Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Self

Di

Editore: Piemme

3.3
(105)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 329 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Olandese

Isbn-10: 8838454787 | Isbn-13: 9788838454783 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Anna Rusconi

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Self?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lui ha cinque anni e adora bollire le carote, vederle lentamente cambiare di forma. La trasformazione lo affascina, da sempre. Come quella dei panni in lavatrice, che entrano sporchi, vengono travolti dal diluvio universale ed escono limpidi e redenti. E convinto che non debbano esistere differenze tra uomini e donne, solo tra amici e nemici. E crede fermamente che negli occhi di chi è innamorato si possano vedere pesci che nuotano felici. D'altra parte, non è forse vero che le lacrime sono salate e che l'amore è un sentimento grande come un oceano? Come quello per Noah, suo compagno d'asilo. E dove sta scritto che, solo perché tra le gambe hanno entrambi un ditino che spunta, non possono sposarsi, ma devono soltanto essere migliori amici? E perché invece i vermi possono essere maschi e femmine contemporaneamente? Poi, in un attimo, la scoperta del corpo che cambia travolge ogni cosa: è l'adolescenza, il tripudio degli ormoni, della scoperta, del sesso. Lui si iscrive al college, si masturba, studia, si masturba, finisce il college, si masturba ancora. Fino a una notte in Portogallo, durante un viaggio, quando compare lei e di colpo il mondo è diverso. Lei frequenta l'università, scrive racconti, viaggia, s'innamora. Lei è lui. Lui è lei. Uguali. Diversi. Uniti. Distinti. O forse entrambe le cose. Fino al colpo di scena finale.
Ordina per
  • 4

    "a dispetto di quel che raccontano i romanzi d'amore, l'amore, come qualsiasi altra cosa vivente, si accampa dove sente di avere un futuro." poetico. crudo. tenuto anni su uno scaffale e davvero una piacevole sorpresa.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro interessante in cui, in uno strano romanzo di formazione, si mischiano, oltre ad alcune vaghe note autobiografiche, un mosaico di frammenti di letteratura già scritta, da scivere o che non sarà scritta mai.
    Ne risulta la storia fantastica di un individuo incompiuto, sempre sul punto di fare ...continua

    Libro interessante in cui, in uno strano romanzo di formazione, si mischiano, oltre ad alcune vaghe note autobiografiche, un mosaico di frammenti di letteratura già scritta, da scivere o che non sarà scritta mai. Ne risulta la storia fantastica di un individuo incompiuto, sempre sul punto di fare qualcosa, di essere qualcosa o qualcuno, che diventerà reale e definito soltanto quando non sarà più nulla e avrà bruciato tutte le sue opportunità di essere straordinario.

    ha scritto il 

  • 3

    Self non l'ho letto nel momento giusto. Avevo bisogno di un libro lineare, semplice, leggero, ed ho sbagliato. Self è impegnativo, contorto, profondo, filosofico e sofferente. Sofferenza che brucia, da dentro, e ti cambia. Lui, lei,o entrambe le cose. Protagonista evanescente ma reale. Fantasia, ...continua

    Self non l'ho letto nel momento giusto. Avevo bisogno di un libro lineare, semplice, leggero, ed ho sbagliato. Self è impegnativo, contorto, profondo, filosofico e sofferente. Sofferenza che brucia, da dentro, e ti cambia. Lui, lei,o entrambe le cose. Protagonista evanescente ma reale. Fantasia, ma non troppo. Bello, ma non ora. Un premio speciale, 5 stelline solo per Foglia-di-Fico, meraviglioso. Consigliato, in un momento di poca confusione.

    ha scritto il 

  • 4

    E’ già difficile convivere con il proprio corpo e con la propria identità. Cosa succederebbe se cambiassimo continuamente sesso: uomo-donna, donna-uomo, uomo-donna... Lo spiega con ironia e un po’ di sana confusione letteraria questo originalissimo libro con punte di drammaticità e di ironia. ...continua

    E’ già difficile convivere con il proprio corpo e con la propria identità. Cosa succederebbe se cambiassimo continuamente sesso: uomo-donna, donna-uomo, uomo-donna... Lo spiega con ironia e un po’ di sana confusione letteraria questo originalissimo libro con punte di drammaticità e di ironia.

    ha scritto il 

  • 4

    Tristezza.

    Eppur lenta bellezza di un libro che è un'onirica visione della crescita umana, interiore, soprattutto. Le trasformazioni che abbiamo dentro e fuori che ci plasmano e ci cambiano fino a renderci.. tristi? Mi ha fatto male al cuore.

    ha scritto il 

  • 3

    Diseguale ma divertente. E di fondo, originale. Leggetelo se volete qualcosa di diverso e di non omologato. Yann Martel è un tipo strano, come i suoi libri del resto.

    ha scritto il 

  • 4

    Non so dire se lo consiglierei o meno, non so dire cosa mi sia piaciuto e cosa no. So che come spesso accade nei libri di Martel, le pagine finali sono come uno schiaffo in pieno viso e ti rendi conto che tutto quello che è stato scritto prima è da considerarsi in realtà la fase preparatoria a qu ...continua

    Non so dire se lo consiglierei o meno, non so dire cosa mi sia piaciuto e cosa no. So che come spesso accade nei libri di Martel, le pagine finali sono come uno schiaffo in pieno viso e ti rendi conto che tutto quello che è stato scritto prima è da considerarsi in realtà la fase preparatoria a questo colpo. E la tristezza che ti riempie è tanta. Si, questo libro mi ha fatto sentire triste.

    Vita di Pi resta sicuramente finora il suo libro più bello.

    ha scritto il 

Ordina per