti faccia salatre per aria la testa, mettendo in discussione tutto quello che hai sempre creduto su realtà e finzione, persone e personaggi. Dalla prima rappresentazione dei "Sei perosnaggi" Pirandello ha fatto scuola, ma anche se i punti focali ed innovativi della sua opera sono già qualcosa di assimilato, leggere il dramma è stato come aprire gli occhi per la prima volta.

    ha scritto il 

  • 4

    Per ora ho letto solo "Sei personaggi in cerca d'autore"; ho apprezzato l'innovazione radicata nei suoi personaggi e nei dialoghi dalla doppia valenza, validi per la scena come per la realtà del teatro. Studiarlo è stato un piacere. (8,5/10)

    ha scritto il 

  • 4

    Ho l'impressione che la vita sia solo una rappresentazione; se è così vorrei almeno poter conoscere chi ha scritto il copione, per cambiarlo e non dover sempre recitare lo stesso ruolo in questa tragedia...o commedia...o farsa!
    Vorrei parlarvi di questo libro ma non sono in grado di entrare nel p ...continua

    Ho l'impressione che la vita sia solo una rappresentazione; se è così vorrei almeno poter conoscere chi ha scritto il copione, per cambiarlo e non dover sempre recitare lo stesso ruolo in questa tragedia...o commedia...o farsa! Vorrei parlarvi di questo libro ma non sono in grado di entrare nel personaggio del critico letterario, e comunque le mie parole assumerebbero tanti significati diversi da quello che intendo io, quanti sono coloro che le leggeranno... Penso si sia capito che Pirandello, anche se talvolta fatico a seguire la sua scrittura, esercita sempre una certo ascendente su di me!

    ha scritto il 

  • 0

    Sei personaggi in cerca d'autore: bello


    Ma se è tutto qui il male! Nelle parole! Abbiamo tutti dentro un mondo di cose; ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch'io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me ; ...continua

    Sei personaggi in cerca d'autore: bello

    Ma se è tutto qui il male! Nelle parole! Abbiamo tutti dentro un mondo di cose; ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch'io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me ; mentre chi le ascolta , inevitabilmente le assume col senso e col valore che hanno per sé, del mondo com'egli ha dentro? Crediamo d'intenderci; non c'intendiamo mai!

    Un personaggio, signore, può sempre domandare a un uomo chi è. Perché un personaggio ha veramente una vita sua, segnata di caratteri suoi, per cui è sempre "qualcuno". Mentre un uomo - non dico lei, adesso - un uomo così in genere, può non essere "nessuno"

    Enrico IV: noioso Però la casualità ha voluto che come segnalibro usassi un foglietto con appuntata sopra l'ultima frase del film Un giorno questo dolore ti sarà utile: "Ma se sono matto io... Scusate... Tutti gli altri cosa sono?"

    ha scritto il 

Ordina per